L'usato moto ha perso colpi anche a luglio. Meno del nuovo però

L'usato moto ha perso colpi anche a luglio. Meno del nuovo però
Prosegue la tendenza negativa nelle vendite dell'usato motociclistico in Italia, anche se luglio è andato meglio di altri mesi che l'hanno preceduto. L'offerta cala e i prezzi salgono
5 agosto 2022

Accade da diversi anni a queste parte che mercato del nuovo e dell'usato seguano andamenti simili. Del resto spesso a un nuovo acquisto corrisponde o il ritiro di un usato e questo alimenta il mercato.

In passato, dopo l'ultima crisi post 2010, per alcuni anni l'usato cresceva mentre il nuovo calava, perché in quel caso si trattava di un cattivo andamento dell'economia e le spese si spostarono verso l'acquisto di moto e scooter usati mentre il parco circolante era ricco di modelli anche piuttosto recenti.

Il calo che stiamo vedendo quest'anno è invece maggiormente legato alla diminuzione dell'offerta del nuovo.

Fatto sta che anche nel mese di luglio da poco concluso i passaggi di proprietà sono diminuiti.
I dati diffusi dal bollettino mensile Auto-Trend pubblicato dall'ACI indicano i passaggi netti (ovvero quelli epurati dalle minivolture che sono i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) nel numero di 62.173: significa un calo di 6,7 punti percentuali. Un po' meglio del -7,5% di giugno.

Ricordiamo che sempre a luglio le vendite del nuovo sono diminuite dell'8%, del 7% se si considerano anche le registrazioni dei ciclomotori che sono state le sole a migliorare.

Ma all'usato dell'auto è andata parecchio peggio, poiché il calo ha raggiunto il 18,6%.

Nei primi sette mesi di quest'anno i trasferimenti di proprietà netti sono stati 401.894, l'usato moto e scooter (le due categorie sono accorpate in queste statistiche) ha quindi visto una flessione del 6,9%, mentre in rapporto il mercato del nuovo ha perso meno (ovvero -4%), grazie a 205.732 immatricolazioni. Soprattutto il nuovo ha avuto un andamento con minori sbalzi fra un mese e l'altro.

Il numero delle radiazioni, essenziale per valutare come cambia il parco circolante, è stato anch'esso in calo a luglio. Le pratiche motociclistiche sono state infatti 10.756, per una diminuzione del 5,2%. Decisamente peggio è andata anche in questo caso al settore automobilistico, con 86.025 radiazioni e una perdita del 33%.

Da gennaio a luglio le radiazioni moto e scooter sono state 67.222, ovvero -6,5% rispetto alle 71.921 dell'anno precedente.

fonte dati ACI

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...