GP della Gran Bretagna. Lo sapevate che...?

GP della Gran Bretagna. Lo sapevate che...?
Giovanni Zamagni
Che l'accordo tra Aprilia e Gresini verrà annunciato a Misano? Che Fenati vuole passare alla Honda? Che Rossi per sistemare la messa a punto ha saltato la Safety Commission? Che Colin Edwards sarà il collaudatore di riferimento della Michelin? | G. Zamagni, Silverstone
1 settembre 2014

Punti chiave

APRILIA-GRESINI: ANNUNCIO A MISANO

Ufficialmente, Fausto Gresini non ha ancora deciso, ma l’accordo con l’Aprilia sembra praticamente certo e verrà ufficializzato a Misano. «Decideremo nei prossimi giorni» ha ripetuto all’infinito il team manager italiano, ma nemmeno la Honda crede più che Fausto continui il rapporto con la HRC, iniziato nel 1997 con Alex Barros e la 500 2T bicilindrica. Scelti anche i piloti: Alvaro Bautista, con un contratto pare di tre anni e Marco Melandri, che corre con l’Aprilia SBK, che con l’Aprilia ha vinto il titolo iridato della 250 e che con il team Gresini ha disputato la sua miglior stagione in MotoGP (2° nel 2005). Più confusa la situazione per le classi minori: nella Moto3, Gresini si è iscritto ancora con la KTM, ma la Honda sta facendo pressione, perché vorrebbe prendere Enea Bastianini, la più bella sorpresa del 2014. Sicuro, invece, il ritiro dello sponsor “Go&Fun”: anche per questo si è arrivati all’accordo con l’Aprilia.

 

QUALE FUTURO PER REDDING?

Se veramente il team Gresini passerà all’Aprilia, Scott Redding dovrà cercare un’altra sistemazione. La HRC ha provato a “girare” la moto ufficiale al team Martinez, che però non ha i 3 milioni e 300.000 euro per la RC213V. Si è parlato della possibilità che il team VDS, quello gestito da Michel Bartholemy, manager di Redding, allestisse una squadra apposta per Scott in MotoGP, ma domenica Bartholemy ha fatto un po’ marcia indietro. La HRC, però, vuole tenerlo e potrebbe anche piazzarlo comunque nel team Martinez, agevolando l’acquisto della moto ufficiale. In alternativa, si è fatto sotto il team Pramac, che lo alletta con un contratto ufficiale con la Ducati. Ma l’operazione sembra piuttosto difficile, anche perché nel 2015 difficilmente saranno pronte tre GP15.

TEAM VR46: “SPOGLIATOIO” SPACCATO

Tesissima la situazione all’interno del team VR46, con Romano Fenati che avrebbe chiesto di passare alla Honda. Valentino ha detto di no e il suo commento alle ultime prestazioni di Romano è stato piuttosto duro: «Eravamo convinti che Fenati potesse fare molto bene, ma mi sembra che adesso non abbia più la stessa convinzione e determinazione di prima». La rottura tra Fenati e il team VR46 sembra inevitabile: potrebbe venire sostituito da Niccolò Antonelli (in trattativa anche con Martinez e la Mahindra), pilota della VR46 Accademy.

 

BAUTISTA TORNA ALLE SHOWA 2013

Dopo averle provate – con ottimi risultati – a Brno nei test di lunedì, nel GP della Gran Bretagna Alvaro Bautista e il suo team hanno deciso di tornare alle sospensioni Showa del 2013, che sembravano garantire maggiore aderenza alla gomma posteriore. I risultati di Alvaro, purtroppo, però non sono cambiati.

 

HAYDEN RITORNA SOLO QUANDO E’ AL 100%

Nicky Hayden sta recuperando dopo il difficile intervento al polso destro («tutto sta procedendo al meglio» ha fatto sapere), ma non sarà sicuramente in pista a Misano: dovrebbe rientrare ad Aragon. Il team, comunque, non gli mette nessuna fretta e ha consigliato, giustamente, a Nicky di non affrettare i tempi e di rientrare solo quando è più o meno sicuro di essere al 100%. Hayden, ricordiamolo, ha un contratto con Martinez anche per il 2015, ma la conferma dipende proprio dalla sua situazione fisica; intanto, il team spagnolo sta trattando con Loris Baz per la seconda Honda “Open”.

ROSSI SALTA LA SAFETY COMMISSION

«Siamo nella m…» aveva detto Valentino Rossi dopo la prima giornata di prove libere. Per risolvere le difficoltà, Valentino è stato a lungo chiuso nel box, saltando addirittura il tradizionale incontro con la “Safety Commission”: un fatto più unico che raro, per il pilota di Tavullia.

 

TROY CORSER: “SBK IN CRESCITA”

Troy Corser, campione del mondo SBK, è stato a Silverstone «per vedere il GP, ma anche per affari di mia moglie». Domenica Corser ha pranzato nell’hospitality Alpinestars assieme a John Hopkins, in circuito con la moglie e la figlia di un anno; sorprendente, a mio parere, la sua valutazione sul mondiale SBK. «Secondo me è meglio dell’anno scorso, piano piano viene perfezionato». Piuttosto duro, invece, il giudizio su Marco Melandri. «L’Aprilia sembra una moto competitiva, quanto meno non inferiore alla Kawasaki. Ma se già dopo una settimana litighi con tutto il team, difficilmente puoi vincere il mondiale».

 

DEFINITI I TEST DEL 2015

L’Irta, l’associazione dei team, ha comunicato il calendario dei test della MotoGP della prossima stagione: dal 4 al 7 febbraio si proverà a Sepang (il 7 gireranno solo i collaudatori con le Michelin); dal 23 al 26 febbraio di nuovo a Sepang (il 26 i piloti ufficiali gireranno con le Michelin) e dal 6 al 9 marzo o dal 13 al 16 marzo (ancora da definire) si andrà in Qatar (in notturna): in questo caso, sarà la prima giornata destinata alla Michelin, sempre per i collaudatori. In via di definizione il calendario 2015, che, come già anticipato, è previsto su 19 GP.

EDWARDS COLLAUDATORE MICHELIN

Quella che era una voce adesso è una certezza: Colin Edwards sarà il collaudatore di riferimento della Michelin, Casa per la quale l’ormai ex pilota americano ha già lavorato. Edwards correrà a Valencia come wild card, e il giorno dopo, sempre con la Yamaha, effettuerà i primi test con la Michelin. Prima della fine dell’anno sarà in pista altre tre volte, due in Malesia e una in Giappone, mentre per il 2015 è già definito un calendario di 12 giornate.

 

2015: SILVERSTONE O DONINGTON?

Dal 2016, il GP della Gran Bretagna si disputerà sulla nuova pista in costruzione in Galles, ma ancora non è stato deciso se nel 2015 si correrà nuovamente a Silverstone o si tornerà a Donington. Le condizioni dell’asfalto di Silverstone – disastrose: «per quanto riguarda le buche è il peggiore della stagione» hanno detto concordi tutti i piloti – sembrano far propendere per Donington, ma la decisione ufficiale non è ancora stata presa.

 

CONFRONTO DIRETTO

Dopo dodici GP, vediamo come sta andando tra compagni di squadra (o tra piloti con la stessa moto). Marquez/Pedrosa: in prova 11 a 1, in gara 11 a 1. Rossi/Lorenzo: in prova 1 a 11, in gara 6 a 6. Dovizioso/Iannone: in prova 8 a 4, in gara 8 a 4. Espargaro(P)/Smith: in prova 4 a 8, in gara 6 a 5. Bradl/Bautista: in prova 11 a 1, in gara 5 a 6.

 

IO L’AVEVO DETTO

Jorge Lorenzo, venerdì pomeriggio: «Con la gomma 2014 è impossibile per noi recuperare, se non cambiando filosofia di costruzione della M1». Classifica GP Gran Bretagna: 1. Marquez (Honda), 2. Lorenzo (Yamaha) a 0”732, Rossi (Yamaha) a 8”519. Lorenzo sarà ben contento di essersi sbagliato.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...