125 stradali a Novegro, passione alla mostra scambio

125 stradali a Novegro, passione alla mostra scambio
Il 125 Club era a Novegro con il proprio stand. Non si vende nulla, ma si parla e si respira passione per le 125 stradali
10 novembre 2014

L’associazione 125 Club Italia by 125stradali.com e gilerarv200.it ha funzionato molto bene ed insieme abbiamo costruito veramente un bellissimo stand, con tante belle fotografie. Devo dire che la Cagiva Mito Lawson II è stata la 125 più fotografata ed ammirata da tutti, vecchietti, donne e bambini inclusi. Non c’è nulla da fare: la Mito Lawson è veramente la Ferrari delle 125! Ammiratissima anche la Honda NSR SP Rothmans e l’Aprilia RS Extrema Sport Pro in colorazione Reggiani Replica.
 


Durante il corso dei tre giorni trascorsi assieme, avremo parlato con qualche centinaio di persone. La formula “hospitality” è stata molto indovinata e oltre alle nostre 125, credo che saranno in tanti a ricordarsi le nostre focaccine, la torta ed i bicchieri di ottimo Berlucchi e Ferrari che si sprecavano. Grazie a tutti coloro che armati di passione e voglia di parlarci si sono fermati al nostro stand.

 

Massimo Lucchini Gilera, nipote del fondatore Giuseppe Gilera, e Presidente del Registro Storico Gilera, al quale vanno i nostri più sentiti ringraziamenti per la inaspettata sorpresa ed al quale rinnoviamo l’invito per provare una Gilera 125 anni 80/90 che, lo sentiamo con tutto il cuore, non potrà non considerare Gilera come le loro illustri progenitrici prodotte dalla sua famiglia quando aveva ancora il controllo e la proprietà dell’azienda.
 


Guido Meda, una voce che “c’è” e che ci ha fatto crescere. Grazie per la tua simpatia e grazie per essere stato uno dei nostri. Ti aspettiamo a braccia aperte ad un raduno.
 


Claudio Lusuardi che ci ha deliziato ancora con incredibili aneddoti legati al mondo della Sport Production e che, naturalmente, non appena ha visto una Cagiva Mito le si è subito avvicinato, richiamato da quell’irresistibile amore per le rosse di Schiranna. Qui lo vedete ritratto con Enrico Repetti (sulla dx), grande pilota della Sport Production anni 90, che è nostro nuovo socio.

 


Il nostro socio Romolo Ciancamerla, l’Ing. che ha progettato la Gilera SP01, che ci ha deliziato con una veloce conferenza, molto apprezzata dal pubblico che in certi momenti ha praticamente imballato lo stand, sul tema: “Il fenomeno delle 125 stradali anni 80 visto dal tavolo di un progettista”.
 


La Mostra-Scambio è stata molto proficua per molti di noi che hanno portato a casa ricambi introvabili a poco prezzo. Per fortuna, quelli ci sono ancora. Difatti, le 125 scarseggiavano e purtroppo non si sono viste 125 stradali degne di nota. Un vero peccato che lascia aperto un dubbio: con i prezzi che stanno salendo, forse ora le moto più belle rimangono nei garage dei collezionisti. D’altronde, basta sentire l’intervista all’Ing. Ciancamerla, il valore tecnico delle 125 stradali era altissimo ed in termini di contenuti tecnologici ed investimenti, il segmento delle 125 per ben 10 anni è stato senza dubbio il mercato più agguerrito in Europa. Presto proveremo a suggerire un valore alle 125 anni 80 e 90, partendo dalle più rare SP ed iniziando dai numeri di produzione (che stiamo scientificamente raccogliendo) e dall’analisi del mercato che puntualmente facciamo da oltre 7 anni.
 

Una bella Laverda GS Lesmo.
Una bella Laverda GS Lesmo.
Bella fuori, meno bella sotto le vesti: un poco ossidata
Bella fuori, meno bella sotto le vesti: un poco ossidata
Gilera CX radiata. Venduta a 2.700€
Gilera CX radiata. Venduta a 2.700€

 

 

In collaborazione con 125stradali.com

 

Da Automoto.it

Caricamento commenti...