Vendite in Italia

Le vendite rallentano a giugno (-5,8%), ma il semestre è a +4,3%. Le Top 100

- Prima frenata del mercato a giugno, che però si confronta con uno straordinario giugno 2017. Il semestre chiude in positivo, con le moto a +10%. BMW GS, Yamaha Tracer e Honda Africa Twin le più vendute del mese
Le vendite rallentano a giugno (-5,8%), ma il semestre è a +4,3%. Le Top 100

Commercialmente parlando giugno vale più degli altri mesi dell’anno, registrando mediamente il 13% delle immatricolazioni di moto e scooter complessive. Si tratta di un mese importante anche perché a metà anno le novità sono ormai tutte disponibili nella rete dei concessionari: vale quindi di più il rallentamento delle immatricolazioni che si è registrato quest’anno a giugno, anche se va detto subito che il confronto va fatto con un giugno 2017 che aveva ottenuto un incremento molto alto (+25,6%), dopo alcuni mesi ad andamento relativamente brillante.

Ma veniamo al mese appena concluso. Le immatricolazioni totali sono state 27.456, ovvero in calo del 5,8%.
Le moto hanno tenuto botta (-0,8%) mettendo a segno 10.733 unità vendute (dodici mesi prima avevano visto un +26%, rispetto a un +10,5% di giugno 2016), mentre gli scooter hanno sofferto maggiori difficoltà accusando un -8,8% e 16.763 unità vendute. E non si è fermata l’emorragia dei cinquantini: solo 2.405 registrazioni e un -22,6%. Anche in questo caso, però, il giugno 2017 era stato controcorrente rispetto al resto dell’anno, con i ciclomotori a +14,1%.
Guardando al mercato dell'automobile, le immatricolazioni di giugno hanno registrato un -7.3%.
 

Le Top 50 di giugno

E' così che fra i primi trenta veicoli immatricolati a giugno troviamo in testa sempre uno scooter Honda SH, ma stavolta si tratta del più costoso 300i. Seguono i “fratelli” 150 e 125, davanti ai Beverly 300 e Liberty 125. L’Honda X-ADV è in testa fra i maxi scooter, precedendo di poche unità la prima moto: la solita BMW R 1200 GS, che si riprende il vertice della classifica dopo che il primo posto era stato ottenuto dalla Honda Africa Twin a maggio: Honda che comunque è seconda a giugno. Terza è nuovamente la Yamaha Tracer 900.

La Top 50 Moto di giugno

Pos. Marca Modello Unità
1 BMW R 1200 GS 501
2 YAMAHA TRACER 900 472
3 HONDA AFRICA TWIN 323
4 YAMAHA MT-07 308
5 BENELLI TRK 502 / TRK 502 X 276
6 DUCATI SCRAMBLER 800 242
7 HONDA NC 750 X 224
8 BMW R 1200 GS ADVENTURE 205
9 MOTO GUZZI V7 200
10 DUCATI MULTISTRADA 1260 198
11 YAMAHA MT-09 181
12 BENELLI LEONCINO 500 / LEONCINO TRAIL 180
13 KAWASAKI Z 650 180
14 KAWASAKI Z 900 180
15 DUCATI MULTISTRADA 950 158
16 KAWASAKI VERSYS 650 151
17 DUCATI PANIGALE V4 / PANIGALE V4S 142
18 YAMAHA TRACER 700 138
19 SUZUKI DL650A V-STROM 124
20 KTM 125 DUKE 114
21 HONDA CB 650 F 110
22 YAMAHA XSR 700 95
23 TRIUMPH STREET TWIN 88
24 HONDA CB 500 X 85
25 KTM 790 DUKE 83
26 BMW R NINE T URBAN 80
27 DUCATI MONSTER 821 78
28 FANTIC MOTOR 125 78
29 HONDA CB 1000 R 77
30 BMW R NINE T SCRAMBLER 76
31 TRIUMPH TIGER 800 76
32 BMW G 310 GS 75
33 KTM 390 DUKE 75
34 YAMAHA MT-125 75
35 BMW S 1000 XR 73
36 DUCATI SCRAMBLER 1100 73
37 HONDA CB125R 73
38 SUZUKI GSX-S750A 73
39 DUCATI HYPERMOTARD 939 / HYPERMOTARD 939 SP / HYPERSTRADA 939 72
40 KTM 1290 SUPER ADVENTURE S 71
41 HONDA CB 500 F 64
42 TRIUMPH BONNEVILLE T100 62
43 BENELLI TORNADO NAKED T 125 60
44 BMW F 850 GS 60
45 KEEWAY SUPERLIGHT 125 60
46 DUCATI MONSTER 797 59
47 BMW R 1200 R 57
48 HARLEY-DAVIDSON XL883N IRON 883 55
49 YAMAHA MT-03 ABS 55
50 BMW F 750 GS 54

 

 

La Top 50 Scooter di giugno

Pos. Marca Modello Unità
1 HONDA ITALIA SH 300 1.493
2 HONDA ITALIA SH 150 1.393
3 HONDA ITALIA SH 125 1.376
4 PIAGGIO BEVERLY 300 ABS 1.168
5 PIAGGIO LIBERTY 125 ABS 798
6 YAMAHA XMAX 300 788
7 KYMCO AGILITY 125 R16 633
8 HONDA X-ADV 750 538
9 YAMAHA TMAX 500 499
10 PIAGGIO BEVERLY 350 473
11 PIAGGIO VESPA GTS 300 390
12 KYMCO PEOPLE S 150 382
13 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 125 366
14 PIAGGIO MEDLEY 125 348
15 KYMCO X-TOWN 300I 320
16 KYMCO PEOPLE S 125 293
17 SYM SYMPHONY 125 S 293
18 HONDA SH MODE 125 251
19 YAMAHA XMAX 400 251
20 PIAGGIO LIBERTY 150 ABS 247
21 KYMCO PEOPLE ONE 125I 243
22 KYMCO DOWNTOWN 350I ABS 220
23 KYMCO AGILITY 150 R16 190
24 PEUGEOT TWEET 125 187
25 KYMCO AK 550 157
26 YAMAHA XENTER 125 150
27 SYM SYMPHONY 200 ST 149
28 HONDA INTEGRA 140
29 KYMCO PEOPLE GTI 300 139
30 HONDA ITALIA PCX 125 138
31 HONDA ITALIA VISION 110 124
32 YAMAHA NMAX 125 121
33 SYM SYMPHONY 125 ST 110
34 YAMAHA XMAX 125 110
35 PIAGGIO MEDLEY 150 102
36 PIAGGIO MEDLEY 125 97
37 PIAGGIO VESPA SEIGIORNI 300 92
38 BMW C 650 SPORT 91
39 KYMCO XCITING 400I 89
40 SUZUKI AN400A BURGMAN 87
41 KYMCO LIKE 125 86
42 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 150 85
43 YAMAHA NMAX 155 78
44 PEUGEOT TWEET 150 71
45 YAMAHA TRICITY 155 66
46 KYMCO G-DINK 300I 65
47 PIAGGIO MP3 300 LT YOURBAN 65
48 SYM JET 14 125 CBS 59
49 SYM CITYCOM S.300I 58
50 PEUGEOT BELVILLE 200 52
51 SUZUKI UH200A BURGMAN 52
52 YAMAHA TRICITY 125 52

 

 

Il 2018 è ancora positivo

La prestazione opaca di giugno finisce per penalizzare l’andamento annuale, dopo che i primi cinque mesi del 2018 aveva messo a segno un +7,4%.
La somma di moto e scooter immatricolati nel periodo gennaio-giugno vede la cifra di 130.297 unità, ovvero +4,3%. Un anno fa il differenziale era stato +7,1%. Le moto immatricolate sono state 58.258 con un incremento che vale un buon +9,8% (è stato del +7% nel primo semestre del 2017) a conferma della ripresa voglia di moto.

Non vale lo stesso discorso per gli scooter che vendono 72.039 unità (la differenza in volumi rispetto alle moto si sta riducendo da un paio d’anni) con una stabilità fissata in un +0,3%.

 

La Top 100 Moto gennaio-giugno

Cinque enduro/crossover occupano le prime cinque posizioni, seguite da tre naked e poi da altre due crossover: è questa ormai la solida tendenza. E che vede ai primi nove posti della classifica moto oltre i 700 cc. Prosegue il duello GS/Africa Twin per la prima posizione, con BMW che piazza però la versione Adventure al terzo posto. 
Alcune considerazioni sparse: le prime 15-20 posizioni vedono la presenza praticamente degli stessi modelli di un anno fa (alcune novità 2018 sono evoluzioni di modelli esistenti), segno della stabilità della domanda che va di pari passo con l’aumento delle immatricolazioni. La Scrambler 800 è la prima Ducati , che precede nella classifica di marca le due Multistrada (1260 e 950) e la novità assoluta Panigale V4 che con 640 unità vendute occupa la ventesima posizione ed è la prima super sportiva in graduatoria.
Benelli sale bene in classifica e ottiene il decimo posto con la TRK 502, sopravanzando la Guzzi V7 (primo modello venduto della marca di Mandello degli ultimi anni) e piazza il Leoncino 500 al tredicesimo. Davanti ad altre moto a guida alta, già consolidate e tutte di media cilindrata, quali Versys 650, Tracer 700 e V-Strom 650, con l’inserimento della Multistrada 950
La prima 125 in classifica è ancora una volta la Duke di KTM (21° posto), mentre scende al 28° posto la prima Harley-Davidson (Iron 883): un anno fa era 17esima. Ha perso la spinta iniziale la Ducati SuperSport (67° posto), quando l’anno scorso nel primo semestre era ventinovesima.
Perdono qualche posizione anche BMW R nineT Scrambler (ma va meglio la Urban) e la KTM 1290 Super Adventure S, passata da 476 a 395 esemplari.
Come sottolinea il comunicato Ancma, le vendite premiano il segmento naked (con 22.663 unità e un +14%), davanti alle enduro stradali (18.715 unità e una crescita pari a +12,5%). Queste due categorie rappresentano oltre il 70% delle immatricolazioni moto. Calano invece le turismo con 7.696 unità (-1,9%) e crescono ma con numeri piccoli le custom (3.558 immatricolazioni e un +3,5%). Bene le sportive, parliamo sempre di una categoria diventata quasi minoritaria, con un +9,6% (3.192 unità). Piccolo incremento anche per le supermotard con 1.780 moto e un +2,3%. A fronte di una leggera diminuzione delle turistiche (spesso sostituite dalle enduro stradali) tutti le tipologie sono in crescita e questo è un buon segnale.
La divisione per fasce di cilindrata vede vede sempre in vantaggio i segmenti maggiori, curiosamente con volumi identici. Le oltre 1.000 cc sono infatti 16.022 unità (+5,4%) e le moto fra 800 e 1.000 replicano con 16.022 unità ma perdono un -6,9% rispetto al 2017. Le moto oltre 800 sfiorano il 60% del venduto.
Stabili le medie cilindrate 600-750 (+0,4%) con 10.100 unità vendute. Crescono forte le 300-500 grazie alle molte novità introdotte con 8.955 veicoli targati e un +74,6%. Crescono meno le moto fra 150 e 250n (1.532 unità e un +14,4%, mentre le 125 mantengono un buon incremento (+36,1%) con 5.627 immatricolazioni.
 

Pos. Marca Modello Segmento Unità
1 BMW R 1200 GS Enduro 2.588
2 HONDA AFRICA TWIN Enduro 2.295
3 BMW R 1200 GS ADVENTURE Enduro 1.654
4 YAMAHA TRACER 900 Turismo 1.636
5 HONDA NC 750 X Enduro 1.357
6 YAMAHA MT-07 Naked 1.332
7 DUCATI SCRAMBLER 800 Naked 1.309
8 YAMAHA MT-09 Naked 1.170
9 DUCATI MULTISTRADA 1260 Turismo 1.141
10 BENELLI TRK 502 / TRK 502 X Enduro 1.101
11 MOTO GUZZI V7 Naked 1.068
12 KAWASAKI Z 900 Naked 953
13 BENELLI LEONCINO 500 / LEONCINO TRAIL Naked 882
14 KAWASAKI VERSYS 650 Enduro 858
15 YAMAHA TRACER 700 Turismo 789
16 DUCATI MULTISTRADA 950 Turismo 780
17 SUZUKI DL650A V-STROM Enduro 740
18 KAWASAKI Z 650 Naked 720
19 HONDA CB 650 F Naked 666
20 DUCATI PANIGALE V4 / PANIGALE V4S Sportive 640
21 KTM 125 DUKE Naked 558
22 KTM 390 DUKE Naked 515
23 HONDA CB 500 X Turismo 484
24 BMW R NINE T URBAN Naked 483
25 BMW G 310 GS Enduro 478
26 YAMAHA XSR 700 Naked 430
27 BMW S 1000 XR Enduro 427
28 HARLEY-DAVIDSON XL883N IRON 883 Custom 397
29 KAWASAKI Z 900 RS Naked 397
30 KTM 1290 SUPER ADVENTURE S Enduro 395
31 TRIUMPH TIGER 800 Enduro 390
32 BMW R NINE T SCRAMBLER Naked 381
33 DUCATI SCRAMBLER 1100 Naked 375
34 KTM 300 EXC Enduro 373
35 TRIUMPH STREET TWIN Naked 372
36 SUZUKI DL1000A V-STROM Enduro 366
37 DUCATI MONSTER 821 Naked 359
38 SUZUKI GSX-S750A Naked 359
39 TRIUMPH STREET TRIPLE Naked 356
40 KTM 790 DUKE Naked 346
41 FANTIC MOTOR 125 Supermotard 343
42 DUCATI HYPERMOTARD 939 / HYPERMOTARD 939 SP / HYPERSTRADA 939 Supermotard 341
43 HONDA CB 500 F Naked 333
44 YAMAHA MT-125 Naked 326
45 ENFIELD HIMALAYAN Enduro 311
46 BMW R 1200 RT Turismo 310
47 BMW R 1200 R Naked 303
48 BENELLI TORNADO NAKED T 125 Naked 302
49 BETA RR 2T 300 MONOPOSTO Enduro 293
50 TRIUMPH BONNEVILLE T100 Naked 289
51 DUCATI MONSTER 797 Naked 288
52 HARLEY-DAVIDSON XL1200X FORTY-EIGHT Custom 273
53 KAWASAKI Z1000 SX Turismo 273
54 KTM SUPER DUKE R 1290 Naked 272
55 HONDA CB 1000 R Naked 269
56 HONDA CMX 500 REBEL Custom 258
57 KAWASAKI VERSYS 1000 Enduro 256
58 TRIUMPH BONNEVILLE T120 Naked 256
59 YAMAHA MT-03 ABS Naked 244
60 KTM 350 EXC-F Enduro 243
61 TRIUMPH STREET SCRAMBLER Naked 241
62 YAMAHA MT-10 Naked 236
63 KEEWAY SUPERLIGHT 125 Custom 231
64 HONDA CB125R Naked 228
65 YAMAHA YZF-R1 Sportive 217
66 SUZUKI SV650A Naked 215
67 DUCATI SUPERSPORT / SUPERSPORT S Sportive 214
68 YAMAHA XT 1200 Z Enduro 212
69 TRIUMPH TIGER 1200 Turismo 211
70 KAWASAKI NINJA 400 Sportive 200
71 APRILIA DORSODURO 900 Supermotard 199
72 KAWASAKI VULCAN S Custom 198
73 ENFIELD BULLET 500 Turismo 197
74 HUSQVARNA 701 SUPERMOTO Supermotard 197
75 KTM 1090 ADVENTURE R Enduro 193
76 KEEWAY TXM 125 Supermotard 192
77 BMW G 310 R Naked 190
78 HONDA CB 125F Naked 186
79 DUCATI SCRAMBLER 400 Naked 184
80 BENELLI BN 302 Naked 183
81 HUSQVARNA TE 300 Enduro 183
82 BMW R 1200 RS Turismo 182
83 BETA RR 4T 125 BIPOSTO Enduro 179
84 KAWASAKI NINJA 650 Sportive 175
85 HARLEY-DAVIDSON FXBB STREET BOB Custom 174
86 TRIUMPH SPEED TRIPLE 1050 Naked 172
87 YAMAHA XSR 900 Naked 169
88 DUCATI 959 PANIGALE Sportive 165
89 BMW S 1000 R Naked 161
90 HARLEY-DAVIDSON FLHXS STREET GLIDE SPECIAL Turismo 160
91 HARLEY-DAVIDSON FXFBS FAT BOB Custom 160
92 HONDA CRF 250 R Enduro 160
93 SWM SM 125 R Supermotard 160
94 SUZUKI GSX-R1000 Sportive 156
95 KTM 250 EXC Enduro 155
96 BETA EVO 2T 300 Trial 154
97 DUCATI MONSTER 1200 Naked 154
98 APRILIA TUONO V4 1100 RR Naked 152
99 BMW F 800 R Naked 151
100 BRIXTON SCRAMBLER Naked 150

 

La Top 100 Scooter gennaio-giugno

Guidano sempre la classifica di categoria i tre scooter Honda SH, anche se in volumi hanno perso rispetto al primo semestre dell’anno scorso. I modelli più venduti sono quelli noti, prevalentemente a ruota alta e con le prime venti posizioni – e la stragrande maggioranza del mercato - saldamente in mano a Honda, Piaggio, Yamaha e Kymco.
Fra i maxi scooter è da segnalare il superamento dell’Honda X-ADV ai danni del rivale Yamaha T-Max che scende dalla quinta alla decima posizione in classifica. Peraltro Honda ha visto dimezzare le vendite dell’Integra rispetto all’anno scorso, tanto che la somma dei due modelli è passata dalle 2.989 unità del primo semestre 2017 alle 3.052 di quello appena chiuso. 
Passando alle classi di cilindrata, il segmento maggiore è quello che va dai 300 ai 500 cc che con 25.967 unità crescono del 2,5%. Crescono meglio i 125 (+8,4%) totalizzando 25.740 immatricolazioni e preparandosi forse al sorpasso. Le cilindrate tra 150 e 250 perdono invece il 12,8% (13.537 unità) e calano anche i maxi-scooter oltre 500 (6.795 unità e un -6,3%) e non per demerito dei ricordati modelli Honda e Yamaha.

Pos. Marca Modello Unità
1 HONDA ITALIA SH 150 5.819
2 HONDA ITALIA SH 300 5.423
3 HONDA ITALIA SH 125 5.298
4 PIAGGIO BEVERLY 300 ABS 5.079
5 YAMAHA XMAX 300 3.639
6 PIAGGIO LIBERTY 125 ABS 3.277
7 KYMCO AGILITY 125 R16 2.747
8 HONDA X-ADV 750 2.494
9 PIAGGIO BEVERLY 350 2.426
10 YAMAHA TMAX 500 2.194
11 PIAGGIO MEDLEY 125 1.718
12 PIAGGIO VESPA GTS 300 1.712
13 KYMCO PEOPLE S 150 1.653
14 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 125 1.555
15 KYMCO X-TOWN 300I 1.371
16 YAMAHA XMAX 400 1.180
17 KYMCO PEOPLE S 125 1.160
18 KYMCO PEOPLE ONE 125I 1.127
19 HONDA SH MODE 125 1.053
20 PIAGGIO LIBERTY 150 ABS 1.046
21 SYM SYMPHONY 125 S 1.042
22 KYMCO DOWNTOWN 350I ABS 1.013
23 KYMCO AGILITY 150 R16 935
24 PIAGGIO MEDLEY 150 720
25 PEUGEOT TWEET 125 688
26 KYMCO PEOPLE GTI 300 680
27 SYM SYMPHONY 200 ST 667
28 KYMCO AK 550 636
29 SUZUKI AN400A BURGMAN 625
30 YAMAHA XENTER 125 605
31 HONDA ITALIA VISION 110 581
32 HONDA INTEGRA 558
33 KYMCO XCITING 400I 529
34 BMW C 650 SPORT 524
35 YAMAHA NMAX 125 453
36 SYM SYMPHONY 125 ST 436
37 YAMAHA XMAX 125 417
38 YAMAHA TRICITY 155 395
39 PIAGGIO VESPA SEIGIORNI 300 389
40 PIAGGIO VESPA PRIMAVERA 150 374
41 KYMCO G-DINK 300I 364
42 YAMAHA NMAX 155 359
43 KYMCO LIKE 125 350
44 PIAGGIO VESPA SPRINT 125 341
45 PIAGGIO MP3 300 LT YOURBAN 305
46 YAMAHA TRICITY 125 298
47 PEUGEOT TWEET 150 270
48 HONDA ITALIA PCX 125 265
49 KAWASAKI J300 263
50 KYMCO AGILITY 125 CARRY 261
51 PEUGEOT BELVILLE 200 253
52 SYM JET 14 125 CBS 250
53 ASKOLL ES3 228
54 SUZUKI AN650A BURGMAN 223
55 SYM CITYCOM S.300I 222
56 SYM CRUISYM 300 215
57 SUZUKI UH200A BURGMAN 178
58 SUZUKI ADDRESS 110 176
59 YAMAHA D'ELIGHT 172
60 SYM JOYRIDE 200 S 169
61 BMW C 650 GT 166
62 PIAGGIO VESPA GTS 125 158
63 QUADRO QUADRO4 125
64 KYMCO X-TOWN 125 115
65 YAMAHA XENTER 150 101
66 PIAGGIO MP3 300 LT ABS 94
67 KEEWAY LOGIK 125 93
68 PEUGEOT BELVILLE 125 93
69 PIAGGIO LIBERTY 125 CORPORATE 85
70 SYM MIO 115 CBS 77
71 PIAGGIO VESPA SPRINT 150 74
72 PIAGGIO MP3 500 LT ABS 66
73 KYMCO LIKE 150 63
74 SYM CROX 125 62
75 SYM FIDDLE III 125 61
76 SYM SYMPHONY CARGO 125 56
77 SYM FIDDLE III 200I 50
78 HONDA FORZA 125 ABS 48
79 KEEWAY CITY BLADE 125 47
80 KSR MOTO CLASSIC 125 46
81 PEUGEOT METROPOLIS 46
82 SYM JOYMAX 300 MY12 46
83 SYM JET 14 200 38
84 SYM JOYRIDE 125 S 36
85 SYM MAXSYM 400 36
86 KYMCO DOWNTOWN 125 35
87 PIAGGIO VESPA GTS 150 33
88 BMW C EVOLUTION 31
89 QUADRO QUADRO3 30
90 DAELIM AROMA 125 29
91 KYMCO PEOPLE GTI 125 24
92 PIAGGIO VESPA GTS 300 SUPER 22
93 DAELIM S3 ADVANCE 21
94 KAWASAKI J 125 21
95 PEUGEOT SPEEDFIGHT4 125 21
96 PIAGGIO VESPA 125 20
97 LML NV 125 19
98 LML STAR 4T LITE 19
99 LML STAR DELUXE 150 18
100 PEUGEOT DJANGO 125 17

 

Fonte dati: Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture
Elaborato da UNRAE per ANCMA

 

 

  • zuffo7101, Piacenza (PC)

    la brixton 100sima nella classifica semestrale è inglese o la solita cinesata ?
    125 o 250 cc ?
  • Lucatwin1

    Questo forum prende tantissimo tempo ad aggiornarsi.

    Prima di replicare e' meglio attendere almeno 12 ore perche' i vostri interlocutori magari hanno gia' espresso un'altra opinione (a cui voi non potete rispondere con cognizione perche' nn e' stata ancora postata).

    L'impressione generale e' di un dialogo tra sordi che si mandano a fare.

    Calma&gesso. Anzi, calma e giesse.
Inserisci il tuo commento