Damon Hypersport: la moto elettrica canadese supporta il V2H ed è prenotabile in Europa

Damon Hypersport: la moto elettrica canadese supporta il V2H ed è prenotabile in Europa
Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
Insensibile al periodo di crisi dovuta al covid-19, la casa canadese apre alle prenotazioni in Europa e la sua Hypersport può adesso essere utilizzata come back up energetico domestico
  • Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
30 giugno 2020

Nell'attesa che la loro innovativa Hypersport entri in produzione, Damon rilascia due importanti aggiornamenti sullo stato dello sviluppo e della commercializzazione.

Premessa: Damon Motorcycles, per chi non la conoscesse, è una start-up canadese che sta sviluppando e lentamente portando sul mercato una motocicletta mossa da un motore elettrico, capace di modificare in tempo reale la posizione di guida del pilota a seconda delle esigenze e, sopratutto, connessa con il mondo circostante attraverso un sistema V2X gestito da un'intelligenza artificiale.

Nelle intenzioni di Damon è un nuovo paradigma, sopratutto sotto il profilo della capacità della moto di apprendere attraverso il V2X i comportamenti degli attori dell'ecosistema stradale e archiviarli in un cloud dove elaborarli e usarli per migliorare sempre di più la sicurezza, ma pure un progetto ambizioso e, forse, anche visionario che ci incuriosisce moltissimo, specie se guardiamo i numeri dichiarati: 200 cavalli, 200Nm, da zero a 60 miglia orarie (96,6 km/h) in meno di tre secondi e un'autonomia di circa 200 miglia (322 chilometri).

Le due notizie appena rilasciate dal loro ufficio stampa sono che la Hypersport è adesso prenotabile anche in Europa - ricordando che l'ACEM ha rilevato che tra il 2018 e il 2019 il Europa l'incremento delle moto elettriche è stato del 104% - e che la stessa batteria da 21 kWh può essere usata per alimentare anche la propria casa: si chiama V2H (Vehicle-To-Home) e in campo auto non è una novità. Per quanto possa sembrare singolare, è proprio così: attraverso l'app Damon sarà possibile trasferire alla rete domestica l'energica accumulata nelle batterie della Hypersport, il caricatore da 6,6 kWh della Damon è infatti bidirezionale e la carica degli accumulatori potrebbe reggere - dichiara Damon - per un paio di giorni necessità domestiche pari a 9 kWh quotidiani.

Il punto di forza potrebbe essere anche quello di utilizzare energia pulita residenziale da immagazzinare nelle batterie raffreddate a liquido della Hypersport, per poi rilasciarla alla propria abitazione, ma andrebbe benissimo anche in caso di blackout prolungato o situazioni d'emergenza. Certo, nessuno prenoterà una Hypersport soltanto per questa pur interessante feature ma Damon comunica di avere avuto un incremento degli ordini del 60% dal 31 marzo 2020: l'attesa per vederla dal vivo e poterla provare inizia ad essere decisamente considerevole.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...