Attualità

Settimana della sicurezza stradale. Love30, elogio alla lentezza

- Sembra banale, ma per aumentare la sicurezza stradale la prima regola è abbassare i limiti di velocità in città a 30 km/h
Settimana della sicurezza stradale. Love30, elogio alla lentezza

La Settimana mondiale della sicurezza stradale promossa dalle Nazioni Unite arriva alla sua sesta edizione. Dal 17 al 23 maggio 2021 saranno giorni per pensare e riflettere su un argomento troppo spesso sottovalutato e sul quale si ha la convinzione ci sia poco da fare. In realtà è l'esatto contrario perché basterebbero alcuni piccoli accorgimenti per raggiungere grandi risultati. In particolare il tema centrale di quest'anno è la riduzione della velocità.

L'invito rivolto alle istituzioni in particolare, ma anche a tutti i cittadini, è quello di abbassare il limite di velocità consentita nei centri urbani a 30 km/h (20 mph). "Le strade a bassa velocità rendono le città non solo sicure, ma anche sane, verdi e vivibili - spiega il comunicato stampa delle Nazioni Unite -. Gli obiettivi della settimana sono raccogliere impegni politici a livello nazionale e locale per garantire limiti di velocità a 30 km/h e generare sostegno locale per tali misure". I partner di tutto il mondo sono invitati a partecipare alla campagna #Love30 per costruire #StreetsforLife. 

 
  • lucamax62, Milano (MI)

    30 km/h rende più sicuro ?
    Solo un imbecille può sostenere una tesi del genere.

    Se fosse solo la velocità allora nelle autotrade tedesche dove non c'è limite dovrebbero esserci i cimiteri invece delle stazini di servizio.

    BAsta prenderci per i fondelli !
  • DarioDay

    Mi aggiungo al coro di più educazione, più infrastruttura e meno limiti.

    Dalle mie parti per limitare la velocità in un tratto pericoloso sono stati piazzati tre panettoni di cemento, due a bordo strada ed uno al centro, facendo in modo che le auto abbiano circa una spanna di spazio libero per lato. Nessun limite particolare, nessun autovelox e nonostante ciò tutti a passo d'uomo!

    Quando il pericolo è percepito la velocità si abbassa automaticamente. Inutile fare stradoni con corsie da 5 m per poi piazzarci un limite assurdo ed una serie di autovelox. In questo modo guidare diventa talmente noioso che poi la gente gioca col telefonino per passare il tempo.

    Ed ancora: analisi dettagliate e ricostruzioni precise delle più comuni tipologie di incidenti. Basta con i generici "ha perso il controllo del mezzo": imparariamo dagli errori degli altri come si fa in aviazione.
Inserisci il tuo commento