Fani Motors Street Bikers Party: c'eravamo anche noi!

  • di Alfonso Rago
Lo storico concessionario fiorentino ha aperto le porte per un evento che ha unito pittura, musica, cultura, senza ovviamente dimenticare le moto
  • di Alfonso Rago
8 ottobre 2019

Una felice contaminazione, il riuscito esperimento di aprire i locali di una concessionaria ad altri mondi: musica, arte, cultura, per una serata mix che ha avuto il gradevole sapore della scoperta.

L’ennesima (bella) idea di Styven Fani, che per una volta ha scelto di lasciare quasi sullo sfondo le moto che pure riempiono la sua concessionaria, per puntare invece ad altre forme di espressione: dopo un contest molto partecipato (quasi 100 proposte!), nel pomeriggio fiorentino ha preso forma un colorato murales, che unisce l’eleganza femminile e le "due ruote" con richiami leonardeschi. 

Ed ora questa originale espressione di street art sarà lo sfondo delle “foto ricordo“ di ogni moto che lascerà la Fani Motors per andarsene libera per il mondo.

Poi ovviamente c'è stata tanta musica, con l’esibizione di una band al femminile ed una che omaggiava i sempreverdi Beatles; e, per non dimenticare il nostro mondo, i presenti hanno potuto mettersi alla prova in sella al Moto Trainer, lo speciale “allenatore“ (attenzione, non simulatore!) di Palix.

Durante l’evento, che è proseguito fino a sera, in centinaia hanno fatto un salto da Fani Motors, affollando i tre piani della concessionaria e dando ovviamente un’occhiata anche alle tante moto esposte.

Ed ora, cosa ancora si inventerà il vulcanico Styven?

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...