Video

DopoGP con Nico e Zam. Il GP d'Italia 2017

- Una giornata indimenticabile, tripletta italiana come nel 2008: con Migno, Pasini e Dovizioso con la Ducati. Yamaha concreta, Honda indietro, due Ducati sul podio. Ma cosa succede a Iannone?


L’ingegner Bernardelle analizza il livellamento delle prestazioni in MotoGP: tutti molto vicini in prova e la causa è nelle gomme. Poi basta il minimo errore nel setting per restare tagliati fuori, come Pedrosa. La famosa Michelin anteriore 070 ha fatto il suo dovere? E inoltre, le ali servivano davvero? Le punte velocistiche sono le stesse, è calata la stabilità?


Moto per moto, andiamo ad analizzare la corsa deludente di Jorge Lorenzo e le probabili mosse tecniche Ducati. La vittoria del Dovi rende ancora più problematica la soluzione. E poi ancora l’equilibrio di Yamaha, che aveva due piloti acciaccati, la crisi della Honda che sembra però causata da qualche errore del team la domenica mattina. Zamagni ci riporta la situazione tesa nel box Suzuki e in quello Aprilia: un solo pilota può perdersi, forse ce ne vogliono due, Iannone aveva guidato esclusivamente la Ducati e non ha confronti in squadra.


La prossima gara subito, domenica prossima: il GP di Catalogna al Montmelò. Come è cambiata la pista dopo la tragedia di Luis Salom, quali livelli di grip, a chi si presta, i nostri pronostici.

 

Guarda la puntata su YouTube

Scarica l'audio della puntata

 

I Sondaggi

 

 

 

  • Stiducatti, Corsico (MI)

    Io non credo alla possibilità che Vinales abbia in qualche modo rinunciato ad attaccare Dovizioso.
    Gli ultimi 4 giri Dovi si è gestito, girando sotto l'1.48 nelle ultime due tornate (1.47.800 l'ultimo giro). Per tutta la gara lui e Vinales hanno fatto più o meno gli stessi tempi, miglior giro compreso (ci sono 50 centesimi di differenza a favore dello spagnolo), quindi Vinales forse sperava che Andrea non sarebbe più stato in grado di spingersi sotto l'1.48 sul finire della gara a causa dell'usura delle gomme e ha provato a stare il più vicino possibile per approfittarne, ma così non è stato.

    Più forte di come andava e più forte di Dovizioso, a mio parere Maverick non era in grado di andare.
  • MAXPAYNEIT, Fusignano (RA)

    Per iannone e' presto detto....toglietegli belen e ricomincia ad andare,quando non cade.....
Inserisci il tuo commento