novità

Ford brevetta l’auto che ospita uno scooter al proprio interno

- Si tratta ovviamente di due veicoli a propulsione elettrica, dedicati al commuting urbano

Tra il brevetto e il fare… c’è di mezzo il mare...tuttavia, un'innovativa soluzione brevettata da Ford sembrerebbe avere le carte in regola per avere successo. Il mezzo ideato dalla Casa automobilistica statunitense prevede infatti la presenza di un piccolo scooter elettrico incastonato al centro della vettura. La sua utilità? Quando troverete al cospetto di colonne di traffico che in auto vi farebbero ritardare anche nel caso di un appuntamento preso per il giorno successivo, potrete invece parcheggiare la vettura ed estrarre dal cofano il comodo scooter elettrico, districandovi così nella giungla urbana .

Ovviamente i dettagli non sono ancora stati resi noti, abbiamo però i disegni che sono stati depositati assieme al brevetto. L’auto, che dovrebbe essere a propulsione elettrica, sembrerebbe essere una monovolume: simile ad una C-Max, ingloba al proprio interno lo scooter che entra nella carrozzeria grazie ad un sistema di tipo elettrico ed idraulico e ad un binario piazzato tra le due ruote anteriori. Per ottimizzare gli spazi, Ford ha fatto in modo tale che la strumentazione dello scooter diventi la consolle centrale dell'auto, mentre la sella si trasforma nel bracciolo centrale interposto tra guidatore e passeggero. Quando l’auto è in movimento, le ruote dello scooter rimarrebbero rialzate rispetto alla strada, ma si prevede anche la possibilità di utilizzare la ruota posteriore del "due ruote" per aumentare la trazione della vettura.

A proposito di trazione, la Ford (auto), dovrebbe essere dotata di trazione posteriore a propulsione elettrica, con la possibilità di ricaricare la batteria dello scooter mentre è in movimento. Secondo i piani di Ford, la monovolume dovrebbe però essere utilizzabile anche senza scooter a bordo: in questo caso lo spazio lasciato libero verrebbe nascosto da una copertura in gomma.

Il progetto è certamente audace e di non facile realizzazione, ma sembrerebbe rispondere in maniera adeguata alle esigenze di chi, ad esempio, lavora in grandi città ma arriva dall’area extraurbana, trovandosi così costretto a lasciare l’auto ai limiti della cinta urbana.

  • CekhezJr, Cornedo Vicentino (VI)

    Vedrei più realizzabile se invece di avere uno scooter all'interno dell'auto facessero la stessa cosa con una bici elettrica, che si ricarica attraverso l'auto. Così, una volta parcheggiato, estrai la bici e arrivi fino all'ufficio od ovunque si voglia. Studiare uno spazio apposito nell'auto così da riporla senza occupare bagagliaio ed eventualmente aggiungere una ruota di scorta, alcune batterie sostitutive e qualche strumento per la riparazione.
  • JJMonti, Varese (VA)

    Curioso di vedere come passerà il crash test....
    Ma anche su una strada sconnessa con le ruote dello scooter sospese......
    Che potrebbe aiutare la trazione della macchina....
    Che si ricarica la batteria dello scooter mentre la macchina è in movimento,per consumare più velocemente la carica dell’auto........
    Chissà che guarnizioni e che sistema incredibile per isolare l’abitacolo dagli agenti esterni!
    Potrebbero chiedere una collaborazione con la Peugeot,e studiare il progetto per inserire il Django!
Inserisci il tuo commento