gp di misano

SBK. Melandri in testa alle prove del venerdì mattina a Misano

- I due piloti Aprilia chiudono in testa la prima sessione di prove cronometrate di Misano e Melandri precede Guintoli di 185 millesimi. Bene le Ducati con Davies 3° e Giugliano 5°. Canepa primo dei piloti EVO. 30 i piloti in pista | C. Baldi, Misano
SBK. Melandri in testa alle prove del venerdì mattina a Misano

Dopo aver dominato in Malesia, Melandri e Guintoli vogliono provare a fare lo stesso anche in Italia e nella prima sessione di prove cronometrate disputatasi questa mattina al Misano World Circuit Marco Simoncelli, hanno conquistato rispettivamente il primo ed il secondo posto, distanziati tra loro di meno di due decimi.

Terza posizione per Davies, che concede quasi tre decimi alle RSV4 ufficiali e precede il campione del mondo Sykes e l’altra Ducati di Davide Giugliano. Baz è sesto e quindi le prime due file virtuali di questa sessione sono composte dagli ufficiali Aprilia, Ducati e Kawasaki. Lowes è settimo ed è il primo dei piloti Suzuki. Il giovane inglese precede Rea e Laverty, che devono già recuperare oltre un secondo al leader provvisorio dell’Aprilia. Decima posizione per Elias, davanti a Haslam e al primo dei piloti EVO, Niccolò Canepa.

La Ducati del genovese precede le altre EVO di Salom e Badovini. Ottimo il quindicesimo posto della wild card Goi, che farà di tutto per rifarsi della delusione patita nella sua precedente apparizione mondiale di Imola, dove fece solo un giro di pista in due gare. L’italiano della Ducati precede un trio EVO tutto francese composto da Foret, Morais e dal rientrante Barrier. Il pilota del team BMW Motorrad Italia sta bene ed è soprattutto ansioso di recuperare il tempo perduto e di mantenere ai massimi livelli la S 1000 RR EVO lasciatagli da Camier. Iddon e Corti chiudono i primi venti.

In questo round di Misano sono ben trenta i piloti Superbike in pista. Ai soliti 27 piloti permanenti si sono aggiunte come wild card gli italiani Goi e Baiocco (ventunesimo al termine del primo turno) e lo svizzero Savary, che guida una MV Agusta F4 RR. Debutto in Superbike nelle fila del team Pedercini per Riccardo Russo, che prima di questa mattina non era mai salito non solo su di una Superbike, ma nemmeno su di una 1000. Il giovane italiano, proveniente dal mondiale Supersport, ha chiuso venticinquesimo, solo due posti dietro il suo compagno di squadra Andreozzi.

Leggi la classifica completa

  • Frank.ave, Castelrotto/Kastelruth (BZ)

    Forza Riky Russo

    Un grande in bocca al lupo a Riccardo Russo, giovane talento italiano.
  • chop69, Udine (UD)

    livrea

    solo x segnalare la magnifica colorazione della RSV4 che proporrei "di serie". Molte volte piccoli particolari fanno la differenza nel nostro immaginario.
    Forza Aprilia
Inserisci il tuo commento