Giulio Malagoli ci ha lasciato

Giulio Malagoli ci ha lasciato
Edoardo Licciardello
  • di Edoardo Licciardello
Direttore Strategie business e prodotto Ducati
  • Edoardo Licciardello
  • di Edoardo Licciardello
4 aprile 2022

Nella notte fra domenica e lunedì 4 aprile ci ha lasciato Giulio Malagoli, direttore strategie business e prodotto Ducati. 48 anni da pochi giorni, sul finire dell’estate è stato colpito da un male che non gli ha lasciato scampo.

Giulio era in Ducati da più di vent’anni. Era entrato fresco di laurea - ingegnere meccanico, laureato a pieni voti con una tesi/stage in Ferrari F1 - ed era entrato dalla porta principale: Project Engineer della gamma Monster quando la naked Ducati faceva numeri da capogiro. Ho avuto l’onore e il privilegio di poterlo annoverare fra i miei migliori amici da prima che le nostre strade si incrociassero anche professionalmente. Ricordo come fosse ieri il suo orgoglio quando mi presentò il primo Monster S4, il primo che considerava davvero “figlio suo”.

Appassionato, competente, professionale, capace di un umorismo geniale - e spesso tagliente - dal 2001 al 2014 è stato il project manager per la famiglia Monster, Streetfighter e Diavel. Se ne avete guidata una, sappiate che in ognuna c’era qualcosa di suo. Innamorato della "sua" Riccione quasi quanto di Modena, dove è nato e viveva, amava allo stesso modo le moto, su strada e tanto anche in quell'Enduro che aveva scoperto tardi ma che gli aveva rubato il cuore.

Nel 2014 ha “firmato” il suo ultimo Monster, il 1200, ed è diventato Direttore Marketing Prodotto quando Ducati ha ristrutturato il reparto. Da poco più di un anno aveva fatto un altro passo avanti, ricoprendo il ruolo di Direttore strategie business e prodotto. Rispettato e stimato da tutto il mondo delle due ruote, Giulio è stato spesso ospite di Moto.it, nei talk e nei nostri servizi, per raccontare quella Ducati che amava da sempre.

Alla moglie Sandra, al fratello Fabio, ai figli Alessandro e Carlotta e a tutti i suoi cari vanno le condoglianze di tutta Moto.it

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now