Vendite in Europa

Kawasaki Z900 e BMW R1250GS sono le moto più vendute in Spagna

- Le vendite motociclistiche in Spagna segnano una battuta di arresto anche a febbraio (-20%), con le moto che se la cavano meglio degli scooter. In testa alle vendite del mese e del bimestre ci sono la Kawasaki Z900 e le due BMW 1250 GS. Piaggio difende la presenza italiana
Kawasaki Z900 e BMW R1250GS sono le moto più vendute in Spagna

Gli effetti negativi della pandemia continuano a influenzare le vendite in Spagna.
Dopo il disastroso mese di gennaio, chiuso a -37%, febbraio ha continuato a perdere riducendo però il passivo a -20,7%. Che scende a -22 se alle vendite di moto e scooter si aggiungono quelle dei ciclomotori, crollati del 43% ma con volumi contenuti: 1.009 unità in totale. In buona parte il risultato dei cinquantini è dovuto ai mancati acquisti da parte delle società di noleggio (leggi modelli elettrici), con soltanto 27 acquisti contro i 634 di febbraio 2020.

A febbraio le immatricolazioni sono state 10.174 contro le 12.833 di un anno prima. Fra l'altro va ricordato che a gennaio e a febbraio 2020 si registrò un aumento delle vendite.

A soffrire maggiormente sono stati gli scooter: 4.874 unità e un -26,4%. Le moto stradali, che valgono il 44% del mercato, sono state in calo del 18,7% mettendo a referto 4.486 vendite. In crescita le fuoristrada (+12,9%) con 745 esemplari venduti.

Il maggior calo degli scooter si riflette nella diminuzione delle vendite dei modelli 125 (solitamente i più venduti in Spagna) scesi del 33%. Meglio le moto di media cilindrata (da 125 a 750 cc)con un -14,7%, mentre le oltre 750 cc sono diminuite del 26,6%.

La saldo del periodo gennaio-febbraio porta le vendite a 17.888 unità (-29%), a cui vanno aggiunti 1.807 ciclomotori che danno una diminuzione del 51,5% rispetto al primo bimestre 2020.

La Top 50 assoluta

Fra i 50 modelli più venduti, le prime sei posizioni sono occupate da scooter 125 (Yamaha NMAX è primo), poi l'Honda X-ADV 750, l'X-MAX 300 Yamaha, il Piaggio Liberty 125 e finalmente – in decima posizione – la prima moto: Kawasaki Z900 (188 unità) che è stata anche la più venduta nell'intero 2020. Seguono al 14° e 16° posto rispettivamente le BMW R 1250 GS Adventure e R 1250 GS standard.

Nessuna moto italiana compare nelle prime 50 posizioni (all'ultimo posto c'è la GASGAS 300 con 49 unità) e solo Piaggio riesce a piazzare tre scooter nella classifica parziale.

La classifica di gennaio più febbraio

La Kawasaki Z900 è anche la prima moto nella classifica del bimestre con 357 vendite (sesta assoluta), seguita dalle due citate BMW GS e dalla Honda CB650R.

Nella seconda metà di febbraio, assieme alla riapertura di alcune attività si è registrata una maggiore vivacità anche negli acquisti di due ruote.

La classifica marche di febbraio vede la Honda al primo posto, con 2.147 vendite, un calo del 14% su febbraio 2019 e con una quota di mercato del 21%. Yamaha (-35%) è seconda con il 13,3% della quota di mercato e BMW (-9,6%) è terza con il 9%.

Piaggio segna un -34%, scende al quinto posto controllando il 5,5% del mercato spagnolo. La casa italiana è in compenso prima fra i ciclomotori, pur patendo un calo del 24% rispetto a febbraio 2019.

  • emaxt6

    bene Gissi,grande con questi articoli sugli altri paesi, bello vedere i gusti altrove.
    a quanto pare la Spagna sa apprezzare e valutare un buon mezzo bilanciato con ottimo rapporto qualità prezzo come la Z900... bravi...
  • DettoFatto, Lodi (LO)

    Non mi pare che nessuno lo sottolinei mai, ma la Kawa ha piazzato una gran moto con la 900, a giudicare dai successi di vendita...
    noi stiamo sempre a celebrare il trk ma all'estero la concorrenza al GS è ben diversa
    (e proprio perchè diversa, bmw ha sempre poco da preoccuparsi)
Inserisci il tuo commento