Le Mans sarà il Gran Premio numero 1000

Le Mans sarà il Gran Premio numero 1000
Nico Cereghini
  • di Nico Cereghini
La gara francese coinciderà con una tappa molto speciale per il motomondiale: sarà il GP numero mille della nostra storia e la cornice è tra le più belle e amate dal pubblico. Le statistiche della nostra storia, però, premiano soprattutto l’Italia
  • Nico Cereghini
  • di Nico Cereghini
18 gennaio 2023

Il sito ufficiale di Dorna Sport nota che l’appuntamento del 14 maggio 2023, il Gran Premio di Francia, occuperà un posto speciale nella storia della moto: Le Mans ospiterà infatti il millesimo Gran Premio del mondiale. In uno scenario da favola, per gli appassionati: un anno fa ad affollare le tribune nel giorno della gara c’erano oltre 110.000 spettatori e l’evento è stato votato come miglior Gran Premio del 2022.

A Le Mans, la classe regina ha esordito nel 1969. Era la terza prova della stagione, vinse Ago con la MV Agusta (aveva vinto anche le prime due gare, e avrebbe vinto le successive sette…). Il tracciato Bugatti, dopo 35 Gran Premi, nel 2000 è diventato una tappa fissa del calendario.

Invece, il primo Gran Premio della nostra storia si era svolto nel giugno 1949 al TT, isola di Man, in un campionato andato in scena con soli sei appuntamenti per la 500, cinque per la 350, quattro per la 250, tre per la 125. Al Tourist Trophy dominarono i britannici, come era lecito aspettarsi: Daniell con la Norton in 500, Freddie Frith in 350 con la Velocette e l’irlandese Barrington con la Guzzi in 250.

Il podio MotoGP dell'ultimo GP a Le Mans
Il podio MotoGP dell'ultimo GP a Le Mans

In quel ’49, i piloti italiani ebbero modo di rifarsi in seguito: il milanese Nello Pagani si laureò campione del mondo con la Mondial nella classe 125 (con dieci italiani ai primi dieci posti della classifica finale!), e vinse anche due GP della 500 con la Gilera chiudendo a pari punti con il campione Graham; il veronese Bruno Ruffo con la Moto Guzzi fu il campione della 250 davanti ad Ambrosini con la Benelli.

Da quella prima stagione 1949 il motomondiale è cresciuto fino a diventare un campionato di dimensioni globali con un calendario di ventuno GP distribuiti in cinque continenti, come accadrà nel 2023. Il nostro sport ha toccato 29 Paesi e 73 piste e, nel 2023, se ne aggiungeranno altre due.

Per gli amanti delle statistiche, negli oltre settant’anni di storia sono stati incoronati 125 diversi campioni del mondo in rappresentanza di 20 nazioni. L’Italia è al primo posto in quasi tutte le classifiche. I nostri piloti anno vinto ben 79 titoli mondiali così suddivisi: 25 nella classe 250/Moto2, 24 nella 125/Moto3, 20 nella 500/MotoGP, 8 nella 350 e infine 2 nella classe 50. Al secondo posto per titoli vinti c’è la Spagna a quota 55, mentre la Gran Bretagna è sul podio con 44; seguono staccate Germania (18), USA (17), Australia (12), Francia (8 come Rodesia, Giappone e Svizzera).

Anche considerando i piloti che hanno vinto almeno un GP in tutte le classi la nazionalità prima in classifica è quella italiana. L’Italia ha vinto sin ora ben 850 Gran Premi; seguono la Spagna 670, la Gran Bretagna 390, la Germania 191, l’Australia 188 davanti a Giappone e Stati Uniti.

 

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...