Cal Crutchlow

Cal Crutchlow operato allo scafoide: "Voglio correre, alla prossima di Jerez ci sarò"

- Intervento riuscito per il pilota britannico, che aveva riportato una frattura allo scafoide dopo la caduta nel warm up di Jerez. Conta nel recupero lampo e di essere comunque in pista per il Gran Premio di Andalucia
Cal Crutchlow operato allo scafoide: Voglio correre, alla prossima di Jerez ci sarò

Cal Crutcholw è stato operato ieri alla mano sinistra per applicare un mezzo di sintesi allo scafoide della mano sinistra e giovedì sarà in pista a Jerez per sottoporsi all’esame della commissione medica. La stessa che settimana scorsa gli aveva negato di prendere parte alla gara proprio a causa delle condizioni del polso sinistro.

“L’intervento è riuscito - ha detto Crutchlow che in un precedente post su Instagram aveva anche augurato a Marc Marquez di rimettersi in fretta - e conto di poter essere al via del Gran Premio di Andalucia”. Parole, quelle del pilota britannico, confermate anche da Lucio Cecchinello, del team satellite di Honda. “Giovedì il dottor Angel Charte valuterà la sua idoneità per correre - ha spiegato - Intanto, con gli uomini del team stiamo già per mettere a disposizione i migliori mezzi a Cal, così che possa tornare a correre già venerdì mattina per la prima sessione di libere al circuito Angel Nieto di Jerez”.

Crutchlow, lo ricordiamo, è stato operato ieri a Barcellona, dal dottor Xavier Mir e della sua equipe, gli stessi che hanno eseguito l’intervento chirurgico per l’applicazione della placca di sintesi all’omero di Marc Marquez.

Questo articolo è stato pubblicato lunedì 20 luglio 2020 e aggiornato mercoledì 22 luglio 2020

  • Alessandro200958, Mogliano Veneto (TV)

    Io non so come mail tutti questi infortuni, la temperatura critica per le gomme?
    La foga di piloti che erano ai box da troppo tempo?
    Oppure la troppa lontanaza da moto con prestazioni paurose?
    Io opto per la terza e trovo folle la limitazione così stringente per i test...
Inserisci il tuo commento