Interviste

Giulio Malagoli, Ducati: "Monster 1200, un due valvole al quadrato"

- Alla vigilia del test dinamico di Monster 1200S intervistiamo il suo creatore per capire meglio cosa sta alla base di questo nuovo progetto
Giulio Malagoli, Ducati: Monster 1200, un due valvole al quadrato

 Monster 1200 è un progetto epocale per Ducati: la terza versione della naked che tanto ha saputo fare nelle fortune della Casa di Borgo Panigale è un modello maturo, prestazionale ma allo stesso tempo del tutto in linea con la filosofia originale della Monster. In occasione del lancio stampa, sull’isola di Tenerife, abbiamo potuto scambiare due chiacchiere con Giulio Malagoli, Project Manager della linea Monster (e a breve responsabile Marketing di Prodotto) per conoscere meglio la nuova Monsterona.

 

Partiamo dall’inizio: quando è nato il progetto della nuova Monster?

«Circa tre anni fa: in Ducati impieghiamo appunto circa tre anni per la gestazione di ogni nuovo modello»

 

Quali sono state allora le concorrenti prese a riferimento?

«E’ facile: tutte le concorrenti dirette – senza troppa fantasia, Triumph, Kawasaki, Honda, BMW... Ovviamente, nel definire il modello si pensa al futuro, seguendo quella che è la filosofia che si vuole infondere nel modello in oggetto»

 

Come mai la scelta controcorrente di fermarsi ad una potenza, per quanto elevata, inferiore all’attuale concorrenza?

«Avremmo potuto facilmente ottenere 170 cavalli dalla nuova Monster: il propulsore è sostanzialmente lo stesso della 1198, quindi di problemi non ce ne sarebbero stati. Ma volevamo seguire una strada diversa, offrendo una moto più allineata a quella che è la filosofia del Monster. Abbiamo scelto quindi un motore configurato in maniera tale da offrire tanta coppia ai medi regimi, in maniera da non far rimpiangere ai nostalgici del due valvole la spinta di quel tipo di motore ottenendo però allo stesso tempo prestazioni globalmente molto superiori. Possiamo dire che la nuova 1200 è un superpompone, un due valvole al quadrato»

 

Però adesso le supernaked arrivano ad oltre 160, appunto…

«Vero, ma se volessimo inseguire i soli numeri a noi basterebbe spogliare una Panigale per ottenere un risultato da record: ad EICMA avete visto la Superleggera senza sovrastrutture e avete visto quanto sarebbe bella. La realtà però è che non ci interessa giocarcela sul piano dei numeri sulle schede tecniche, volevamo puntare su una moto che risultasse godibile e versatile. Una supernaked risulta troppo limitativa nella sua estremizzazione delle prestazioni»

 

Come mai la scelta di due potenze per standard ed S?

«Abbiamo voluto differenziare in maniera molto sensibile i due modelli: teniamo presente che 135 cavalli sono già tanti su una moto nuda, e i 145 della S a nostro modo di vedere sono quasi esagerati – Fogarty con quelle potenze vinceva i mondiali in Superbike…»

 

Come mai avete scelto di non adottare le sospensioni Skyhook, o comunque in versione a controllo elettronico sulla versione top?

«Crediamo di aver raggiunto un equilibrio invidiabile con le sospensioni tanto della versione normale quanto in quelle, superlative, della S. Un accessorio come le unità a controllo elettronico, che non possiamo montare come semplice optional per le complicazioni produttive che comportano, avrebbe fatto lievitare troppo il prezzo a fronte di vantaggi trascurabili per una moto come Monster»

 

Interasse lungo e sospensione posteriore di corsa abbastanza generosa: avete dovuto rinunciare a qualcosa in termini di guidabilità?

«Al contrario: volevamo ottenere una moto più agile e versatile e l’abbiamo fatto. L’aumento dell’interasse è stato necessario perché, allungando la moto per renderla più accogliente per pilota e passeggero, non avremmo potuto mantenere un passo contenuto, altrimenti il codino sarebbe finito oltre la ruota posteriore. Al contrario, spostando la distribuzione dei pesi verso il basso e sul retrotreno (la nuova 1200 è passata ad avere un carico sul posteriore del 52% contro il 50% della 1100Evo, ribassando nel contempo il baricentro di 40 mm, NdR) abbiamo definito una moto più agile e divertente»

 

  • tirone, Bari (BA)

    dimenticavo, una Virago 1100

    ha solo 15 mm di interasse in più (1525 contro 1510), detto tutto.

    La vecchia Monster aveva una ciclistica derivata da una vera sportiva.
    Questa Monster è solo una Diavel accorciata. Punto.
  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Ecco cosi' si fa

    Non dico di andare sempre contro corrente a prescindere, ma la filosofia della naked è questa, moto per divertirsi tra le curve, poi le super naked non so quanto mercato abbiano ma per me non hanno tanto senso, preferisco le super /Hypersport.

    Coppia ai bassi/medi 130-150 CV sono pure troppi agilità e stabilita' per i curvoni da170-200 km ........ ma chi sene frega di 170 CV per poi limitare la velocità a 250 Km /h se no ti si strappa la pelle da dosso dai.
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Ducati Monster 1200 (2014 - 16)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Ducati
  • Modello Monster 1200
  • Allestimento Monster 1200 (2014 - 16)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2013
  • Fine produzione 2016
  • Prezzo da 13.390 - chiavi in mano, comprensivo di immatricolazione
  • Garanzia 2 anni, chilometraggio illimitato
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.121 mm
  • Larghezza 830 mm
  • Altezza 1.040 mm
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 785 mm
  • Altezza sella da terra MAX 810 mm
  • Interasse 1.511 mm
  • Peso a secco 182 Kg
  • Peso in ordine di marcia 209 Kg
  • Cilindrata 1.198,4 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 106 mm
  • Corsa 67,9 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione desmodromica
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 135 cv - 99 kw - 8.750 rpm
  • Coppia 12 kgm - 118 nm - 7.250 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 17,5 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Traliccio in tubi di acciaio fissato alle teste
  • Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati da 43 mm completamente regolabile
  • Escursione anteriore 130 mm
  • Sospensione posteriore Progressiva con monoammortizzatore completamente regolabile. Forcellone monobraccio in alluminio
  • Escursione posteriore 152 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 245 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/60 ZR17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Ducati

Scheda tecnica

Ducati Monster 1200 S (2014 - 16)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Ducati
  • Modello Monster 1200
  • Allestimento Monster 1200 S (2014 - 16)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2013
  • Fine produzione 2016
  • Prezzo da 16.190 - chiavi in mano, comprensivo di immatricolazione
  • Garanzia 2 anni, chilometraggio illimitato
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.121 mm
  • Larghezza 830 mm
  • Altezza 1.040 mm
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 785 mm
  • Altezza sella da terra MAX 810 mm
  • Interasse 1.511 mm
  • Peso a secco 182 Kg
  • Peso in ordine di marcia 209 Kg
  • Cilindrata 1.198,4 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 106 mm
  • Corsa 67,9 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione desmodromica
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 145 cv - 109 kw - 8.750 rpm
  • Coppia 13 kgm - 125 nm - 7.250 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 17,5 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Traliccio in tubi di acciaio fissato alle teste
  • Sospensione anteriore Forcella Ohlins a steli rovesciati da 48 mm completamente regolabile
  • Escursione anteriore 130 mm
  • Sospensione posteriore Progressiva con monoammortizzatore Ohlins completamente regolabile. Forcellone monobraccio in alluminio
  • Escursione posteriore 152 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 330 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 245 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/60 ZR17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Ducati

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta