GP DELLE AMERICHE

MotoGP. Spunti, considerazioni e domande dopo le QP del GP delle Americhe

- Quali potrebbero essere le chiavi del GP? Perché Lorenzo durante le qualifiche ha parcheggiato la moto a bordo pista in rettilineo, tornando a piedi ai box? Perché Miller è da venerdì il pilota Ducati più efficace?
MotoGP. Spunti, considerazioni e domande dopo le QP del GP delle Americhe

Spunti, considerazioni, domande dopo le qualifiche del GP delle Americhe

 

Ideal time delle QP.

L’ideal time (IT) è la somma dei migliori tempi realizzati da un pilota in ciascuno dei quattro settori in cui viene suddivisa la pista (tra parentesi il tempo reale ottenuto, BT).

Marquez 2’03”587 (2’03”787); Rossi 2’04”038 (2’04”060); Crutchlow 2’04”147 (2’04”147); Miller 2’04”227 (2’04”418); Vinales 2’04”388 (2’04”489); Rins 2’04”490 (2’04”534); Petrucci 2’04”696 (2’04”696); Quartararo 2’04”875 (2’04”941); Morbidelli 2’05”179 (2’05”278); Lorenzo 2’05”271 (2’05”383); 2’05”887 (2’05”887).

Considerazioni: pista molto lunga, è difficilissimo mettere insieme tutti i migliori settori, eppure gli scarti tra IT e BT sono ridotti; con la classifica dell’IT ci sarebbe stato uno scambio di posizioni solo tra Pol Espargaro e Vinales.

 

Quali potrebbero essere le chiavi del GP?

  1. Il warm up. Avendo perso un turno completo (FP3) e avendo girato pochissimo nelle FP4 con le slick, il warm up potrebbe diventare decisivo per l’ultima messa a punto della moto;
  2. Rossi. Marquez ha un passo sicuramente migliore, ma Valentino sembra avere un’ottima occasione: proverà a sfruttarla in tutti i modi;
  3. Superiorità Marquez. Nelle libere disputate venerdì, Marc ha dimostrato di avere una netta superiorità, che però si è notevolmente ridotta - causa anche le condizioni della pista - in qualifica. Ha comunque la possibilità teorica e pratica di scappare come in Argentina.
  4. La partenza di Dovizioso. Andrea non ha il passo per una grande rimonta - l’ha detto lui stesso -, ma con una buona partenza può ambire a entrare nei primi cinque.
  5. Vinales. Il pilota della Yamaha è sempre un’incognita, ma se c’è uno che ha la possibilità di fare una gran gara è proprio lui.

 

Perché Lorenzo durante le qualifiche ha parcheggiato la moto a bordo pista in rettilineo, tornando a piedi ai box?

Lorenzo era proprio alle spalle di Marquez, quando uscendo dall’ultima curva è saltata la catena dalla corona. Lo stesso inconveniente che era capitato a Marquez in Argentina. Davvero strano. Lorenzo, quindi, è stato costretto a parcheggiare la moto a bordo pista (la moto è anche poi caduta…) e tornare di corsa ai box per ripartire con la seconda RC213V.

 

Perché Pol Espargaro è andato così forte, conquistando un fantastico quinto posto?

Il pilota spagnolo ha spiegato che la KTM non soffre più di tanto le buche e questo gli ha permesso di essere molto competitivo. Inoltre, in qualifica, Espargaro ho sfruttato al meglio il “gancio” di Vinales

 

Perché Miller è da venerdì il pilota Ducati più efficace?

Al di là dell’errore commesso da Dovizioso in Q1 - fosse passato in Q2 avrebbe anche potuto ottenere un buon tempo - Miller soffre meno dei suoi compagni di marca i movimenti della Ducati. «Questione di stile di guida» secondo il pilota australiano.

 

Tre frasi delle qualifiche

3) Pol Espargaro: “La KTM non soffre le buche, viene dal motocross…”

2) Paolo Simoncelli: “Antonelli è un bravo ragazzo e sta tornando al suo posto”

1) Marc Marquez: “Rossi in inverno sembra sempre in difficoltà, poi risorge sempre. Certi risultati li conquisti se hai talento e una moto competitiva: Valentino ha entrambi.

 

IL PRONOSTICO DI ZAM (se asciutto)

1. Marquez 2. Rossi 3. Vinales

  • Tb303

    Marquez è il favorito ma occhio a Vinales potrebbe fare una buona gara...
  • Strijbos, Alessandria (AL)

    Salvo imprevisti ovviamente MM.
    Idem per Rossi secondo...
    Terzo posto...provo ad azzardare un Rins.... chissà!
    Oppure Cal (se sta in piedi!)
    Vedremo se le Ducati factory cancelleranno almeno in parte le delusioni delle prove...
Inserisci il tuo commento