Video

DopoGP con Nico e Zam: il GP delle Americhe 2019

- Zam non c’è, rimarrà un po’ negli USA, oggi c’è Ezio Gianola. Ad Austin Márquez domina, ma poi cade: prima vittoria di Rins, Rossi ottimo secondo. Poi Miller e Dovi, leader in campionato. Problemi grossi per Honda, Ducati in difficoltà, meglio Suzuki e Yamaha

La scivolata di Márquez conferma: ci sono problemi per Honda? Anche Crutchlow e Lorenzo sono andati clamorosamente ko. Meritatissima invece la prima vittoria di Alex Rins, che sul finale piega addirittura un pur ottimo Valentino, scattato (benissimo) dalla prima fila col secondo tempo. Viñales invece delude: anticipa la partenza e butta una buona possibilità. Morbidelli ottimo quinto.


Sulle buche di Austin appare in difficoltà la Desmosedici (Miller a parte): anche se Dovizioso si riscatta in gara e sfiora il podio (Petrucci ancora sesto), la lacuna è da approfondire. E da capire anche come, in casa KTM, Pol Espargaró surclassi Zarco, solo 13°. E perché Iannone sembra non uscire dalla crisi e viaggia su ritmi troppo bassi.


Nelle altre classi, successo di Canet (il pilota di Biaggi) in Moto3, con Migno sul podio; in Moto2 Pasini sfiora clamorosamente il terzo posto, mentre Luthi vince. Per la prossima gara finalmente si arriva in Europa: il 5 maggio GP di Spagna a Jerez, dove l’anno scorso Márquez vinse e Lorenzo fece strike con Pedrosa e Dovi...

Guarda il video su YouTube

Scarica l'audio della puntata

 

 

SONDAGGI

  • renzino9867, Loano (SV)

    Non sono un gran esperto di Motogp ma vi faccio un ragionamento.

    In questa Motogp siamo sicuri che conti ancora così tanto il pilota ?? Mi spiego.

    Zarco un fenomeno con yamaha privata spesso dava paga a rossi e maveric. Ora in Ktm scomparso.

    Morbidelli l'anno scorso con honda privata sembrava una delusione, con yamaha mezzo fenomeno.

    Debuttanti con Ducati in sto periodo diventano Stoner dopo le prime prove libere.

    Aggiungo che Lorenzo super super campione con yamaha , scomparso o quasi con altre moto (comprese la super ducati).

    L'unico che va con honda è un Marq-ziano.

    Stilerei quindi classifica 2019 delle moto in base a quanto sopra:

    1. Yamaha : compromesso telaio/motore migliore, si adatta a tutti, tutti van forte, 2019 salita molto rispetto 2018
    2. Ducati : super motore, meno facile da capire , vanno meglio i giovani che arrivano da moto2 rispetto a piloti da altre marche già in motogp
    3. Honda : già detto c'è uno solo che la fa andare
    4. Suzuki in crescita
    5. le altre in coda...

    Quindi le sorprendenti prestazioni di rossi credo siano frutto sicuramente della sua guida ma soprattutto della moto migliore come pacchetto e non il contrario (zarko con ufficiale dove sarebbe arrivato ?).

    Vorrei vedere Lorenzo con una yamaha
  • sebastian4240, Genova (GE)

    Bellissimo come sempre e questa volta con Ginola un pizzico in più, inviatelo più spesso è passate dal trio al poker.
Inserisci il tuo commento