TEST Moto Morini SEIEMMEZZO STR e SCR: le abbiamo provate in ANTEPRIMA! Come vanno e come sono fatte

Abbiamo provato in anteprima le nuovissime Moto Morini 650 nelle due declinazioni: la STR, più stradale, e la SCR, in configurazione scrambler. Vi raccontiamo come sono fatte a Trivolzio, dove le moto vengono progettate, disegnate e collaudate dai tecnici italiani
4 agosto 2022

Abbiamo provato in anteprima le nuovissime Moto Morini SEIEMMEZZO 650 nelle due declinazioni: la STR, più stradale, e la SCR, in configurazione scrambler.

Vi raccontiamo come sono fatte a Trivolzio, presso la Moto Morini, dove le moto vengono progettate, disegnate e collaudate dai tecnici italiani. Alberto Monni, general manager di Moto Morini, ci spiega nel dettaglio le caratteristiche, la filosofia che porta alla nascita della SEIEMMEZZO, ma anche l'interessantissimo prezzo di lancio. La Moto Morini SEIEMMEZZO impiega il motore 650 bicilindrico della X-Cape, che viene rivisto a livello di mappa e di scarico. Il telaio in acciaio è dedicato e sono nuove le sospensioni Kayaba, completamente regolabili. L'impianto frenante è Brembo con ABS (non disinseribile).

Molto particolare la scelta dei cerchi: a razze sulla STR, a raggi tubeless sulla SCR. Ma a stupire è il diametro anteriore, pari a 18 pollici (contro i soliti 17 delle moto nude). Una scelta precisa, voluta per dare alla Moto Morini SEIEMMEZZO un feeling più naturale e meno reattivo sulle orribili strade italiane. Il 18" è infatti meno rapido a scendere in piega, ma molto più rotondo e facile.

Su strada ci ha convinti, sia me che Cristina Bacchetti che ci dà il suo prezioso commento su due moto nuove, pensate anche per i giovanissimi e le ragazze. La moto viene commercializzata in versione standard o limitata a 35 kW (per i possessori di patente A2).

Piacevole, pieno ai bassi e sempre generoso il motore, che dispone di 60 cavalli, sufficienti per una velocità di punta di 170 km/h. Le finiture sono curate, soprattutto se pensiamo all'ottimo prezzo, e la strumentazione è completa e ben leggibile. Compare qualche vibrazione oltre i 130 km/h, velocità poco consone su una moto che nasce per viaggiare senza fretta. La maneggevolezza è ottima, grazie al peso di 200 kg.

Le nuove SEIEMMEZZO della Morini
Le nuove SEIEMMEZZO della Morini

La Moto Morini SEIEMMEZZO STR raccontata da Cristina

La prima sensazione in sella alla Moto Morini Seiemmezzo STR è che tutto sia esattamente al suo posto: a partire dall'ergonomia stessa del triangolo sella - manubrio - pedane, fino a tutti i dettagli quali i blocchetti al manubrio (retroilluminati!), i tasti, gli specchietti.

Per me che misuro 165 centimetri, quindi un'altezza nella media, la STR è accogliente e pratica, perché la sella a 81 centimetri da terra permette di appoggiare agevolmente i piedi così che manovre a basse velocità o fermate d'emergenza non risultino mai problematiche. Ne attira di sguardi, la Seiemmezzo. Sguardi curiosi, affascinati, esperti.

E anche qualche complimento, soprattutto da chi le Morini le ha vissute tanto tempo fa. Hanno un nome importante, queste nuove arrivate, che portano con orgoglio e senza sfigurare. Appurato che la posizione di guida e le finiture della moto siano più che ok, partiamo per la nostra prova dinamica con la bianca STR.

Appena accesa il rombo del motore lascia intendere intenzioni più che serie, il borbottio del bicilindrico lascia il posto a un bel sound corposo una volta ingranata la prima marcia e dato fiato al motore. La frizione non è tra le più morbide provate, ma la possibilità di regolarne la leva rende tutto più facile, il cambio è preciso, silenzioso e morbido, particolare non trascurabile soprattutto se si usa la moto nei continui start&stop cittadini.

In ambito urbano la STR si comporta egregiamente, non richiede cambi di marcia e anche le sospensioni lavorano a favore del comfort di chi la guida, ma è fuori città che dà il meglio di sé, sulle prime alture lontana sfodera un caratterino inaspettato che permette divertimento al neofita, in piena sicurezza, così come al motociclista più navigato che, magari, non ha più voglia di tirare il collo a moto da 200 cavalli.

Anche qui le sospensioni accompagnano la guida, godereccia o veloce che sia, assecondando pieghe e curve anche su asfalti non perfetti. La posizione un pelo caricata sull'avantreno aumenta il feeling con la moto e la gommatura Pirelli Angel GT, con l'anteriore da 18 pollici, fa il resto. A favore della sicurezza di chi guida c'è certamente anche la frenata: ben modulabile, calibrata, mai invasiva e con un ABS che funziona davvero solo quando serve, e bene. Non mette in crisi nemmeno in caso di fermata di emergenza o inchiodate su fondi irregolari. In conclusione, una moto piacevole, ben costruita e bella da esibire al bar così come da portare sui passi di montagna. Bella sì, e soprattutto... italiana!

La STR
La STR

La Moto Morini SEIEMMEZZO SCR

Ha le gomme tassellate Pirelli MT60 e il manubrio rialzato. La sua guida è facile in ogni situazione. Solo la sella è un po' duretta, ma si tratta di una moto preserie e Moto Morini sta già lavorando per rendere la definitiva più confortevole.

Non nasce per il fuoristrada serio, ma con queste gomme le strade bianche si affrontano senza alcun problema. Su strada, manubrio a parte, propone le ottime sensazioni della STR guidata da Cristina. Sono belle moto, queste SEIEMMEZZO.

Perfette per la classica giornata di guida. Lasci la città, fai un bagno al mare. E intanto pieghi a più non posso!

L'arrivo a Sestri Levante per la meritata focaccia
L'arrivo a Sestri Levante per la meritata focaccia

Scheda tecnica SCR

MISURE GENERALI:
Lunghezza x larghezza x altezza: 2150 x 890 x 1155
Interasse: 1425 mm
Peso a secco: 200 kg
Altezza sella: 810 mm
Capacità serbatoio:16L
TELAIO:
Traliccio: in acciaio
Forcellone: in alluminio
SISTEMA FRENANTE:
Freno anteriore: Doppio disco da 298 mm, pinze flottanti, 2 pistoni
Freno posteriore: Disco singolo da 255 mm, 2 pistoni
ABS: BOSCH ABS 9.1 Mb
SOSPENSIONI:
Anteriore: Upside-Down Kayaba 43 mm, escursione ruota 120 mm. Regolabile in precarico, idraulica in estensione e compressione
Posteriore: Kayaba monoshock
escursione ruota 120 mm regolabile in precarico e controllo idraulico in estensione.
CERCHI:
Cerchi a raggi, tubeless
PNEUMATICI:
Pneumatico anteriore: 120/70- 18M/C Pirelli MT60RS
Pneumatico posteriore: 160/60- 17M/C Pirelli MT60RS
MOTORE:
Tipo di motore: 2 cilindri in linea, 4 tempi
Cilindrata: 649 cc
Alesaggio per corsa: 83mm x 60mm
Rapporto di compressione: 11.3:1
Coppia massima: 54 Nm / 5,5 kgm /7000 rpm
Potenza massima: 44,5 kW / 61Cv /8250 rpm
Sistema di iniezione: BOSCH EFI
Velocità massima: 170 Km/h
Sistema di raffreddamento: a liquido
Distribuzione: DOHC 8 valvole
Classe di emissioni: euro 5
COLORI:
Navy Green
Blue Storm
Night Black

Scheda tecnica STR

MISURE GENERALI:
Lunghezza x larghezza x altezza: 2150 x 820 x 1120
Interasse: 1425 mm
Peso a secco: 200 kg
Altezza sella: 810 mm
Capacità serbatoio: 16L
TELAIO:
Traliccio: in acciaio
Forcellone: in alluminio
SISTEMA FRENANTE:
Freno anteriore: Doppio disco da 298 mm, pinze flottanti, 2 pistoni
Freno posteriore: Disco singolo da 255 mm, 2 pistoni
ABS: BOSCH ABS 9.1 Mb
SOSPENSIONI:
Anteriore: Upside-Down Kayaba
43 mm, escursione ruota 120 mm
Regolabile in precarico, idraulica in estensione e compressione
Posteriore: Kayaba monoshock escursione ruota 120 mm regolabile in precarico e controllo idraulico in estensione
CERCHI:
Cerchi in lega leggera, tubeless
PNEUMATICI:
Pneumatico anteriore: 120/70- 18M/C Pirelli Angel GT
Pneumatico posteriore: 160/60- 17M/C Pirelli Angel GT
MOTORE:
Tipo di motore: 2 cilindri in linea, 4 tempi
Cilindrata: 649 cc
Alesaggio per corsa: 83mm x 60mm
Rapporto di compressione: 11.3:1
Coppia massima: 54 Nm / 5,5 kgm /7000 rpm
Potenza massima: 44,5 kW / 61 Cv /8250 rpm
Sistema di iniezione: BOSCH EFI
Velocità massima: 170 Km/h
Sistema di raffreddamento: a liquido
Distribuzione: DOHC 8 valvole
Classe di emissioni: euro 5
COLORI:
Star Light White
Fire Red
Smoky Anthracite

Da Automoto.it

Caricamento commenti...