Anticipazioni

Ducati Multistrada V4, cresce la cilindrata

- L'omologazione statunitense svela una cubatura più alta per il Desmosedici stradale
Ducati Multistrada V4, cresce la cilindrata

Come spesso accade, i registri delle motorizzazioni delle varie nazioni sono fonti di tante indiscrezioni e anticipazioni: dopo Yamaha con la MT-09, stavolta tocca a Ducati, con l'attesissima (e anticipatissima) Multistrada V4, svelare qualche dato in più oltre a quelli che già sappiamo.

Tanto per cominciare, dopo aver "mancato" l'appuntamento con la Multistrada 1260 Grand Tour l'anno scorso, stando alla Safety Roadmap 2025 Ducati è praticamente certo che vedremo il debutto di un sistema ARAS per rientrare nel termine del 2020 annunciato due anni fa: e quale occasione migliore, a questo punto, della nuova Multistrada V4?.

È altrettanto probabile che la V4 non mandi in pensione tutte le Multistrada bicilindriche, ma che la situazione diventi simile a quella esistente sulla famiglia Panigale, dove il V4 affianca il V2. Anche se, naturalmente, in quella linea l'unica bicilindrica rimasta è la "piccola" 959, e la cosa potrebbe quindi significare il mantenimento in gamma della sola 950. Dal momento che però il motore 1260 viene mantenuto anche sulle Diavel, e in versione 1200 senza DVT (ma per quanto?) sulla Monster, ci sentiamo più fiduciosi rispetto a quanto avvenuto sulla Panigale, dove l'ammiraglia era spinta da quel meraviglioso motore Superquadro che, però, veniva impiegato solo per quello scopo.

Tornando all'argomento principale, ovvero la cilindrata, la sigla utilizzata per il VIN (Vehicle Identification Number, ovvero il numero di telaio) depositata alla US National Highway Traffic Safety Administration indica un displacement di 1.158 centimetri cubici, ovvero 55 in più rispetto ai 1.103 del modello utilizzato su Panigale V4 e Streetfighter V4. Una scelta sicuramente non dovuta alla rincorsa della potenza, quanto piuttosto alla coppia: in versione Streetfighter, ovvero quella delle due più vicina alle esigenze di una Multistrada, il Desmosedici stradale si "ferma" a un valore di 123 Nm, ben 20 in meno rispetto al riferimento di categoria, la BMW R 1250GS. Può forse la Ducati Multistrada V4 rinunciare a battere la rivale anche sotto questo aspetto?

  • Marco.Triple, Albettone (VI)

    Io non ho il benché minimo dubbio che il Multistrada V4 sarà spettacolare dinamicamente, questo motore l'ho provato bene sulla Streetfighter ed è a dir poco eccezionale.

    L'unico mio dubbio riguarda il calore, temo che sarà ben presente... bisognerà capire fino a che livelli, se ne pregiudicherà un piacevole utilizzo oppure se sarà accettabile.

    Intanto aspetto con ansia di poterla provare!!!
  • Lorzak, Milano (MI)

    Più che con la GS, con la V4 Ducati vuole competere con la BMW XR.
    In altre parole Ducati punta verso il basso della classifica delle moto più vendute in Europa!

    Ma fare una Ducati Multistrada "superleggera", cerchio da 19", completo in titanio, gomme stradali dedicate e motore con 15kgm/145nm a 6.500 giri no??
    Avrebbero messo seriamente in difficoltà la GS.

    Invece no, si vede che in Ducati pensano ancora che con la Multistrada 1260 e la V4 si debba fare il tempo al Mugello più che scalare le classifiche delle vendite.
    E' quasi scontato che la GS nel 2021 sarà ancora la moto più venduta in Europa (moda? mica tanto, piacere di guida, facilità e grandi performances nel misto stretto e guidato).
Inserisci il tuo commento