Viaggio sulla Via dell’Ambra

Viaggio per la Via dell’Ambra, agosto 2016, con Ale e Clau. Un'avventura meravigliosa attraverso i Paesi sul Mar Baltico
13 giugno 2018

Anche quest’anno abbiamo avuto la possibilità di farci un bel viaggio con la nostra Bmw F650 GS, che ci ha accompagnati attraverso un altro pezzo d’Europa.
Partenza da Firenze all’inizio di agosto, con direzione Klagenfurt, attraversando le nostre imponenti e meravigliose Dolomiti, per la prima tappa, dove avremmo passato la notte in campeggio: stupenda cittadina molto tranquilla, piena di turisti, che sviluppa intorno ad un grande lago immerso nel verde delle montagne austriache.
Come seconda tappa, ripartiti di buon'ora, abbiamo scelto come prossimo obiettivo Cracovia, attraversando anche una parte di Repubblica Ceca e passando proprio di fronte alla trafficata Brno. E a Cracovia abbiamo avuto il primo assaggio di pioggia, che ci ha accompagnato lungo tutto il viaggio.
Abbiamo visitato le miniere di sale, scolpite decine di metri sotto terra con una cura e una maestosità inimmaginabile: si dice che il percorso delle miniere allunghi la vita di un anno, appunto per via del sale che si respira nell'aria.
La città di Cracovia è bellissima da visitare, con i suoi imponenti e appuntiti edifici e castelli. Nell’occasione abbiamo visitato i campi di Auschwitz e Birkenau: non ci sono parole per descrivere quello che si prova solamente a immaginare la sofferenza che veniva da coloro che erano lì nei tempi bui. Nell’atmosfera si respira un senso di malessere pensando a come sia potuto succedere quel che successe. Ma come dice una citazione che si trova nel campo di Auschwitz II,  “dobbiamo ricordare per non commettere più gli stessi errori”.

Ripartiamo verso Elk, una cittadina a nord della Polonia sviluppata intorno ad un lago, molto carina da vedere in un paio d ore.
Proseguiamo verso la penisola Kurlandese, in Lituania, percorrendo una lunga strada lungo questa stretta striscia di terra dove si trovano non troppi paesi e molti alberi. Più a sud, verso il confine con la Russia, ci sono moltissime distese di sabbia con dune alte anche decine di metri, con in lontananza il Mar Baltico: un panorama mozzafiato.


Lasciataci alle spalle la penisola, ci siamo diretti in Lettonia, nella città di Riga, molto curiosa e bella da visitare, in particolare per il grande mercato centrale.
Per la tappa successiva abbiamo puntato verso Tallin, in Estonia: una meravigliosa città che sorge su un promontorio circondata dalle mura, che presentano diverse terrazze dalle quali è possibile ammirare il panorama sul Mar Baltico.
La sera, quando fa buio, Tallin è molto suggestiva con i suoi monumenti, chiese ed edifici molto ben illuminati. Per una cena tutta tipica della città c’è un ristorante in stile medievale chiamato Olde Hansa, dov'è possibile gustare una varietà di piatti della tradizione èstone a base di carne di orso ed alce.
Ci siamo rimessi in viaggio verso Vilnius, in Lituania, non tralasciando però il bellissimo Palazzo di Rundale, in Lettònia, e la famosa Collina delle Croci (in Lituania): una piccola collinetta completamente ricoperta da croci di varie dimensioni portate da devoti.
Vilnius è molto carina, anche se presenta un centro piccolo che si sviluppa principalmente sulla strada centrale e più vecchia della città, caratterizzata da molti spazi verdi e aiuole.
Come ultima tappa di questo viaggio in questa parte di Europa abbiamo scelto infine Vienna.
La capitale austriaca offre molte attrazioni da visitare, come musei, il parco di Schönbrunn, e infinite cattedrali e opere d’arte a cielo aperto che la rendono unica.
Lungo questo viaggio abbiamo percorso strade con panorami magnifici e particolari che lasciano un bellissimo ricordo dentro di noi.

Alessio Ermini

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...