Attualità

Freddie Spencer ai Roma Motodays

- “Fast Freddie“ testimonial del Salone della moto a Fiera Roma, dall’8 all’11 marzo
Freddie Spencer ai Roma Motodays

Il suo nome suscita ancor oggi emozione, al ricordo delle sue epiche corse in pista: Freddie Spencer, per tutti “Fast Freddie“, è nel cuore degli appassionati non solo per le tre vittorie iridate, ma per il suo stile tutto speciale di correre ed imporsi agli avversari, alfiere di quell'american way of driving che ebbe in lui, Kenny Roberts, Randy Mamola e Eddy Lawson i "tre moschiettieri" (che poi erano quattro) capaci di dettar legge dall'altra parte dell'Oceano, laureati magna cum laude sulle piste di tutto il Mondo.

Sarà proprio “Fast Freddie“ a dare un tocco speciale all’edizione del decennale di Roma Motodays, in programma da giovedì 8 a domenica 11 marzo: Spencer taglierà il nastro, e si tratterrà in Fiera Roma per i quattro giorni dell’evento con una postazione dedicata all’interno dello stand di Honda.

Sarà un’occasione unica per incontrare una leggenda: “Fast Freddie”, infatti, malgrado una carriera costellata, oltre che da grandi trionfi, anche da molti e spesso gravi incidenti, è stato protagonista di una delle imprese più eclatanti degli ultimi anni nel motociclismo recente, conquistando due titoli mondiali nella stessa stagione in due classi diverse.

Nel 1985 Spencer, già iridato nel 1983 in 500, scelse di mettersi alla prova anche in 250: fu una stagione indimenticabile, nella quale, grazie alle sette vittorie in 250 e altrettante in 500 in sella alla fedele Honda, Freddie divenne padrone assoluto del motociclismo.

È stato anche l'unico pilota a vincere tre gare maggiori durante la Bike Week al Daytona International Speedway (Superbike, Formula 1 e Lightweight International) sempre nell’anno di grazia 1985, ed il suo record di più giovane pilota a vincere il Motomondiale nella classe regina, a 21 anni, è rimasto imbattuto per 30 anni, dal 1983 al 2013, prima di essere detronizzato da un tale Marc Márquez, iridato in MotoGP all'età di 20 anni.

Ma Freddie si tiene ancora stretto il titolo di più giovane pilota a vincere una gara AMA Superbike: avvenne nel 1979, quando aveva soli 17 anni.

Chiusa la carriera agonistica, Spencer è rimasto nel mondo delle due ruote: ha fondato la High Performance Riding School a Las Vegas, Nevada, attiva dal 1997 al 2008; ha anche lavorato commentatore televisivo esperto per il Motomondiale per NBC, ESPN e Speed Channel dal 1988 al 2009, e dal 2011 lavora come brand, motorsport ed event Ambassador, viaggiando in tutto il mondo per condividere la passione della moto con i fan di tutte le generazioni.

Durante i Roma Motodays, Freddie Spencer sarà a disposizione per interviste e talk-show, durante i quali potrà intervenire anche il pubblico con proprie domande: un’opportunità da non perdere, per ascoltare il parere del campione americano sul motociclismo di oggi.

  • gdn63, Casale Monferrato (AL)

    Al mattino correva con la 250, al pomeriggio con la 500.
    E vinceva. Campione del mondo in due categorie.

    Quanti bei ricordi, di un'epoca motociclistica che non tornerà più.
    Grande Fast Freddie, mito!
Inserisci il tuo commento