MotoGP 2021. GP di Spagna a Jerez, FP2 a Bagnaia

MotoGP 2021. GP di Spagna a Jerez, FP2 a Bagnaia
Giovanni Zamagni
Miglior tempo per Pecco Bagnaia, davanti a Fabio Quartararo e a un convincente Aleix Espargaro. Altri italiani: Franco Morbidelli quarto, Luca Marini 15esimo, Danilo Petrucci 17esimo, Enea Bastianini 18esimo, Lorenzo Savadarori 19esimo, 21esimo Valentino Rossi
30 aprile 2021

1’37”209 è il tempo di Pecco Bagnaia, 0”178 più veloce del secondo in classifica (Fabio Quartararo) e 0”437 del terzo (Aleix Espargaro): i numeri, crudi, freddi, ma inconfutabili, dicono che Bagnaia è nettamente più veloce di tutti gli altri, perlomeno sul giro secco. Ha ragione il team manager Davide Tardozzi quando dice che “in questo momento, Pecco è consapevole dei suoi mezzi”.

È così: Bagnaia è consapevole di avere in mano la Ducati, di riuscire a sfruttarla perfettamente, al momento giusto. Per tutto il turno, Pecco ha lavorato sulle gomme per la gara, ha lavorato in funzione della domenica. Poi, quando ha montato la gomma soffice, ha fatto una differenza enorme, poi avvicinato nell’ultimo giro da Fabio Quartararo.

Pecco è in forma, guida molto bene e su questa pista può fare la differenza. Così come, naturalmente, la può fare Quartararo, il più veloce sul giro secco con la Yamaha, ma il più costante sul passo è Franco Morbidelli, quarto e davvero consistente. E’ un Morbidelli ritrovato, molto a suo agio con una moto che sembra tornata ai livelli del 2020. Speriamo bene, comunque le FP2 di Franco sono state di alto livello. Non si può purtroppo dire lo stesso di quelle di Valentino Rossi, desolatamente 21esimo e staccato di 1”489 dalla vetta e di 1” dal compagno di squadra: è un momento difficilissimo per il campione.

Aprilia molto efficace

Il passo migliore nelle FP2 - da confermare con l’analisi delle prove - è quello di Aleix Espargaro, che è stato costantemente al primo posto, per poi scendere al terzo con le gomme nuove. “La moto è sicuramente più competitiva dell’anno scorso” dice il direttore tecnico Romano Albesiano e anche il vantaggio di aver provato qui più volte durante l’inverno permette ad Aleix di concentrarsi sulla guida, con una moto già bilanciata. Stasera Matteo Baiocco sarà in diretta alle 20:30 su Moto.it, e analizzerà assieme a me e agli appassionati la giornata di prove libere.

Marquez in difficoltà

La prima Honda in classifica è quella di Takaaki Nakagami, sesto a 0”566: il giapponese era andato forte anche nel 2020 a Jerez e sembra in crescita. Ma la Honda è andata forte anche con Stefan Bradl, che sta provando un nuovo sistema per abbassare la moto: Bradl ha finito fuori dai 10, ma è stato veloce per tutto il turno.

Fatica invece Marc Marquez, solo 16esimo: l’otto volte iridato ha anche rinunciato agli ultimi tre minuti di prove, quelli dell’attacco al tempo. Probabilmente, come era già successo a Portimao, non vuole forzare più di tanto il braccio, per una difficoltà fisica che sembra limitarlo anche in questo GP. Ci vuole tempo.

Mir ancora fuori dai 10

Passo in avanti per la KTM, settima con Miguel Oliveira, dopo che Brad Binder era stato il più veloce nelle FP1, ma Danilo Petrucci continua a non trovare la giusta posizione in sella: è 17esimo, staccato di 1”253. Ancora fuori dai 10 Joan Mir, che non sembra efficace nemmeno sul passo, mentre il compagno di squadra è un po’ più rapido. Tra i debuttanti, il più veloce è Luca Marini.

I 10 in Q2

Questi, al momento, i piloti in Q2: Bagnaia, Quartararo, A.Espargaro, Morbidelli, Vinales, Nakagami, Oliveira, Rins, Zarco e Binder.

La classifica delle FP2

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 294.2 1'37.209  
2 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 286.4 1'37.387 0.178 / 0.178
3 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 291.1 1'37.646 0.437 / 0.259
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 285.7 1'37.704 0.495 / 0.058
5 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 287.2 1'37.726 0.517 / 0.022
6 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 288.7 1'37.775 0.566 / 0.049
7 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 294.2 1'37.816 0.607 / 0.041
8 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 289.5 1'37.847 0.638 / 0.031
9 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 294.2 1'37.888 0.679 / 0.041
10 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 289.5 1'37.896 0.687 / 0.008
11 6 Stefan BRADL GER Honda HRC Honda 295.0 1'37.939 0.730 / 0.043
12 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 295.0 1'37.965 0.756 / 0.026
13 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 287.2 1'38.040 0.831 / 0.075
14 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 292.6 1'38.115 0.906 / 0.075
15 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 286.4 1'38.274 1.065 / 0.159
16 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 288.7 1'38.295 1.086 / 0.021
17 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 287.2 1'38.462 1.253 / 0.167
18 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 290.3 1'38.516 1.307 / 0.054
19 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 283.4 1'38.594 1.385 / 0.078
20 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 290.3 1'38.618 1.409 / 0.024
21 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 284.2 1'38.698 1.489 / 0.080
22 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 288.0 1'38.713 1.504 / 0.015
23 53 Tito RABAT SPA Pramac Racing Ducati 290.3 1'39.023 1.814 / 0.310

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...