MotoGP

MotoGP: Repsol e Honda rinnovano la collaborazione fino al 2022

- Il colosso del settore energetico, dopo i tentennamenti dovuti alla crisi economica che sta investendo il settore, ha sciolto le riserve e ad Aragón l'accordo di sponsorizzazione è stato prolungato per altre due stagioni
MotoGP: Repsol e Honda rinnovano la collaborazione fino al 2022

L’avevamo detto, e così è stato: Honda e Repsol hanno rinnovato in questi giorni ad Aragón il loro sodalizio. Le moto del team ufficiale HRC porteranno per altri due anni sulle carene i colori del colosso del settore energetico, dopo che nei mesi scorsi era circolata qualche voce sull’ipotesi di un non rinnovo. In effetti qualche dubbio da parte della dirigenza di Repsol era stato sollevato, non tanto sull’opportunità di investire ancora nel motorsport anche in assenza di risultati significativi (vista l’assenza d Marc Márquez), ma piuttosto per via della crisi economica che in tempi di pandemia non sta risparmiando nemmeno il colosso spagnolo dell’energia. Perdite economiche significative che alla fine, però, non hanno influito sulla scelta di proseguire con una sponsorizzazione che ormai dura  dal 1995, e che ha portato alla vittoria di mondiali con Doohan, Rossi, Hayden, Stoner e, ovviamente, Marc Márquez.

Yoshishige Nomura, presidente di HRC, ha commentato con entusiasmo la permanenza di Repsol come main sponsor del team MotoGP: “È una soddisfazione prolungare la nostra collaborazione per altri due anni: insieme abbiamo ottenuto un successo incredibile e formiamo un binomio unico nello sport motoristico. Il 2020 è stato un anno difficile per il mondo, ma insieme a Repsol abbiamo continuato a lavorare concentrandoci sui nostri obiettivi. Non vediamo l’ora di continuare questo viaggio insieme e di scrivere molte altre pagine della storia delle corse”.

“Il rinnovo di questo accordo con un partner importante per Repsol come Honda in MotoGP – ha fatto eco - Begoña Elices García, dirigente di Repsol - è la prova della forza della nostra alleanza, soprattutto nell'attuale clima internazionale causato dalla pandemia di Coronavirus. Per Repsol il fattore tecnologico è fondamentale, e questa storica associazione ha fornito molta innovazione e collaborazione. Insieme abbiamo raggiunto grandi traguardi sportivi e abbiamo anche fatto evolvere i nostri prodotti verso l'eccellenza. Continuare ad avanzare lungo questo percorso di successo, sempre al servizio della società, è ciò che ci spinge a continuare a migliorare giorno dopo giorno "

Nessuna notizia ufficiale sulle cifre in ballo, ma stando ai ben informati l’accordo dovrebbe ricalcare quello in scadenza alla fine di quest'anno, con Repsol che verserà nelle casse di Honda circa 15 milioni di euro a stagione per i prossimi due anni. Oltre, ovviamente, alla collaborazione tecnica che già in passato vede il  Repsol Technology Center, che si trova a Móstoles (Spagna), e i laboratori HRC di Saitama (Giappone), lavorare fianco a fianco per un formula vincente basata su moto, pilota, carburante e lubrificanti che operano in armonia.

  • Katana05, Novellara (RE)

    E' solo questione di tempo, i petrolieri faranno la fine dei tabaccai. E poi, si spera, sarà la volta dei produttori di energy drinks.
  • PLINIOSETTE50, Castel San Giovanni (PC)

    Repsol non vuole rinnovare con Honda.
    Honda chiama Michelin
    Marquez improvvisamente arriva secondo due volte di fila.
    Repsol firma.
    No...Non ci credo neppure io.
Inserisci il tuo commento