GP DI FRANCIA

GP di Francia 2017. Morbidelli e Mir vincono in Moto2 e Moto3

- Motbidelli vince in Moto2 davanti a Bagnaia e Luthi. In Moto3 Mir sale sul gradino più alto del podio, alle sue spalle Canet e Di Giannantonio
GP di Francia 2017. Morbidelli e Mir vincono in Moto2 e Moto3

MOTO2

Franco Morbidelli sempre di più il dominatore della Moto2. Con il successo odierno raggiunge quota 100 punti in classifica iridata. In terra di Francia sventola forte il tricolore, italiano, con Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) in piazza d’onore che prova fino alla fine a tenere e battere il compagno di VR46 Academy. Per l’esordiente, dopo Jerez, un altro secondo posto.


Un meteo stabile, il sole e lo storico tracciato della Sarthe fanno da cornice alla prova della media cilindrata che si svolge con temperature in salita. Gomme a mescola soft per tutti e una prima fila della griglia di partenza composta da Tom Luthi (CarXpert Interwetten) in pole affiancato da Bagnaia e Morbidelli. Lo svizzero è stato primo del warm up. Luca Marini (Forward Racing) è quarto.


Inizia la corsa e Luthi prova a tenere il primo posto ma dopo alcune curva Morbidelli ha la meglio. Il duello tra i due accenderà i primi giri con il veterano che tornerà davanti e il pilota EG 0,0 che alla fine, dopo un attacco deciso avrà la meglio.


Pecco,partito dalla prima fila, resta terzo ma si deve difendere da un agguerrito Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS) che, nonostante la piccola frattura al piede, tiene un buon ritmo e lo supera. Ma il rookie non demorde e attacca a sua volta, sarà la sfida per la piazza d’onore con Luthi poi scivolato al quarto posto, che resta in agguato.

 

Sul finale Bagnaia si avvicina al connazionale, Morbidelli però risponde con una serie di passaggi veloci. Il pilota Sky Team prova a ricucire ma all’ultimo giro il rischio è troppo e chiude in piazza d’onore, la seconda di fila. A meno giri dalla fine invece Luthi attacca e supera Marquez. Per il pilota CarXpert l’ultimo gradino del podio davanti allo spagnolo ma ancora la piazza d’onore iridata.


Lorenzo Baldassarri che aveva iniziato la sua gara della terza fila è protagonista di un bel recupero che però termina con una caduta. Stessa sorte, ma al primo giro, per il compagno di box Marini. Alla Garage Vert scivolerà anche Stefano Manzi, compagno di box di Bagnaia.


Gara in crescita per Mattia Pasini, l’italiano del team Italtrans Racing prova a staccarsi da Dominique Aegerter (Kiefer Racing) e ricucire da quelli davanti a lui ma alla fine pagherà un ritardo di quasi sette secondi da Marquez e sarà quinto. Cosa che prova a fare anche Simone Corsi ma sull’elvetico numero 77. Il pilota Speed Up subirà l’attacco di Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia) e terminerà come ottavo dietro al nipponico.


Un difficile GP di Francia per Miguel Oliveira, ora quarto in classifica iridata chiude la prova transalpina al diciassettesimo posto guardandosi le spalle dal miglioramento di ‘Pecco’, tra i due ci sono sei punti (59-53). Avanza di una posizione invece Marquez, adesso terzo a 62 lunghezze.

 

 

MOTO3

La gara francese della categoria cadetta va a Joan Mir, pilota Leopard Racing e primo in campionato. Lo spagnolo non commette errori e vince in tranquillità davanti ad Aron Canet (EG 0,0 Marc VDS). Cadono gli altri protagonisti della corsa iridata mentre Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini) conquista il suo secondo podio stagionale.


La Moto3 scende in pista per la quinta gara prova sulla tracciato di Le Mans. La domenica mattina è caratterizzata dallo splendere del sole dopo il maltempo del primo giorno e il migliore del warm up è stato proprio Mir. Sulla prima fila della griglia di partenza Jorge Martin (Del Conca Gresini), sempre più uomo pole stagionale e terzo iridato. In seconda casella Nicolò Bulega (Sky Team VR46) e terzo Juanfran Guevara (RBA Racing). Mir parte al centro della terza fila e Romano Fenati (Marinelli Rivacold) apre la seconda. Quasi tutti i piloti hanno scelto Dunlop a mescola soft.


Allo spegnersi del semaforo partono bene Martin e Fenati, peggio Bulega che perde posizioni. La caduta di Lorenzo Dalla Porta (Aspar Mahindra) Tatsuki Suzuki (Sic58 Squadra Corse), Jakub Kornfeil (Peugeot MC Saxoprint) e Adam Norrodin (SIC Racing), con una moto che si rompe e sporca la pista di olio, causa una scivolata multipla nel giro successivo. È bandiera rossa. Nell’incidente Bulega sembra aver avuto la peggio e dopo gli accertamenti medici stringe i denti ed è pronto il secondo avvio di sedici giri con l’ordine di partenza del primo start. L’ex rookie inizierà male e chiuderà come diciassettesimo soffrendo i postumi della scivolata. Maglio di lui farà il collega di team Andrea Migno, al traguardo ottavo.


Protagonisti ancora di un inizio ottimale Martin e Fenati. Lo spagnolo resta attaccato al pilota Snipers, ora battistrada; ma nel corso del terzo passaggio, alla curva 6, Martin perde l’anteriore e cade. Per lui è il ritiro e uno stop in classifica iridata. Fenati continua fino a che la sua gara avrà lo stesso epilogo: a meno dieci giri dalla bandiera a scacchi sarà vittima di una caduta alla curva 7.


Mir, che ha perso qualche posizione al secondo spegnersi del semaforo, inizia un recupero che lo porterà fino al secondo posto e, dopo la defezione di Fenati, per il numero 36 sarà un sicuro primato. Il pilota Honda vince con oltre 4 secondi di vantaggio. Un successo che gli consente l’allungo in campionato anche alla luce delle cadute dei diretti avversari.


Niccolò Antonelli che aveva fatto delle ottime libere e una grande seconda partenza fino ad arrivare al terzo posto, è vittima di una caduta all’ultima curva; riprede la sua corsa e scivola una seconda volta; per il pilota Red Bull KTM Ajo una gara da dimenticare. Un bell’avvio per Enea Bastianini che, dopo le qualifiche chiuse appena fuori dalla top 10, inizia la seconda prova con un grande ritmo. Il portacolori Estrella Galicia 0,0 è nel gruppo degli inseguitori e chiude la sua prova al sesto posto dopo aver rischiato la caduta a due giri dalla fine.


Meglio di lui e migliore di tutti gli italiani Fabio Di Giannantonio. L’alfiere della scuderia Del Conca Gresini è protagonista di avvio prudente ricucendo, passaggio dopo passaggio, dalla quindicesima piazza. Il romano arriva alle soglie del podio lottando con Darrin Binder (Platinum Bay) e, per il secondo posto, con Marcos Ramirez compagno di team del sudafricano.


Nei passaggi finali il Diggia è poi chiamato al duello per il secondo posto con Aron Canet che aveva tenuto le posizioni di testa. L’iberico della scuderia Estrella Galicia 0,0 avrà la meglio e sarà in piazza d’onore mentre per l’italiano un bel podio, il secondo dopo quello al COTA e 16 punti iridati importanti. Binder invece scivola nel corso dell’ultimo passaggio con il collega di team chiude come quarto davanti a Juanfran Guevara.

 

CLASSIFICHE

MOTO2

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 21 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Kalex 154.3 42'17.557
2 20 42 Francesco BAGNAIA ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 154.2 +1.714
3 16 12 Thomas LUTHI SWI CarXpert Interwetten Kalex 154.0 +5.837
4 13 73 Alex MARQUEZ SPA EG 0,0 Marc VDS Kalex 153.9 +6.212
5 11 54 Mattia PASINI ITA Italtrans Racing Team Kalex 153.5 +13.537
6 10 77 Dominique AEGERTER SWI Kiefer Racing Suter 153.4 +14.945
7 9 30 Takaaki NAKAGAMI JPN IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 153.3 +16.413
8 8 24 Simone CORSI ITA Speed Up Racing Speed Up 153.3 +16.681
9 7 97 Xavi VIERGE SPA Tech 3 Racing Tech 3 153.3 +17.163
10 6 68 Yonny HERNANDEZ COL AGR Team Kalex 153.3 +17.605
11 5 55 Hafizh SYAHRIN MAL Petronas Raceline Malaysia Kalex 153.0 +22.528
12 4 23 Marcel SCHROTTER GER Dynavolt Intact GP Suter 152.9 +22.909
13 3 88 Ricard CARDUS SPA Red Bull KTM Ajo KTM 152.9 +23.801
14 2 11 Sandro CORTESE GER Dynavolt Intact GP Suter 152.9 +24.322
15 1 49 Axel PONS SPA RW Racing GP Kalex 152.8 +25.959
16   19 Xavier SIMEON BEL Tasca Racing Scuderia Moto2 Kalex 152.7 +26.116
17   44 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Ajo KTM 152.7 +26.394
18   40 Fabio QUARTARARO FRA Pons HP40 Kalex 152.7 +26.846
19   5 Andrea LOCATELLI ITA Italtrans Racing Team Kalex 152.6 +28.506
20   87 Remy GARDNER AUS Tech 3 Racing Tech 3 151.4 +48.794
21   45 Tetsuta NAGASHIMA JPN Teluru SAG Team Kalex 151.4 +49.354
22   89 Khairul Idham PAWI MAL IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 151.4 +49.680
23   2 Jesko RAFFIN SWI Garage Plus Interwetten Kalex 151.3 +49.913
24   47 Axel BASSANI ITA Speed Up Racing Speed Up 150.6 +1'03.235
25   57 Edgar PONS SPA Pons HP40 Kalex 150.5 +1'03.801
Non classificato
    32 Isaac VIÑALES SPA BE-A-VIP SAG Team Kalex 152.9 1 Giro
    6 Tarran MACKENZIE GBR Kiefer Racing Suter 150.3 5 Giri
    7 Lorenzo BALDASSARRI ITA Forward Racing Team Kalex 140.6 9 Giri
    9 Jorge NAVARRO SPA Federal Oil Gresini Moto2 Kalex 143.8 18 Giri
    62 Stefano MANZI ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 150.8 19 Giri
Primo giro non terminato
    10 Luca MARINI ITA Forward Racing Team Kalex   0 Giro

 

MOTO3

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 36 Joan MIR SPA Leopard Racing Honda 145.4 27'37.830
2 20 44 Aron CANET SPA Estrella Galicia 0,0 Honda 145.0 +4.252
3 16 21 Fabio DI GIANNANTONIO ITA Del Conca Gresini Moto3 Honda 145.0 +4.365
4 13 42 Marcos RAMIREZ SPA Platinum Bay Real Estate KTM 145.0 +4.469
5 11 58 Juanfran GUEVARA SPA RBA BOE Racing Team KTM 144.9 +4.845
6 10 33 Enea BASTIANINI ITA Estrella Galicia 0,0 Honda 144.9 +5.463
7 9 95 Jules DANILO FRA Marinelli Rivacold Snipers Honda 144.9 +5.652
8 8 16 Andrea MIGNO ITA SKY Racing Team VR46 KTM 144.8 +5.821
9 7 64 Bo BENDSNEYDER NED Red Bull KTM Ajo KTM 144.8 +6.049
10 6 52 Danny KENT GBR Red Bull KTM Ajo KTM 144.8 +6.193
11 5 84 Jakub KORNFEIL CZE Peugeot MC Saxoprint Peugeot 144.7 +7.504
12 4 17 John MCPHEE GBR British Talent Team Honda 144.6 +8.741
13 3 41 Nakarin ATIRATPHUVAPAT THA Honda Team Asia Honda 144.0 +16.006
14 2 48 Lorenzo DALLA PORTA ITA Aspar Mahindra Moto3 Mahindra 143.9 +16.405
15 1 12 Marco BEZZECCHI ITA CIP Mahindra 143.9 +16.514
16   11 Livio LOI BEL Leopard Racing Honda 143.9 +16.639
17   8 Nicolo BULEGA ITA SKY Racing Team VR46 KTM 143.9 +16.752
18   96 Manuel PAGLIANI ITA CIP Mahindra 143.9 +16.996
19   71 Ayumu SASAKI JPN SIC Racing Team Honda 143.9 +17.046
20   6 Maria HERRERA SPA AGR Team KTM 143.9 +17.206
21   65 Philipp OETTL GER Südmetall Schedl GP Racing KTM 142.9 +28.501
22   14 Tony ARBOLINO ITA SIC58 Squadra Corse Honda 142.5 +33.398
23   4 Patrik PULKKINEN FIN Peugeot MC Saxoprint Peugeot 141.8 +42.059
Non classificato
    40 Darryn BINDER RSA Platinum Bay Real Estate KTM 145.0 1 Giro
    24 Tatsuki SUZUKI JPN SIC58 Squadra Corse Honda 143.9 2 Giri
    27 Kaito TOBA JPN Honda Team Asia Honda 143.9 2 Giri
    23 Niccolò ANTONELLI ITA Red Bull KTM Ajo KTM 140.6 5 Giri
    88 Jorge MARTIN SPA Del Conca Gresini Moto3 Honda 138.2 6 Giri
    5 Romano FENATI ITA Marinelli Rivacold Snipers Honda 145.0 9 Giri
    75 Albert ARENAS SPA Aspar Mahindra Moto3 Mahindra 142.1 13 Giri
Non al via
    7 Adam NORRODIN MAL SIC Racing Team Honda   0 Giro

 

FONTE: MotoGP.com

  • Francino83, Senigallia (AN)

    Il Morbido ha sicuramente la possibilità di tenersi il campionato in mano. Concentrazione, costanza, determinazione, intelligenza e set up.
    Salvo imprevisti ci farà sognare. Pecco veramente gran sorpresa.
    La moto 3 resta sempre Garibaldina in tutto, nel bene e nel male; sembra che in questo weekend "Dio" abbia usato parecchie volte le pinze..
  • mael56, Baiso (RE)

    grandissimi i due Italiani , uno la conferma l'altro la costante crescita ....
Inserisci il tuo commento