Attualità

Tutti in moto: l’arte della velocità

- Il mito della velocità in cento anni di opere: fino al 18 aprile, a Pontedera si celebra l’arte di andar forte. E la moto è grande protagonista
Tutti in moto: l’arte della velocità

A Pontedera c’è la Piaggio, e già questo basterebbe a chi si reca a Firenze, Siena o Pisa per consigliare una breve deviazione fino alla città toscana, per andare a rinfrescarsi la memoria nel Museo gestito dalla Fondazione Piaggio all’interno della fabbrica dove nascono gli scooter più famosi al mondo.

Proprio per rafforzare il suo ruolo di capitale in pectore dell’industria motoristica a due ruote, non poteva che essere Pontedera ad ospitare la grande mostra “Tutti in moto! Il mito della velocità in cento anni d’arte“, a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci, ospitata al PALP (Palazzo Pretorio) ed in parte anche al Museo Piaggio, visitabile fino al prossimo 18 aprile.

Promossa dalla Fondazione per la Cultura Pontedera e dal Comune di Pontedera, patrocinata dalla Regione Toscana, la mostra è tutta dedicata al mito della velocità e al riflesso che ha avuto sulle arti figurative, sugli ideali di vita e sul costume degli italiani, dalla fine del XIX secolo agli anni del boom economico.

La mostra si apre su un’Italia ancora agreste, in cui ci si sposta prevalentemente a piedi o a cavallo: poi arrivano le macchine, cambia il mondo e il modo di rappresentarlo.

Una delle opere in mostra a Pontedera: è “Il Motociclista“, realizzata da Ugo Giannatasio nel 1918
Una delle opere in mostra a Pontedera: è “Il Motociclista“, realizzata da Ugo Giannatasio nel 1918

Le sale espositive del palazzo sono ognuna dedicata ad un diverso mezzo di locomozione: il treno, il tram, il piroscafo, la bicicletta, l’automobile, la mongolfiera, sino all’aereo a motore e, in chiusura, alla motocicletta. Oltre centocinquanta opere, tra dipinti, sculture, fotografie e manifesti di altrettanti grandi autori dell’arte italiana - da Fattori, a Bianchi e Viani, sino a Guttuso e Ziveri, passando per Severini, Baldessari e Carrà, o Boccioni, Balla e Depero -, con una preponderante presenza dei maestri del Futurismo che proprio nella velocità celebrò il mito dell'uomo nuovo, per sintetizzare il riflesso prodotto sull’immaginario collettivo da questi mezzi meccanici in continua evoluzione.

Il percorso si conclude con la progettazione della Vespa, che ha appena festeggiato i suoi primi settant’anni di vita.

Proprio al Museo Piaggio, con cui la Fondazione per la Cultura Pontedera ha avviato una felice collaborazione, la mostra prosegue con un’estensione, che ne riprende i temi principali in una ventina di tele di grande formato. E a conclusione del progetto, ospita l’esposizione “Fotografia e Velocità“, curata da Giovanni Lista.

Mostra “Tutti in Moto“: apertura da martedì a domenica 10-19, lunedì chiuso - ingresso: intero 7 euro, ridotto 5 - info@pontederaperlacultura.it - www.pontederaperlacultura.it

Museo Piaggio: apertura da martedì a venerdì 10-18, sabato 10-13 e 14-18, domenica 10-18, lunedì chiuso - ingresso: intero 5 euro, ridotto 3,5 - museo@museopiaggio.it - www.museopiaggio.it - tel. 0587 27171

Biglietto unico Palazzo Pretorio e Museo Piaggio: 10 euro, ridotto 8

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento