Tutti i numeri del GP del Sachsenring

Tutti i numeri del GP del Sachsenring
Giovanni Zamagni
Scorri le statistiche e ti accorgi di quanto sia stellare questa MotoGP: vediamo nel dettaglio, rispettando l’ordine di classifica | G. Zamagni, Sachsenring
14 luglio 2011

Punti chiave

 

SACHSENRING – Scorri le statistiche e ti accorgi di quanto sia stellare questa MotoGP: vediamo nel dettaglio, rispettando l’ordine di classifica.

Casey Stoner:
- Qui, nel 2003, ha conquistato il primo podio iridato con l’Aprilia 125;
- Due pole in MotoGP;
- Una vittoria (2008) e un terzo posto (2010) in MotoGP.

 

“E’ una pista molto insidiosa, anche pericolosa, perché dopo sette curve a sinistra ne affronti una a destra molto veloce: facile perdere il controllo della moto. Qui è complicato trovare il giusto assetto della moto, perché la prima parte è lenta, la seconda rapidissima”.


Jorge Lorenzo:
- Il Sachsenring è uno dei due circuiti (l’altro è Aragon, dove però si è corso solo nel 2010) dove il campione del mondo non ha mai vinto in nessuna cilindrata;
- Due secondi posti consecutivi in MotoGP (2009 e 2010).

“La vittoria del Mugello ci ha dato più confidenza: sappiamo di poter lottare per il successo in ogni GP. Qui non sono mai salito sul gradino più alto del podio: ci proverò quest’anno, anche se è dura battere le Honda. Non amo questa pista, ma allo stesso tempo non mi dispiace, perché è tecnica e molto diversa dalle altre”.


Andrea Dovizioso:
- Non è mai riuscito a salire sul podio al Sachsenring;
- Nel 2008 ha conquistato il quinto posto, miglior pilota con le Michelin al traguardo;
- Nel 2010 ha chiuso di nuovo quinto dopo una lunga battaglia con Simoncelli.

“E’ stata la settimana più rilassata della mia vita: dopo un GP come quello del Mugello, stai molto meglio, affronti con maggiore serenità anche i problemi. Qui non sono mai andato troppo bene, ma ci arrivo nella miglior condizione possibile, tecnica e psicologica”.


Valentino Rossi:
- 250esimo GP iridato
- 5 vittoria al Sachsenring: 1999 (250), 2002-2005-2006-2009 (MotoGP);
- Quarto nel 2010 al rientro dopo la frattura di tibia e perone della gamba destra.

“250 GP? Non lo sapevo. Sicuramente è un bel traguardo, ma vuol dire anche che sono vecchio… Non è un buon momento per noi, dobbiamo assolutamente stare più vicini ai primi. Abbiamo bisogno di lavorare sulla moto, ma, sfortunatamente, tanto ad Assen quanto al Mugello siamo stati penalizzati dal meteo. Questo è un circuito strano e aggressivo: nel complesso mi piace. Purtroppo non ci sarà ancora Jeremy Burgess (il capo tecnico, nda), ma tornerà settimana prossima a Laguna Seca”.


Nicky Hayden:
- E’ il circuito dove ha conquistato più podi in assoluto, quattro volte terzo dal 2004 al 2007.


Dani Pedrosa:
- Due vittorie in 250, nel 2004 e nel 2005;
- Una pole in MotoGP (2006);
- Due vittorie in MotoGP, nel 2007 e nel 2010.

“Questo circuito mi piace, sono sempre andato forte. Le mie condizioni fisiche migliorano giorno dopo giorno, anche se non sto ancora come prima dell’incidente: è difficile dover ricominciare sempre da capo”.


Hiroshi Aoyama:
- Ha vinto in 250 nel 2007.


Marco Simoncelli:
- Due vittorie consecutive in 250, nel 2008 e nel 2009;
- Sesto nel 2010 in MotoGP.

“L’obiettivo è migliorare il risultato del Mugello, dove, nei test di lunedì, abbiamo trovato un buon assetto. Sono soddisfatto della mia velocità, meno dei risultati: adesso devo riuscire a concretizzare quello che è nelle mie potenzialità”.


Toni Elias:
- Ha vinto l’anno scorso in Moto2 dopo una spettacolare rimonta dall’undicesima posizione.

 

 

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...