Mercato

Honda CG 110 da 460 euro. Per l'Africa

- Dopo quello asiatico e sudamericano, è l'africano il mercato con il maggior tasso di crescita. Con moto di piccola cilindrata, semplici, affidabili e soprattutto economiche. Come questa Honda 110 fabbrica in Nigeria e venduta a 460 euro
Honda CG 110 da 460 euro. Per l'Africa

 Quello Nigeriano è diventato il primo mercato africano per la moto. Soltanto i costruttori cinesi viaggiano al ritmo di un milione di moto di piccola cilindrata l'anno. Honda è presente in Nigeria con uno stabilimento dalla capacità di 150.000 veicoli l'anno nel quale è già costruita, ad esempio, la Ace CB 125. Si tratta di una quattro tempi che è offerta anche in versione “taxi”, a sella lunga, e quindi più adatta ai carichi pesanti.

Honda Ace CB 125
Honda Ace CB 125

Dallo stesso stabilimento di Ota è iniziata ora la produzione della CG 110, venduta come la Ace a 100.000 Naria, ovvero 460 euro. Si tratta di una monocilindrica a quattro tempi raffreddata ad aria, alimentata a carburatore e con freni a tamburo. Un mezzo semplice e robusto, costruito per consumare poco e senza nulla più del necessario. Honda conta di venderne 40.000 il primo anno

La progenitrice di questo modello dedicato alla mobilità di massa, è la CG 125 e risale al 1974. Nasceva con le stesse prerogative dell'attuale: soddisfare i bisogni dei Paesi in via di sviluppo. Costruzione solida e semplice, consumo di appena 35 km al litro, la CG 125 è rimasta in produzione fino al 2008, per essere rimpiazzata dalla CBF 125. In India, nello stabilimento HMSI di Honda, è invece realizzata la CB 110 Twister, che viene venduta anche in Colombia e nelle Filippine, una motoleggera pluripremiata grazie alla linea ispirata alla Hornet 600. La categoria 110-125 si conferma ancora una volta il primo passo verso la motorizzazione di massa. Come era già accaduto in Europa nel dopoguerra.

 

  • Fermone77, Macomer (NU)

    altri tempi

    Visto? Non mi credi nemmeno tu... :D
    Va beh, complice il fatto che non la spingo alla morte e che non la uso in città, i miei consumi sono più bassi di altri possessori di CBF. Però io faccio sempre il pieno e calcolo sempre il consumo, quindi non sto esagerando. Poi d'altronde non lo dico solo io che consuma poco:
    http://maxitest.moto-station.com/moto/consommation/
    http://www.fuelly.com/motorcycle/honda/cbf125

    Certo, quando giro con lei non avrò l'adrenalina delle supersportive ma la libertà di girare spensierati senza guardare il livello della benzina è impagabile. Bisognerebbe provarlo almeno una volta. :)
  • altri tempi, Roma (RM)

    fermone77

    ciao, guarda, hai riasunto quello che cercavo di dire, (fermo restando che i 46 al litro....ci credo eh, ma faccio veramente fatica....)
    però oggi un veicolo che fa 120 km orari sui 5 km lanciati... :-))....
    non interessa più !
    apposta dico che è un falso problema, nel senso che ci sono anche in Italia, ma il volume di vendite che muove è veramente poca roba...
    tutti le cercano ma nessuno (a parte voi furbetti;-) ) le vuole...
    e poi tutti giù a lamentarsi!
Inserisci il tuo commento