Motomondiale

MotoGP. Lin Jarvis, Yamaha: "Zarco ci interessa ancora"

- Il Team Principal di Yamaha lo vorrebbe come tester. "Non abbiamo fretta, la decisione spetta a lui"
MotoGP. Lin Jarvis, Yamaha: Zarco ci interessa ancora

Ancora senza una sella per il 2020, Johann Zarco è nuovamente nel mirino di Yamaha. In occasione dei test ufficiali di Valencia (segui qui il live), Lin Jarvis ha espresso un forte interesse per il francese, che nel giro di un anno è passato dalla sella della M1 del team Tech 3, alla KTM RC16, fino alla RC 213V lasciata temporaneamente libera da Nakagami. Un'esperienza impagabile, che avrebbe grande valore nel lavoro di sviluppo, anche se lo stesso Zarco ha più volte ribadito la preferenza per l'attività agonistica, forte anche dell'appoggio Dorna. Al momento, Johann avrebbe trattative in atto con Avintia Ducati ma anche con il team MarcVDS per la Moto2.

il Team Principal Yamaha, in un'intervista rilasciata a MotoGP.com, si è però espresso positivamente sull'interesse della Casa per Zarco. "Ho parlato con Johann dieci giorni fa e gli avevo detto che se non fosse andato in porto l'accordo con Honda saremmo stati ancora interessati ad averlo come test rider. Lui preferirebbe continuare a correre, quindi credo che prima debba decidere cosa vuole fare del suo futuro - dipende solo da lui.

"Al momento non abbiamo fretta. Vediamo cosa deciderà, vista la situazione Honda. Per noi avrebbe sicuramente un valore importante, soprattutto adesso che ha anche maturato esperienza su KTM e Honda - per quel che ci riguarda non ci sono lati negativi, solo positivi. Aspettiamo la sua decisione."

  • Valentino.Masini, Cesena (FC)

    Pareri contrastanti su Zarco dettati più che altro dal tifo.

    Zarco ha vinto gare e campionati nelle categorie "minori" un fermo no è.
    In Moto GP è andato fortissimo con Yamaha tanto da essere chiamato come pilota ufficiale dalla KTM e primi "soldi veri" immagino.
    Il fatto è che con quella moto lui non riusciva ad andare proprio, confronto impietoso con i compagni di marca e via discorrendo.
    Recessione anzitempo del contratto e conseguente appiedamento in tronco.
    Ora sembra che lui sia comunque intenzionato a continuare a gareggiare anche tornando in Moto2, quindi non sarebbe interessato all'offerta Yamaha.
    Detto questo, siamo sicuri che lui sarebbe un buon collaudatore se per un anno con una squadra ufficiale alle spalle non è riuscito a toglier un ragno dal buco?
    Se va con Avictia (Ducati) la moto non è certo delle più facili e intuitive (vedi Bagnaia) sarà una bella sfida che potremo analizzare meglio fra 12 mesi.

    Valentino Masini
  • Campiglio1956, Lugagnano Val d'Arda (PC)

    Come interessa ancora?
    Ma se il messia disse che "Zarco non è capace…"
Inserisci il tuo commento