Yamaha Off-Road Camp, buona la prima

  • di Emilio Lunassi
Si è appena concluso il primo Off-Road Camp di Yamaha a Maggiora, il primo evento completamente dedicato al fuoristrada dell’azienda giapponese che si è svolto il 19 marzo e al quale hanno partecipato moltissimi appassionati. Ve lo raccontiamo
  • di Emilio Lunassi
27 marzo 2022

Prima di tutto va precisato, ma solo per dovere di cronaca, che l’evento non si è svolto nel circuito internazionale di motocross a Maggiora ma poco più in la (massimo 500 metri) alla off-road Arena. Un contesto a noi completamente nuovo che nulla ha a che vedere in termini di struttura alla sorella pista di motocross. Un vero e proprio Action Sport Park dove troviamo un anello in terra battuta per le gare di traverso, all'interno del quale si sviluppa un ulteriore tracciato per le 2 e 4 ruote sempre in terra battuta per un totale di circa 50.000 mq.
Troviamo poi una grandissima area espositiva 22.700 mq, un bosco percorribile (4.000 mq) e ovviamente tutti i servizi utili per poter accogliere il grande pubblico, 1.600 ingressi per questo evento. 

Il primo degli eventi Yamaha, si spera infatti ce ne siano molti altri, è stato organizzato in grande ed è stato un successo. Non sapevamo cosa aspettarci ma il programma era chiaro. Avremmo avuto infatti la possibilità di provare in più contesti la Yamaha Ténéré, portare con noi eventualmente la famiglia per far assaporare un corso di guida fuoristrada ai bambini e infine provare side-by-side le 4 ruote off-road di Yamaha.
 

Questa volta però ci è venuta un’idea! Nell’ultimo periodo come avrete notato abbiamo inserito un nuovo format dentro i nostri video, ovvero il CHIEDILO AL PERFETTO. I nostri utenti hanno infatti la possibilità di fare domande direttamente ai nostri giornalisti, in questo caso ad Andrea Perfetti, su qualsiasi argomento o moto.

Un nostro storico lettore ha bombardato di domande sulla Yamaha Ténéré il nostro Perfetto e così abbiamo pensato di portarlo con noi per fargli vivere questa giornata unica ma soprattutto per fargli provare bene questa moto e vedere di convincerlo ad acquistarla.

Pietro Favale, così si chiama il fortunato lettore, non se lo è fatto ripetere due volte ed è salito in auto con noi direzione Maggiora.
Test ride su strada, corso di guida off-road, test ride in linea (Bosco), side-by-side nella pista in terra battuta e molto altro sono le esperienze che ha passato con noi.

Il tutto sotto l’occhio vigile dei piloti Yamaha come Alessandro Botturi e Pol Tarres.
Nel video vediamo com’è andata. Per noi buona la prima!

Abbigliamento utilizzato

Stivali: Gaerne SG12

Ultime da News

Caricamento commenti...