KTM 890 Adventure 2021. Caratteristiche e foto

- Dopo la nuova KTM 890 Adventure R è la volta della versione 890 Adventure standard. Nuovo motore LC8c da 105 cavalli e altre novità

Con la nuova KTM 890 Adventure va in pensione la precedente serie 790.

Un anticipo c'è stato meno di due settimane fa con le nuove 890 Adventure R e 890 Adventure R Rally (in serie limitata) e ora KTM comunica l'arrivo della 890 Adventure standard che sarà disponibile nelle concessionarie a partire dal mese di dicembre in versione 2021 ed Euro 5.

Evoluzione della 790 Adventure, arrivata appena nel 2019, la nuova 890 è spinta dal motore LC8c da 889 cc che vede la potenza salire a 105 cavalli (prima erano 95) e la coppia a 100 Nm.
I 90 cc di cubatura aggiuntiva (dai 799 cc precedenti) sono stati sostenuti da un nuovo albero motore con masse incrementate del 20% per rendere più fluida l'erogazione della coppia. Arriva poi una frizione perfezionata e irrobustita in funzione delle prestazioni superiori.

Le sospensioni WP APEX offrono un’escursione di 200 mm, mentre il monoammortizzatore è dotato di un nuovo registro dello smorzamento in estensione e di un pomello per regolare il precarico della molla in maniera più comoda e pratica.
Il nuovo telaietto posteriore è più leggero e robusto, per sostenere il passeggero e il bagaglio.

La moto è dotata di un completo pacchetto elettronico: cornering ABS, tre mappe per regolare il Cornering Traction Control (in più è disponibile la modalità Rally opzionale) e regolazione della coppia del motore in fase di rilascio (anche questo opzionale).

La posizione di guida è ispirata alle moto che corrono nei Rally, con il serbatoio da 20 litri stretto tra le ginocchia e che si sviluppa verso il basso (come già visto sulla790). La moto è dotata di pneumatici specifici Adventure, di un display TFT interfacciabile con lo smartphone per gestire la propria playlist e le telefonate in ingresso e, grazie all’app KTM MY RIDE, è possibile navigare punto per punto.

Numerosi gli accessori disponibili, tra i quali il cruise control (con l’interruttore a manubrio ora di serie), il Quickshifter+ (con impostazioni ottimizzate), la sella e le manopole riscaldate, le numerose combinazioni di valige laterali e borse da serbatoio.

Il modello 790 Adventure del 2020
Il modello 790 Adventure del 2020

“Con lo sviluppo della nuova 890 Adventure – ha detto Joachim Sauer, Product Manager - abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi offrendo una moto di livello superiore per la guida su strada e in fuoristrada. Abbiamo lavorato tantissimo sul nuovo motore per ottimizzare le prestazioni assolute e le sensazioni che si provano a bordo. Come risultato abbiamo ottenuto un grande miglioramento nella guidabilità della moto, una migliore stabilità, meno cambi marcia e un maggior comfort per lunghe giornate in sella”.

Le caratteristiche principali

  • Nuovo motore con 90 cc di cilindrata in più
  • Prestazioni migliorate con 105 CV e 100 Nm (Euro 5)
  • Migliore guidabilità grazie al 20% in più di masse rotanti
  • Frizione più robusta adattata alle prestazioni potenziate
  • Sistema di controllo del battito in testa (in caso di uso di carburante a basso numero di ottani)
  • Componenti WP Suspension di elevata qualità e nuovo ammortizzatore
  • Freni anteriori e posteriori rinnovati per un maggiore controllo
  • Impostazioni migliorate per ABS e controllo della trazione
  • Mozzi delle ruote anodizzati anziché verniciati a polvere
  • Interruttore a manubrio del Cruise Control (software aggiuntivo)
  • Peso ottimale grazie a motore e serbatoio compatti
  • Ergonomia perfezionata e nuove grafiche
  • Adatta ai viaggi, con sella in due parti (regolabile per il pilota) e parafango ribassato
  • Connettività smartphone per gestire musica e telefonate
  • App opzionale KTM MY RIDE per la navigazione turn-by-turn
  • ettorino2, Ancona (AN)

    E' una gran moto, zero dubbi, ma quanto "continua" ad essere brutta?
  • OsteoRider, Ferrara (FE)

    Rispondo a chi parla di strategie di marketing sbagliate.
    L'890 serve a rientrare nell'euro 5 senza problemi, esattamente come ha fatto Honda con Africa Twin, è il metodo meno costoso per non aggiungere peso ulteriore e complicazioni tecnologiche che portano a guasti futuri.
    In ogni caso meglio Teneré, tiene il prezzo, é piu bella e fa sempre il suo dovere, anche se va meno forte.
Inserisci il tuo commento