aste

Mike Hailwood: asta record per l'orologio del nove volte campione del mondo

- Il prezioso cronografo d'oro Heuer del quarto pilota più titolato di sempre verrà messo all'incanto da Bonhams

Ci sono piloti e poi ci sono giganti del motociclismo come Giacomo Agostini, Ángel Nieto, Valentino Rossi e Mike Hailwood, nell’ordine i quattro motociclisti più vincenti di tutti i tempi, seguiti a breve distanza anche da Marc Marquez che, proprio poco tempo fa, ha portato a casa l’ottavo titolo mondiale della propria carriera

Tra tutti questi, Mike Hailwood è stato l’unico pilota a competere in due dei massimi campionati sia a due che quattro ruote, avendo anche corso nella Formula1 ed è ricordato, tra l’atro, per aver salvato la vita a Clay Regazzoni trascinandolo via dalla sua F1 in fiamme durante il GP del Sud Africa nel 1973.

Proprio quel gesto gli valse la George Cross, la seconda onorificenza più alta del Regno Unito, conferita per atti di eroismo, ma non solo, infatti, sempre in quell’anno, come riconoscimento per il gesto, Mike Hailwood ebbe in dono un orologio d’oro, un Heuer Carrera, regalatogli dallo stesso Jack Heuer, all’epoca presidente del marchio.

 

Mike Hailwood e il suo Heuer Carrera Photo credits: MotorSport
Mike Hailwood e il suo Heuer Carrera Photo credits: MotorSport

L’orologio, sul fondello, riporta la dedica “To Mike Hailwood for a successful 1973 Jack Heuer”, con la quale il proprietario della casa orologiera augurava una buona stagione al pilota. Questo specifico modello di cronografo, il 1158CHN Carrera è, già di per sé, un esemplare molto ambito dai collezionisti di tutto il mondo, in quanto si stima che sia stato realizzato in meno di 500 esemplari e, con il proprio pedigree, sicuramente questo esemplare è quello maggiormente ricercato tra tutti.

 

Mike Hailwood e il suo Heuer Carrera Photo credits: MotorSport
Mike Hailwood e il suo Heuer Carrera Photo credits: MotorSport

L’Heuer Carrera, prodotto adesso da Tag Heuer, dopo che TAG che ha rilevato il marchio nel 1985, è un modello ancora in produzione, essendo diventato un classico della maison, soprattutto perché nella versione Monaco, è stato indissolubilmente legato all’immagine di Steve McQueen che lo indossò nel 1971 durante le riprese di “Le Mans”. Non solo, però, perché durante tutto il decennio degli anni ’70, ad averlo al polso erano anche Niki Lauda, Mario Andretti, Jacky Ickx, Gilles Villeneuve e gli altri piloti transitati dalla Scuderia, Regazzoni compreso, grazie ad una partnership tra la casa orologiera e la casa di Maranello.

L’orologio di Mike Hailwood, scomparso in un incidente stradale all’età di 40 anni, è rimasto nelle mani della famiglia fino al giorno d’oggi ma verrà presto messo all’incanto da Bonhams con un prezzo stimato tra gli 11.000 e i 17.000 euro ma c’è la certezza quasi matematica che l’asta verrà infuocata dai partecipanti che vorranno portarsi a casa un cimelio di una leggenda del motociclismo.

Photo Credits: MotorSport & Bonhams

  • peval01, alfonsine (RA)

    Grandiosa la foto con Hunt in braghe corte e ciabatte...quanto eravamo tutti più semplici, una volta...e quanto stavamo meglio :-)
  • Giovanni Gallo

    Mi sembra doveroso ricordare anche Carlo Ubbiali e i suoi 9 titoli mondiali
Inserisci il tuo commento