Valentino: «Mi opero, ma vorrei finire il campionato»

Valentino: «Mi opero, ma vorrei finire il campionato»
Giovanni Zamagni
Difficile decidere se continuare a correre con una spalla malmessa o operarsi ed essere già al 100% per il 2011. Quanto dipenderà dall'ok Yamaha ai test in Ducati dopo Valencia? G. Zamagni, Motegi
30 settembre 2010

Punti chiave

 
Dopo Aragon la situazione della spalla era abbastanza disperata. Immagino non sia cambiato molto dopo dieci giorni.

«La situazione della spalla non è cambiata e non cambierà, perché è costante e siamo al massimo di quello che posso essere senza operarmi. Purtroppo la spalla mi dà fastidio per guidare, quindi alla fine dell’anno dovrò operarmi per essere in forma al 100% per l’anno prossimo. Mi piacerebbe però cercare di finire il campionato, cercare di fare tutte le gare da qui alla fine. Non vorrei arrendermi e rispettare il contratto che ho con la Yamaha e cercare di fare comunque delle belle gare, anche si mi fa un po’ male».

Io penso che ad Aragon oltre alla spalla ci sia stato anche un problema di moto, nel senso che la nostra M1 ha sofferto tantissimo. Anche gli altri piloti hanno fatto tutti fatica. Spero che in questa pista e soprattutto nelle prossime vada un pochino meglio. Questa sulla carta è la pista più difficile per la mia spalla quindi bisognerà vedere se riesco a correre, poi però Malesia e Australia potrebbero essere un pochino più facili».


I tifosi vorrebbero che tu ti operassi subito.
«Anche finendo tutte le gare ho il tempo per essere al 100% l’anno prossimo, naturalmente esserlo già dal primo test dell’anno prossimo è una cosa importantissima. Da un certo punto di vista è anche più importante che finire questa stagione. Cercherò di fare entrambe le cose».


Il nodo cruciale non è quindi l’eventuale test con la Ducati dopo Valencia?
«Spero di fare tutte le gare e poi di fare anche il test, tanto due giorni in più non mi cambiano tanto. Il test della Ducati è importante, ma non è fondamentale. Nel senso che se non lo farò inizieremo da febbraio e non credo che cambi molto».


Da questa gara tu e Lorenzo avrete un motore evoluzione, quello che avete provato a Brno, cosa ti aspetti?
«Ha qualche cavallino in più ed è più veloce quindi mi aspetto che la nostra moto sia più vicina in velocità alle altre».

Ascola l'audio integrale dell'intervista a Rossi
 

 

Da Automoto.it

Caricamento commenti...