GP d'Olanda

Morbidelli e Canet vincono in Moto2 e Moto3 ad Assen

- Morbidelli trionfa in Moto2, alle sue spalle Luthi e Nakagami. In Moto3, Canet sale sul gradino più alto del podio davanti a Fenati e McPhee
Morbidelli e Canet vincono in Moto2 e Moto3 ad Assen

MOTO2

Franco Morbidelli (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) non conosce che la vittoria come piazzamento nelle posizioni che contano. Chiude la gara di Assen con un successo, il quinto e domina sempre più la categoria mediana fresco di annunciato passaggio in MotoGP per la prossima stagione. Dietro al romano di Tavullia, Tom Luthi (CarXpert Interwetten) vero e proprio segugio in classifica iridata e Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia).


La gara della categoria mediana è l’ultima ad iniziare nella domenica olandese. Il sabato della Moto2 si è chiuso con la grande preoccupazione per Lorenzo Baldassarri, pilota Forward Racing, vittima di un incidente nelle qualifiche. Le condizioni del giovane marchigiano sono stazionarie e dopo i primi esami il Balda è ancora all’ospedale con una caviglia rotta e per fortuna solo qualche contusioni. Il suo team schiera quindi il solo Luca Marini che inizierà la prova di Assen dalla quinta fila ma sarà costretto al ritiro.

Franco Morbidelli scatta dalla pole position. Al suo fianco Nakagami e terzo Luthi. La sfida tra questi tre piloti, allargata anche a Mattia Pasini (Italtrans Racing) e a Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo) animerà il finale di gara.


In avvio Morbidelli subisce l’attacco dello svizzero. Il pilota Estrella tornerà al comando calandosi in un nuovo duello con Nakagami ma resta sempre nel gruppo davanti. All’ultimo giro mette nel mirino Luthi e nell’ultimo settore lo supera andando a conquistare altri 25 punti iridati importanti.

Il giapponese comanda la corsa per alcuni passaggi prima di perdere posizioni nelle battute finali e subire il sorpasso fuori pista di Pasini. Per Nakagami un terzo posto e il terzo podio stagionale là dove vinse nel 2016.


Luthi parte bene e alla prima curva è subito al comando ma Morbidelli affonda e va davanti. L'elvetico, come sempre, ha il merito di non mollare e chiude come secondo dopo aver subito il perentorio sorpasso di Morbidelli.

Sin dalle prime battute di gara è Nakagami ad essere il protagonista. Il nipponico si matte in testa inseguito dai due italiani ma, forse a causa di un errore, perde posizioni; con un Pasini anche lui arretrato si gioca alla fine il gradino più basso del podio.


Il pilota Italtrans, partito dalla terza fila, a metà gara arriva negli scarichi della moto di Nakagami. La sua guida spettacolare e i suoi sorpassi decisi accendono la sfida di testa. Alla fine perde contatto con il duo che comanda la corsa e, nel tentativo di salire sul podio va largo, ed è quarto finale mentre Oliveira chiude la top cinque davanti ad Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS).

Gli altri italiani: Francesco Bagnaia è decimo mentre Stefano Manzi, suo compagno di Sky Recing Team VR46, è ventesimo. Andrea Locatelli (Italtrans Racing) chiude al diciottesimo posto mentre Simone Corsi (Speed Up Racing) non termina la gara.
 


MOTO3

Un finale infuocato chiude l’ottava gara stagionale della categoria cadetta. Ad Assen va in scena una corsa da batticuore e vince Aron Canet (Estrella Galicia 0,0). Piazza d’onore di forza per Romano Fenati (Marinelli Rivacold) che precede sul traguardo John McPhee (British Talent Team). Nella battaglia finale questa volta non riesce ad avere la meglio il leader iridato Joan Mir (Leopard Racing) che chiuderà come nono mantenendo comunque il primato in classifica generale.


La prova della categoria cadetta si svolge su pista dalle condizioni incerte. Dopo la pioggia che ha caratterizzato il warm up ha bagnato l’asfalto si sta asciugando rapidamente e per i piloti la scelta è ricaduta su Dunlop a mescola media. Pole position di Jorge Martin (Del Conca Gresini) affiancato da Bo Bendsneyder (Red Bull KTM Ajo) con Mir in apertura della terza fila. Per il pilota olandese, già veloce sin dalle libere, una gara all’attacco ma che termina con uno zero dopo essere caduto sul rettilineo del traguardo. Notizia della mattina la defezione di Niccolò Antonelli, pilota Red Bull KTM Ajo che ha accusato un infortunio alla spalla dopo la caduta in FP3.


Inizia la gara della classe cadetta e, dopo i naturali cambi di posizioni delle prime tornate, a meno dieci passaggi dalla fine Marcos Ramirez e Aron Canet recuperano sui primi. Il pilota Estrella Galicia 0,0, al momento terzo in campionato, era stato anche vittima di un fuori pista dopo essere partito dalla sesta casella, ma diventa il mattatore della gara. Sale al comando e perde posizioni; nell’ultimo giro, con una manovra spettacolare, ha la meglio su Fenati e taglia il traguardo come primo. Per lui è il secondo successo stagionale e la stessa posizione in classifica generale ai danni dell’italiano. Ramirez invece chiude come sesto.


Pronto a dare battaglia dallo spegnersi del semaforo anche l’ascolano che ha iniziato la sua ottava gara stagionale dalla quindicesima posizione. In due giri Fenati è stato protagonista di una rimonta spettacolare fino a chiudere sui primi tre lottando, dopo pochi passaggi, con il pilota di casa su KTM. A meno sedici giri dalla fine il numero 5 prova ad allungare ma viene ripreso. A fine corsa è lì davanti e nelle ultime curve compie un sorpasso da replay che lo mette al comando della corsa. Solo Canet riesce a domarlo e alla fine chiude in piazza d’onore. Nel finale per la vittoria anche il suo compagno di box Jules Danilo, quinto.


Lì a lottare con i primi John McPhee. Dopo sedici giri lo scozzese occupa la quinta posizione e nell’ultimo passaggio resta terzo tagliando il traguardo sul gradino più basso del podio, il suo terzo stagionale.

Parte bene dalla pole position Martin che detta il passo sin dalle prime curve. Dopo qualche giro allarga la traiettoria e perde posizioni ma a meno dieci passaggi dalla bandiera a scacchi è al comando della gara. Nella battaglia degli ultimi giri però cede e chiude di poco lontano dal podio come quarto.


Allo spegnersi del semaforo, Mir mantiene le posizioni di testa. Resta agganciato ai primi arrivando a comandare la gara ma nella bagarre dell’ultima tornata cede il passo agli avversari e termina la gara al nono posto.

Ottimo avvio di Tatsuki Sukuki che, scattato dalla decima casella, rimonta sui primi insieme ad Adam Norrodin (SIC Racing): sarà ottavo mentre il malese cade all’ultima curva dopo un contatto con Gabriel Rodrigo e il pilota RBA Racing è settimo.


Nicolò Bulega, che ha iniziato la sua gara dalla prima fila, perde posizioni e dopo un giro è in discesa oltre la top ten. La gara dell’ex rookie dello Sky Team VR46 non sarà esaltante e terminerà con il decimo posto. Più arretrato Andrea Migno, il compagno di box, quattordicesimo finale mentre Fabio Di Giannantonio del team Del Conca Gresini sarà vittima di una caduta nel corso del terzo giro.


Scivolata anche di Enea Bastianini (Estrella Galicia 0,0) alla curva 16. Il numero 33, partito dalla sesta fila si ritirerà. Caduta anche per Manuel Pagliani (CIP Mahindra) mentre il compagno di box Marco Bezzecchi, autore del quinto tempo delle qualifiche, chiude la prova di Assen come sedicesimo.

CLASSIFICHE

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 44 Aron CANET SPA Estrella Galicia 0,0 Honda 156.3 38'20.364
2 20 5 Romano FENATI ITA Marinelli Rivacold Snipers Honda 156.3 +0.035
3 16 17 John MCPHEE GBR British Talent Team Honda 156.3 +0.117
4 13 88 Jorge MARTIN SPA Del Conca Gresini Moto3 Honda 156.3 +0.310
5 11 95 Jules DANILO FRA Marinelli Rivacold Snipers Honda 156.3 +0.532
6 10 42 Marcos RAMIREZ SPA Platinum Bay Real Estate KTM 156.3 +0.594
7 9 19 Gabriel RODRIGO ARG RBA BOE Racing Team KTM 156.3 +0.651
8 8 24 Tatsuki SUZUKI JPN SIC58 Squadra Corse Honda 156.3 +0.679
9 7 36 Joan MIR SPA Leopard Racing Honda 156.3 +0.980
10 6 8 Nicolo BULEGA ITA SKY Racing Team VR46 KTM 155.9 +6.972
11 5 65 Philipp OETTL GER Südmetall Schedl GP Racing KTM 155.8 +8.196
12 4 58 Juanfran GUEVARA SPA RBA BOE Racing Team KTM 155.7 +9.200
13 3 40 Darryn BINDER RSA Platinum Bay Real Estate KTM 155.6 +10.746
14 2 16 Andrea MIGNO ITA SKY Racing Team VR46 KTM 155.6 +10.890
15 1 71 Ayumu SASAKI JPN SIC Racing Team Honda 155.6 +10.920
16   12 Marco BEZZECCHI ITA CIP Mahindra 155.2 +16.249
17   84 Jakub KORNFEIL CZE Peugeot MC Saxoprint Peugeot 155.2 +16.344
18   41 Nakarin ATIRATPHUVAPAT THA Honda Team Asia Honda 155.2 +16.479
19   27 Kaito TOBA JPN Honda Team Asia Honda 154.1 +33.845
20   6 Maria HERRERA SPA AGR Team KTM 154.0 +34.172
21   11 Livio LOI BEL Leopard Racing Honda 154.0 +34.338
22   4 Patrik PULKKINEN FIN Peugeot MC Saxoprint Peugeot 153.1 +48.171
Non classificato
    7 Adam NORRODIN MAL SIC Racing Team Honda 156.3 1 Giro
    64 Bo BENDSNEYDER NED Red Bull KTM Ajo KTM 156.3 1 Giro
    31 Raul FERNANDEZ SPA Mahindra Gaviota Aspar Mahindra 154.1 2 Giri
    33 Enea BASTIANINI ITA Estrella Galicia 0,0 Honda 150.3 8 Giri
    48 Lorenzo DALLA PORTA ITA Mahindra Gaviota Aspar Mahindra 120.3 8 Giri
    14 Tony ARBOLINO ITA SIC58 Squadra Corse Honda 151.9 15 Giri
    96 Manuel PAGLIANI ITA CIP Mahindra 153.7 16 Giri
    21 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Del Conca Gresini Moto3 Honda 119.4 19 Giri
    28 Ryan VAN DE LAGEMAAT NED Lamotec Lagemaat Racing KTM 143.4 20 Giri

 

Fonte: MotoGP.com

  • valx2

    Rossi in motoGP e subito dopo il Mobido in Moto2...che spettacolo di domenica!
  • mael56, Baiso (RE)

    GRANDE Morbidelli ...
Inserisci il tuo commento