GP d'Europa

MotoGP 2020. A Miller le FP2. Valentino Rossi oggi in pista

- Vola Jack Miller anche sull’asciutto, con Aleix Espargaro secondo (bravo!) e Franco Morbidelli terzo. Rossi negativo domani torna in pista. Ottavo Andrea Dovizioso, fuori dai 10, al momento, gli altri italiani: 15esimo Pecco Bagnaia, 18esimo Danilo Petrucci, 20esimo Lorenzo Savadori
MotoGP 2020. A Miller le FP2. Valentino Rossi oggi in pista

Valencia gli piace, tutto gli viene relativamente facile, in qualsiasi condizione, sia sul bagnato (primo nelle FP1) sia sull’asciutto (nelle FP2). E Jack Miller non va forte solo per un giro, ma è molto costante anche sul passo, leggermente inferiore solo a quello di Franco Morbidelli, perlomeno in una prima, veloce analisi. Insomma, Miller può portare la Ducati in alto, probabilmente su questo tracciato sarà lui il punto di riferimento con la DesmosediciGP. Ma la ducati dimostra di essere competitiva anche con Andrea Dovizioso, ottavo, ma anche con Danilo Petrucci, 18esimo, ma per una caduta a pochi minuti dal termine alla curva 14, l’ultima prima del rettilineo dei box. Anche Pecco Bagnaia, al momento, è fuori dai 10, 15esimo, con Johann Zarco addirittura 17esimo. Ma il potenziale della moto c’è, bisogna riuscire a sfruttarlo come fa Miller.

 

Grande Aprilia, bravo Morbido

Le FP2 hanno mostrato il potenziale dell’Aprilia, perlomeno sul giro secco, con Aleix Espargaro secondo a soli 0”092 dalla vetta. E’ vero, Aleix ha sfruttato al meglio la scia di Nakagami per fare il suo tempo e il passo non è certo da riferimento, ma il suo crono conferma la bontà del progetto Aprilia 2020, troppo penalizzato, fino adesso, dalle prestazioni dei piloti e da qualche problema di gioventù e affidabilità. Ma la RS-GP è una buona moto, merita risultati differenti: questo secondo tempo di oggi lo dimostra. Il più costante della giornata è stato ancora una volta Franco Morbidelli, terzo a 0”276: il “Morbido” è davvero in gran forma, è nettamente il miglior pilota Yamaha, sicuramente il più costante nelle sue prestazioni. Può fare molto bene anche su questa pista. E’ l’unica soddisfazione per una Yamaha sotto pressione, tra sanzioni e motori poco affidabili: è stato punzonato il sesto motore di Maverick Vinales, che quindi dovrà partire domenica dalla pit lane, in una corsa che potrebbe compromettere definitivamente le sue possibilità iridate. Davvero una situazione complicata, anche considerando il quarto posto di Fabio Quartararo, apparentemente in difficoltà, anche se nel finale di turno ha fatto vedere tempi interessanti.

 

Mir indietro

Per la verità, anche il capo classifica iridato sembra un po’ in difficoltà, decimo solo grazie alla penalizzazione di Cal Crutchlow, retrocesso dalla quinta alla 12esima posizione, per aver ottenuto il crono in regime di bandiere gialle. Una circostanza assolutamente favorevole per Mir, perché se domani nelle FP3 dovesse piovere, sarebbe già in Q2. La Suzuki, in ogni caso, si conferma moto equilibrata, con Alex Rins sesto e mai così efficace nelle libere: in questo momento, è lui il pilota più in forma nel box.

 

Bene Nakagami

Al quarto posto, la Honda di Takaaki Nakagami, che si conferma il pilota Honda più stabile nelle sue prestazioni, mentre Alex Marquez questa volta fatica: è sedicesimo. Nakagami ha guidato bene, così come ha fatto Pol Espargaro con la Ktm: attenzione perché qui lui e la moto austriaca possono fare bene, come conferma anche il settimo posto di Brad Binder.

 

I debuttanti

Gerloff ha ottenuto il 19esimo tempo a 1”579 da Miller: inquadrato in un paio di occasioni, ha messo in mostra un buon stile di guida, grinta e determinazione. Bravo. Purtroppo per lui, la sua avventura in MotoGp finisce qui: Valentino Rossi è risultato negativo anche al secondo tampone e domani tornerà in pista sulla sua M1. Ventesimo posto per Lorenzo Savadori, a 3”133: un distacco importante. Ma ci vuole pazienza, Lorenzo deve crescere passo dopo passo.

I 10 in Q2

Ecco i dieci piloti attualmente in Q2: Miller, A.Espargaro, Morbidelli, Nakagami, P.Espargaro, Rins, Binder, Dovizioso e Mir.

Classifica

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 318.3 1'32.528  
2 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 316.8 1'32.620 0.092 / 0.092
3 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 311.1 1'32.804 0.276 / 0.184
4 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 312.5 1'32.866 0.338 / 0.062
5 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 321.3 1'32.952 0.424 / 0.086
6 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 322.8 1'33.157 0.629 / 0.205
7 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 315.4 1'33.259 0.731 / 0.102
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 321.3 1'33.292 0.764 / 0.033
9 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 313.9 1'33.337 0.809 / 0.045
10 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 318.3 1'33.405 0.877 / 0.068
11 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 313.9 1'33.410 0.882 / 0.005
12 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 319.8 1'33.463 0.935 / 0.053
13 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 315.4 1'33.483 0.955 / 0.020
14 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 318.3 1'33.504 0.976 / 0.021
15 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 321.3 1'33.515 0.987 / 0.011
16 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 316.8 1'33.570 1.042 / 0.055
17 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 312.5 1'33.739 1.211 / 0.169
18 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 315.4 1'33.775 1.247 / 0.036
19 31 Garrett GERLOFF USA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 313.9 1'34.107 1.579 / 0.332
20 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 313.9 1'35.661 3.133 / 1.554
21 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 312.5 1'36.690 4.162 / 1.029
  • calzonemauro

    Vista la prestazione di Gerloff viene troppo facile fare un paragone con l'ex numero 99 ed il suo attuale stato di preparazione. Peccato perchè personalmente ritengo Jorge tra i piloti più veloci di sempre, e i suoi cinque titoli sono lì per attestarlo. Spero solo che Lorenzo non faccia il solito "Lorenzo" e stia lontano dai socials per qualche giorno.
  • Plinio750, Castel San Giovanni (PC)

    Ho come l'impressione che qui in tanti pensino che chi non c'è sia meglio di chi c'è.
    Non importa quanti anni abbia, quanta esperienza, quante vittorie,quante prestazioni mediocri...il merito è semplicemente quello di non essere tra i piloti ufficiali schierati in griglia.
    E via con i vari Stoner, Lorenzo, Rea, Pedrosa, Rossi....ah no, Rossi c'è e non si può dire che avrebbe dato un secondo a tutti perché...lo dimostra tutte le domeniche che è il cronometro che conta, non le chiacchiere di chi non c'è.
    Buona prova della neo stella statunitense, spero che tornino piloti usa per dare un volto un pochino più internazionale a questo mondiale europeo su circuiti europei con piloti europei (tranne rare eccezioni).
Inserisci il tuo commento