#eicmamotoit

Bimota: le novità ad EICMA 2012

- Tante interessanti proposte per la casa riminese, dal ritorno al quattro cilindri della BB2 alle interessanti DB11, DB11VLX e DB12, Tesi Naked e DBX
Bimota: le novità ad EICMA 2012

 Bimota reagisce con entusiasmo e grinta alla crisi imperante, con uno degli stand più ricchi di novità di EICMA 2012. Novità che denotano attenzione verso le richieste della clientela e tanta voglia di proporre qualcosa di nuovo, con soluzioni non convenzionali ma sempre in linea con lo spirito della casa riminese. BB2 e BTOURIST sono firmate sak_art design.

 

BB2: Bimota ritorna al quattro cilindri

Pur se profondamente italiana, Bimota è tradizionalmente legata allo schema pluricilindrico, che ha dato vita del resto a tutti i modelli più memorabili della Casa di via Giaccaglia, a partire naturalmente dalla YB4EI con cui Virginio Ferrari vinse il campionato TT/F1 nel 1987 e Davide Tardozzi sfiorò il titolo nel Mondiale Superbike 1988. A grande richiesta, a Rimini ripropongono nuovamente una quattro cilindri, la BB2, scegliendo il propulsore BMW S1000RR - con la casa di Monaco Bimota aveva già lavorato negli anni 90 creando la Supermono BB1 spinta da un motore derivato dall'F650.

 

DB11, DB11VLX e DB12

Le due novità con propulsore Testastretta portano un'ulteriore ventata di novità nella gamma Bimota. La DB11 rappresenta l'ultimo step dell'evoluzione della supersportiva di casa Bimota, sempre fedele allo schema tecnico di base (telaio perimetrale in alluminio, componentistica di altissimo livello con sospensioni Marzocchi ed Extreme Tech sviluppate su specifiche Bimota, impianto frenante Brembo e profonde revisioni in tema di alimentazione e scarico con impianto d'iniezione Bimota by Athena, airbox sviluppato in proprio ed impianto prodotto da Zard sempre su specifiche della casa Riminese. Il Testastretta Evo da 1198cc, peraltro, viene adottato trasversalmente su tutta la gamma a quattro valvole a partire dal 2013, fra cui la riuscita DB9 in livrea Italia.

 

Estrema la proposta DB11 VLX, che sulla base della supersportiva DB11 installa nientemeno che un compressore volumetrico a doppia vite Bimota Engineering su base Sprintex per far schizzare la potenza massima da 162 a ben 191 cavalli. Dedicata invece a chi desidera un mezzo più versatile senza sacrificare la guida sportiva e le prestazioni "Made in Rimini" la DB12 B.Tourist - la base resta la stessa della DB11, ma con una posizione di guida rialzata grazie al manubrio largo che determina, ovviamente, una diversa taratura delle sospensioni per riequilibrare la distribuzione dei pesi. Completano il quadro le valige semirigide e il portapacchi, con telaietto rinforzato e la diversa posizione per il passeggero.

 

Tesi 3D Naked e DBx

Molto originale la proposta di una naked sulla base della sofisticata Tesi 3D con la più recente evoluzione della ciclistica nata negli anni 80 dal genio dell'ingegner Pierluigi Marconi; in produzione a partire da gennaio 2013 anche la DBX, primo modello entrofuoristrada scaturito dai prototipi offroad dell'anno scorso. Naturalmente presente presso lo stand la gamma completa della Casa riminese: DB5 Desiderio, DB5RE, DB6RE, Tesi 3D, DB 10 B.motard.

  • lammari.tornado, Lucca (LU)

    Stupenda la Db11 inguardabile la Db4,chi ha disegnato il muso?
  • Mirko.Rossi429, Monza (MB)

    DBX

    Più la guardo e più mi piace
Inserisci il tuo commento