Motomondiale

Jorge Lorenzo salterà i test di Sepang [AGGIORNATO]

- Frattura allo scafoide in allenamento. Operazione andata bene, ma il cinque volte iridato punta a rientrare in Qatar
Jorge Lorenzo salterà i test di Sepang [AGGIORNATO]

Il comunicato ufficiale Honda conferma l'ipotesi iniziale: Jorge Lorenzo ha riportato la frattura dello scafoide, anche se il frangente non è stato quello di una banale escursione, come si ipotizzava inizialmente, ma un allenamento in moto - pare in fuoristrada - nei pressi di Verona.

Avendo scelto di farsi operare, Lorenzo ha subito l'inserimento di una vite in titanio attraverso una tecnica molto poco invasiva. Il cinque volte iridato resterà in osservazione in ospedale ancora per 24 ore, ma dovrebbero bastare solo quattro giorni per guarire e iniziare la fisioterapia. Come si temeva, però, Lorenzo sarà costretto a saltare i test di Sepang, per concentrarsi su un recupero completo e un rientro in tempo per i test del Qatar, dal 23 al 25 febbraio.

Articolo originale

Jorge Lorenzo, cinque volte campione del mondo di cui tre in MotoGP e neoacquisto del team ufficiale Honda ha passato qualche ora al pronto soccorso di Peschiera del Garda a causa di un brutto infortunio a una mano, a quanto pare durante un'escursione. Nel momento in cui scriviamo, secondo le nostre fonti, Lorenzo sarebbe in viaggio per Barcellona, presumibilmente per la clinica Dexeus dove opera il dottor Xavier Mir, il chirurgo ortopedico di fiducia dei piloti spagnoli.

Lo spagnolo, atteso la prossima settimana (mercoledì 23 per la precisione) alla presentazione ufficiale del team, in cui lo vedremo per la prima volta nei colori ufficiali Repsol a fianco del compagno di squadra Marc Márquez , sembra aver riportato una frattura allo scafoide, ossicino interno al polso che collega il radio con le altre ossa della mano. Una frattura abbastanza tipica per i piloti, soprattutto in passato (quando evidentemente i guanti non proteggevano come ora), causata dall'atterraggio sul polso da cadute in high-side, e dimostratasi spesso non troppo penalizzante ma piuttosto lunga nella guarigione, in quanto l'osso si trova in una zona poco irrorata dai vasi sanguigni, e quindi piuttosto lento a risaldarsi.

La partecipazione ai test di Sepang, previsti per il 6/7/8 febbraio 2019, non dovrebbe essere in forse anche se, in caso di conferma della diagnosi, è difficile immaginarsi un Lorenzo al top della condizione, o comunque propenso a prendersi qualche rischio. Restiamo comunque in attesa di conferme e dichiarazioni ufficiali.

  • corivorivo, Padova (PD)

    chi ben comincia...
  • Nycko

    Peccato davvero...perche' secondo me con dei bei test e più affiatamento con honda a Losail faceva vedere i sorci verdi al buon Marquez. Ora bo tutto un incognita ma certo non parte bene..
Inserisci il tuo commento