MotoGP 2022. 10 cose che forse non sapete su Pecco Bagnaia

MotoGP 2022. 10 cose che forse non sapete su Pecco Bagnaia
Il pilota Ducati è reduce dalla grandissima vittoria di Jerez, ma com'è fuori dalla pista? Dalla passione per la cucina alla passione per gli altri sport fino al perché ha scelto il numero 63 e il motto "GoFree"
4 maggio 2022

Dopo la vittoria di Jerez è tornato il sereno sopra al cielo di Pecco Bagnaia e della Ducati: una vittoria perfetta con pole position, giro veloce e primo posto in gara dal primo all’ultimo giro. “What else?” direbbe George Clooney.

È nato nel 1997 a Torino, poi si è trasferito nelle Marche dopo essere entrato nella VR46 Academy. Pecco ha una passione e si destreggia bene ai fornelli e colleziona collane di libri. È quindi l’occasione buona per scoprire qualcosa di più sul pilota piemontese, e il sito della MotoGP ha elencato 10 cose che forse non tutti sanno su di lui! Vediamole...

1. Passione cucina. Chef nel tempo libero. A Pecco piace cucinare e il suo cavallo di battaglia è la pasta con pomodoro e basilico, piatto semplice ma che richiede un’attenta cura dei dettagli. La cucina è una delle sue principali passioni e, come la moto, è una delle cose a cui non potrebbe rinunciare. Nel suo tempo libero si diletta a scovare ricette e a sperimentare ai fornelli ma, se c’è qualcosa che gli manca nella sua dieta di atleta professionista è un piatto di pasta all'Amatriciana. Nel post qui sotto lo si vede preparare gnocchi.

2. Il piacere di stare a casa a rilassarsi. Quando non è impegnato con le gare o i test o gli allenamenti per la MotoGP Pecco stacca la spina: ama passare del tempo a casa dei nonni o sul divano. Da quest’anno ha un cane: Turbo, adorabile Bassotto. Quando è lontano dalle piste Pecco ama trascorrere il tempo con la fidanzata Domizia Castagnini, con la famiglia e con gli amici più stretti.

3. Film e serie preferite. Nella selezione di film e serie preferite di Pecco troviamo: Il Gladiatore, Stranger Things, La ricerca della felicità, Harry Potter, Il Signore degli Anelli e Star Wars.

4. Altri sport oltre alle moto. Quando era un bambino, a Pecco piaceva praticare diversi sport come il calcio, il basket, la corsa, la pallavolo e gli sport sulla neve come sci e snowboard. Tra le sue passioni sportive c’è anche la pesca. Guarda volentieri partite di basket, tennis o calcio. Tifa Juventus ma è anche un sostenitore del sette volte Campione del Mondo di Formula1, Lewis Hamilton.

5. Coach, Stefano Manzi o Casey Stoner? Ormai da tempo diversi Team contano sull’analisi tecnica di un coach che cerca e individua i dettagli che possono permettere ai piloti di fare la differenza in pista. Se Pecco potesse sceglierne uno, i primi nomi che prenderebbe in considerazione sarebbero quelli di Casey Stoner e di Stefano Manzi. Negli ultimi due Gran Premi del 2021 il due volte campione del mondo australiano ha fatto visita ai piloti del Ducati Lenovo Team fornendo un supporto che, sia Pecco che Jack Miller, hanno gradito e accolto con piacere. In passato, Pecco e Manzi hanno condiviso il box e, il romagnolo è uno di quelli che Bagnaia considera tra i migliori compagni di squadra che abbia avuto insieme a Miller e a Luca Marini (Mooney Racing Team VR46).

L'amicizia con i piloti dell'Academy è un altro aspetto importante, come si vede qui sotto

6. Sogni nel cassetto: diventare campione del mondo! Ha sempre dimostrato la sua affezione a Ducati, costruttore che lo ha accompagnato all’esordio nella massima categoria del mondiale e con cui ha tenuto aperto il Campionato 2021. Il sogno di diventare Campione del Mondo con la casa di Borgo Panigale è uno dei progetti in cantiere che proverà a realizzare già nel 2022. Ma, se Pecco potesse, farebbe volentieri un giro di pista con i prototipi creati nel bolognese nel 2003 e nel 2007 oltre ad esplorare due piste iconiche come quelle di Laguna Seca e di Suzuka che, attualmente, non fanno più parte del calendario.

7. Libri e musica. Tra le letture che più piacciono a Pecco ci sono le autobiografie dei grandi dello sport. Gli piace collezionare collane di libri. Per quanto riguarda la musica, i suoi gusti spaziano dal pop, al rock passando per il R&B/Soul, l’hip-hop/rap e il metal.

8. Collezioni. Tra le altre passioni di Pecco troviamo la moda e gli piace collezionare sneakers

9. Numero di gara. Nel corso della sua carriera ha cambiato più volte il numero sul cupolino. Da sempre tifoso di Noriyuki Haga, ha corso col #41 ma quando arrivò al Campionato del Mondo era già occupato, così scelse il #21 in onore di Troy Bayliss, un altro dei suoi idoli d'infanzia. Col passaggio in Moto2 si trovò costretto ad un altro cambio e raddoppiò la cifra sfoggiando il #42 e, arrivato in MotoGP, ha triplicato puntando sul #63.

10. Che significa #GoFree? Due parole che racchiudono lo stile di guida e di vita di Pecco. Questo ‘leitmotiv’ è arrivato prima del Gran Premio del Giappone del 2016, il suo ultimo anno in Moto3, dove una ragazza gli ha detto: “Enjoy the race and go free", “Goditi la gara e vai libero”, un concetto che gli è piaciuto al punto che lo ha trasformato nel suo motto.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...