Intervista

EICMA 2013: Carlo Perelli "Il Salone più impressionante è stato quello del 1969"

- E' il decano dei giornalisti del settore, da oltre 60 anni scrive di moto - è direttore di Motociclismo d'Epoca - è ha visitato tutti i saloni di Milano dal dopoguerra: li ricorda così. Il modo migliore per concludere i video su Eicma 2013
  • Marci 1952, Milano (MI)

    1969, l'anno che mamma Honda cominciò a motorizzare il mondo e affosso tutte le moto Europee
    Di Four ne ho avute tante, di cb 750 solo 2, le altre tutte 500.Adesso ho una piccola 350 che mi sono restaurato l'inverno scorso, un vero gioellino.
    Soichiro vero genio, grazie di essere esistito.
  • ercole.graziadei, Rottofreno (PC)

    1969

    Concordo con le ipressioni di PERELLI.
    Mi ricordo i primi saloni visti nei primi anni 60 a MILANO con esposti ancora tutti i marchi inglesi BSA AJS - MATCHLESS TRUMPH NORTON e unica fuori dal coro BMW con l'aristocratica R69.
    Improvvisamente apparvero HONDA CB750 col quattro cilindri che fino ad allora si era visto solo su moto da gran premio MV AGUSTA ,GILERA mentre da quel momento quell'astronave era alla portata di tutti i comuni mortali. Penso che nella storia del motociclismo il 1969 segnò l'inizio di una nuova era. Si passò da motociclette (quelle inglesi) con tecnologia che risaliva agli anni 30 a tecnologie veramente moderne.
    Successivamente negli anni 70 e 80 fu un'esplosione di nuovi modelli di tutte le case anche italiane. peccato che oggi causa la crisi non c'è più il fermento di allora.
Inserisci il tuo commento