eventi

Wheels and waves: le foto delle moto e del pubblico

- Lasciamo spazio alle immagini per mostrarvi il clima festoso di Biarritz. Protagonista è la moto, ma anche il pubblico non scherza
Wheels and waves: le foto delle moto e del pubblico

Prosegue il nostro viaggio a Biarritz, dove siamo arrivati (ospiti di Yamaha Italia) per seguire il raduno di moto special e custom oggi più importante in Europa. Pensate che in sole cinque edizioni il pubblico è passato da 300 persone a oltre 8.000. Le prime stime del 2015 parlano infatti di un successo incredibile, che testimonia la crescita del segmento custom (inteso come quello che raccoglie le moto classiche personalizzate dai loro proprietari).
Siamo stati a Biarritz quest'anno per la prima volta e, in tutta onestà, eravamo un po' prevenuti. Ci aspettavamo un clima da fighetti, attratti più dalla moda della moto che dalla moto.
Ci sbagliavamo, e di grosso. Attorno alle moto classiche si rivedono finalmente i giovani. Per assurdo l'età di chi gira in pista è molto più alta di quella media vista a Wheels and waves. Le moto semplici, facili da guidare e belle da guardare piacciono ai ragazzi e risvegliano la voglia di pasticciare la propria moto. Come facevamo noi quarantenni coi 125 qualche lustro fa.
Di fighetti da aperitivo (così tanti di voi chiamano i motociclisti che usano la moto per andare al bar o poco più) ne abbiamo visti pochi. Abbiamo toccato con mano una passione viscerale per la moto. I motociclisti visti a Biarritz fanno di lei un elemento totalizzante. E non importa che costi 15.000 euro o che sia un ferro vecchio invendibile. Basta sia speciale agli occhi del proprietario, e che faccia un bel rumore. Qui c'è ancora chi vuole sentire gli scoppi del motore quando va a spasso. E non sopporta l'esasperazione elettronica delle moto moderne. Si respira voglia di cose semplici, che durino negli anni e invecchino con noi. Difficile non innamorarsi di questa filosofia.

E' quindi comprensibile l'attenzione delle grandi Case verso questa nicchia, diventata un vero segmento di mercato. A Biarritz c'erano infatti, oltre a Yamaha, anche BMW, Ducati, Harley-Davidson, Triumph e marchi noti come Alpinestars e Dainese (oltre a molti altri ancora). Vi lasciamo alle immagini del pubblico e delle moto degli spettatori nella gallery che sopra. 

A catturare l'attenzione ci sono poi ovviamente le special dei customizer. La cosa bella è che al Wheels and waves questi mezzi unici si sfidano nella FS Race sulla Jaizkibel Mountain in una avvincente lotta uno contro uno che vede contrapposte moto diversissime per concezione, anno di produzione e livello di elaborazione.
Ecco di seguito la carrellata di moto che hanno corso a Biarritz.

 

  • Grildrig, Garbagnate Milanese (MI)

    Scende una lacrima sul mio viso ... lentamente, lentamente (libero adattamento)
Inserisci il tuo commento