gp delle Americhe

MotoGP. GP delle Americhe 2017. Lo sapevate che... ?

- Che Dovizioso ha proposto di cambiare il regolamento sulle Q2? Che Michelin proverà la gomma 2016 a Jerez? Che se Rossi facesse un film vorrebbe Biaggi al suo fianco?
MotoGP. GP delle Americhe 2017. Lo sapevate che... ?

CONFRONTO 2017/2016

Ecco il confronto dopo 3 gare tra i punti realizzati da alcuni piloti nel 2017 e nella passata stagione.

Rossi 56/33 (+23), Viñales 50/23 (+27), Márquez 38/66 (-28) Dovizioso 30/23 (+7), Crutchlow 29/0 (+29), Pedrosa 27/27 (0), Petrucci 17/0 (+17), Bautista 14/14 (0), Lorenzo 12/45 (-33), A.Espargaró 10/21 (-11), Iannone 9/16 (-7).


CONFRONTO IN CASA

Ecco invece il confronto tra compagni di squadra o di moto: chi è arrivato più volte davanti in gara nei primi 2 GP della stagione (tra parentesi il confronto in prova)

Viñales/Rossi 2/1 (3/0); Márquez/Pedrosa 2/0 (3/0); Dovizioso/Lorenzo 2/0 (2/1); Zarco/Folger 2/1(2/1); P.Espargaró/Smith 2/1 (2/1).


DOVIZIOSO CHIEDE DI CAMBIARE L’ACCESSO ALLE Q2

Alla vigilia del GP delle Americhe, Andrea Dovizioso ha svelato di aver proposto di cambiare il regolamento per accedere in Q2. «Credo sia più giusto tenere in considerazione solo le FP3 e non la combinata dei tempi di FP1, FP2 e FP3 come è adesso. Prendendo solo le FP3, i piloti avrebbero tempo il venerdì per preparare meglio la gara, scegliendo in maniera più precisa le gomme, perché nelle FP1 e nelle FP2 non ci si dovrebbe preoccupare di “sacrificare” gli ultimi 10 minuti per montare la morbida per fare il tempo per rientrare nei 10» è la tesi di Andrea, condivisa da tanti piloti: quasi tutti sono d’accordo con Andrea. Ci sono però dei contro, come si è visto proprio ad Austin: le FP3 si sono svolte in condizioni critiche, con addirittura dieci cadute: giocarsi l’accesso alla Q2 in quella situazione sarebbe stato complicato. E’ vero che è stata un eccezione, ma è giusto tenerne conto. In ogni caso, è difficile che si arrivi a un cambiamento in tempi brevi, anche se la maggior parte dei piloti lo vorrebbe: la proposta dovrebbe arrivare alla MSMA (l’Associazione delle Case costruttrici) entro Jerez, dove la MSMA si riunirà, per poi proporla alla “Race Direction”. Tempi stretti, è probabile che non se ne farà nulla.


DUCATI: TEST CONTINUI

I risultati, per il momento, sono ben al di sotto delle aspettative e in Ducati si lavora duro per migliorare la DesmosediciGP: dopo il GP di Francia del 21 maggio, i due piloti ufficiali proveranno due giorni a Barcellona, pista da sempre ostica per la Rossa di Borgo Panigale; successivamente si andrà a testare anche a Misano.


MICHELIN 2016: TORNA A JEREZ, MA NON IN GARA

La “70”, l’anteriore Michelin 2016, quella che i piloti avrebbero dovuto provare in Argentina, verrà data in prova ai piloti a Jerez, ma non per il GP, bensì per i test in programma lunedì dopo la gara. Dopo le polemiche di Termas e l’accusa, più o meno velata, che la “70” fosse stata messa in lista dalla Michelin solo per accontentare Rossi, tanti piloti sono tornati sui propri passi e in molti, adesso, la richiedono. Ecco quindi che verrà messa a disposizione nei test di Jerez. «Subito, quando ho provato l’anteriore 2017, ho avuto la sensazione che la 2016 fosse migliore per la carcassa più rigida. Ma è solo un’impressione, magari confrontandole ci si accorge che non è così» ha commentato – pacato – Rossi. Come si vede, quindi, la sua richiesta era tutt’altro che fuori luogo…


ROSSI: “ALONSO PUO’ VINCERE A INDY”

Fernando Alonso, il pilota della Mclaren-Honda F.1 non parteciperà al prossimo GP di Monaco per disputare la 500 miglia di Indianapolis. Cosa potrà fare? Ecco l’opinione di Rossi: «Sarà molto interessante vedere il potenziale di Alonso a Indy, in una gara molto differente dalla F.1: sarà una bella sfida. Fernando è uno dei piloti più forti del mondo e nel 2016 a Indianapolis trionfò un giovane al debutto (Alexander Rossi, 25 anni Ndr). Come dire, Alonso potrebbe anche vincere».


PROPOSTA DI MATRIMONIO

Il giovedì e il sabato, nelle conferenze ufficiali organizzate dalla Dorna, oltre alle tradizionali domande dei giornalisti, sono state introdotte anche alcune fatte dagli appassionati attraverso i “social network”. Un momento davvero piacevole e divertente. Ad Austin, tra le altre, è arrivata la domanda di Grace ad Alvaro Bautista. «Mi vuoi sposare?» ha chiesto Grace, che è la fidanzata di Alvaro. Tra gli applausi, Alvaro ha svelato di aver chiesto alla bella fidanzata di sposarlo prima dell’Argentina: i due, quindi, convoleranno presto a giuste nozze.


VALENTINO ROSSI E MAX BIAGGI

Sempre con la stessa formula, a Valentino Rossi è stato chiesto con quale pilota girerebbe un film stile “Rush”, il bel film di un paio di anni fa che raccontava la grande rivalità tra Niky Lauda e James Hunt. «Forse con Biaggi: con lui ci sono tante storie divertenti anche fuori dal circuito» ha detto sorridendo Valentino.


SPAGNA: CRISI DI ASCOLTI

Nonostante i piloti spagnoli siano tanti e fortissimi, il motociclismo è in crisi nella penisola iberica, perlomeno per quanto riguarda gli ascolti televisivi. Come in Italia, anche in Spagna il motomondiale viene trasmesso da una “Pay TV”, in questo caso Movistar: la MotoGP in Argentina, in onda alle 21, quindi un orario favorevole, è stata seguita in media da appena 200.000 spettatori. Davvero pochi.


AD AUSTIN SI GIRA… IN BICI

Ogni martedì, il circuito “Cota Cota” viene aperto alle… biciclette. Tutti gli appassionati, possono girare in pista con la propria bici da corsa: un appuntamento che richiama tantissimi cicloamatori, tanto che il martedì precedente il GP in pista c’erano 500 ciclisti, tra i quali Lance Armstrong, il vincitore di 7 Tour de France (poi revocati per doping), che vive proprio ad Austin.


PISTA DI KART

L’impianto “Cota Cota” è veramente grandioso e il proprietario vuole farlo diventare polivalente: nella zona dei parcheggi si sta costruendo una pista di kart, che sarà ultimata nei prossimi mesi.

  • Ciambel, Cesena (FC)

    Io voto per il film con Rossi - Biaggi.....sarebbe uno spettacolo!!
  • Black 58, Narni (TR)

    Crisi di ascolti sono normali vista la crisi economica che investe l'europa, la colpa è solo e soltanto delle TV di stato che trasmettono solo calcio, fregandosene delle passioni vere!! Parlare di Michelin è imbarazzante, sono i piloti che devono chiedere una gomma anzichè un'altra, ma scherziamo, avranno dei riferimenti o brancolano ancora nel buio, il problema è che troppe cadute sono un problema grosso per i piloti, mentre sembra non lo sia ne per DORNA ne per il gommista e, allora cosa aspettano ad incrociare le braccia, sennò questi signori continuano così a correre dietro alle prestazioni del gommista giapponese......... facendoci più pubblicità di quando erano in moto GP....
Inserisci il tuo commento