Olimpiadi e MotoGP: Tokyo 2020, ecco quali sport seguiranno i piloti

Olimpiadi e MotoGP: Tokyo 2020, ecco quali sport seguiranno i piloti
  • di Emanuele Pieroni
Marc Marquez e Valentino Rossi su una cosa vanno d’accordo: “I 100 metri sono imperdibili”. Anche Zarco la pensa così, ma per amore di patria si concentrerà sul salto con l’asta
  • di Emanuele Pieroni
23 luglio 2021

C’è una cosa su cui Marc Marquez e Valentino Rossi sono in perfetta sintonia: la gara che non intendono perdersi tra tutte quelle che saranno proposte con le Olimpiadi di Tokio, è quella dei 100 metri. Lo riferiscono i colleghi di Speedweek, che hanno chiesto ai piloti della MotoGP se seguiranno le Olimpiadi e, eventualmente, quali saranno le discipline su cui concentreranno sicuramente la loro attenzione. La risposta di Marc Marquez e Valentino Rossi, come già accennato, è stata comune: “Soprattutto quando c’era Bolt – ha detto lo spagnolo – non avrei mai perso una batteria dei 100 metri”. Idem Valentino Rossi, che ha aggiunto: “Anche i 200 metri sono spettacolari”. In generale, comunque, i piloti hanno dimostrato di apprezzare particolarmente tutti gli sport, specificando che le Olimpiadi sono un appuntamento da non perdere al di là delle preferenze di ognuno. E per qualcuno, come ad esempio Johann Zarco, sono anche un’occasione per rinnovare l’amore verso la bandiera: “Mi piacciono molto i 100 metri – ha detto il francese di Pramac – ma sono molto legato a Renaud Lavillenie che mi ha fatto apprezzare tantissimo il salto con l’asta e che ha regalato grandi soddisfazioni alla Francia”.

Più disinteressato, invece, il connazionale del ducatista, Fabio Quartararo, con l’attuale leader della classifica mondiale della MotoGP che non s’è nascosto dietro un dito: “Generalmente non seguo in maniera ossessiva i Giochi Olimpici, ma mi hanno detto che quest’anno ci sarà anche lo Skateboard e penso che quella sarà la gara che non vorrò perdermi”. Il più originale, invece, è Jack Miller, con l’ufficiale della Ducati che proprio non riesce a staccarsi dalle due ruote: “Anche la BMX è nuova – ha ricordato Miller - Abbiamo alcuni piloti BMX decenti in Australia. Non vedo l'ora di vedere cosa possono fare. Anche nel Nuoto ce la caviamo e in passato ho avuto modo di vedere in azione Michael Phelps, un impressionante superuomo capace di arrivare e dominare". Anche Miguel Oliveira, di KTM, infine, punta tutto sull’orgoglio nazionale: “Siamo molto fortunati, abbiamo diversi atleti in diversi sport: siamo sempre molto bravi nel Judo, con Telma Monteiro abbiamo una medaglia. Quest'anno sono anche molto entusiasta di vedere come vanno le cose nel Surf con Federico 'Kikas' Morais”.

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...