gp d'australia

I commenti dei piloti dopo le libere di Phillip Island

- Stoner punta a vincere la sua ultima gara sul circuito di casa, Pedrosa vuole tenere aperto il campionato e Lorenzo invece punta la Mondiale con una gara di anticipo
I commenti dei piloti dopo le libere di Phillip Island


Il primo giorno di prove del Gran Premio d’Australia ha visto i piloti Repsol Honda di nuovo in testa alla classifica dei tempi. Inarrestabile, Casey è stato il più veloce in entrambe le sessioni, girando sotto il record del circuito (1'30.059, stabilito da Nicky Hayden nel 2008) con un crono di 1'29.999, mentre Dani è secondo a 8 decimi dal compagno di squadra (1'30.884).

 

Casey punta a coronare con la vittoria la sua ultima gara in carriera sulla pista di Phillip Island mentre Dani è determinato a finire ancora davanti a Lorenzo e tenere così aperta la corsa al titolo iridato fino a Valencia, ultimo appuntamento del Campionato. Il pilota Yamaha crecherà invece di chiudere la partita per il Mondiale con una gara d'anticipo. A Jorge basta infatti arrivare davanti al connazionale per avere la matematica certezza del titol


CASEY STONER 

«È stata una giornata molto positiva, abbiamo trovato subito un buon passo, ma onestamente non pensavo di poter fare questi tempi. Quest’anno, con il motore più potente, è un po’ più facile essere veloci qui. I tempi di questa mattina erano già buoni, ma pensavo che tutti avrebbero migliorato molto al pomeriggio. Sono contento perché siamo stati capaci di girare con un ritmo molto più elevato rispetto agli altri con le gomme morbide che avevano coperto quasi la distanza della gara. Quando abbiamo messo la dura, abbiamo migliorato ulteriormente. Sicuramente è un primo giorno molto promettente, ma dobbiamo aspettare domani e domenica per vedere il livello di ognuno. Le condizioni della mia caviglia sono peggiori rispetto a Motegi, ma questa pista ha molte meno curve a destra e così devo sforzarla meno».

 

Stoner: Le condizioni della mia caviglia sono peggiori rispetto a Motegi, ma questa pista ha molte meno curve a destra e così devo sforzarla meno

DANI PEDROSA


«Fortunatamente oggi abbiamo potuto girare sull’asciutto in entrambe le sessioni. Non è così scontato a Phillip Island e sono contento perché il primo giorno è fondamentale per trovare la giusta direzione nella messa a punto della moto. Oggi ho provato solo la gomma morbida, così domani sarà importante testare la dura e anche altre soluzioni a livello di elettronica e sospensioni per migliorare il feeling. Come ci aspettavamo, Casey è fortissimo qui. Speriamo di poter lavorare ancora sull’asciutto domani per migliorare il passo e ridurre il distacco da Casey».


JORGE LORENZO


«E 'stata davvero dura finora. Le condizioni sono molto difficili. C'è molto vento che rende difficile guidare. Abbiamo intenzione di provare a stare con Dani e anche con Casey, ma lui è molto veloce, è su un altro livello su questa pista. Credo che siamo vicini a Dani quindi il nostro obiettivo è quello di cercare di battere lui. Stiamo cercando di rendere la moto più stabile per domani a tenere le ruote a terra e renderla più gestibile in caso di vento».  

  • digitalnt, Ferrara (FE)

    jack_29

    analisi giusta, condivido in pieno. anche se io non tifo per nessuno ma solo per il bel motociclismo
  • kingcharaton, Sarezzano (AL)

    X fabrix06

    Rosica rosica, stoner ha dimostrato come si guida una moto a tutti e non deve dimostrare niente a nessuno. Biaggi.............lasciamo perdere che quest'anno il mondiale glielo hanno regalato e poi pure lui è fuggito dalla serie regina.
Inserisci il tuo commento