News

Ancona: gare di impennate in moto e scooter nel park del cimitero, in barba al Covid19

- Alcuni residenti hanno segnalato il continuo via vai di ragazzi che si ritrovano con i loro cinquantini e 125 per sfidarsi a suon di traversi e impennate in un luogo che, invece, dovrebbe essere di silenzio e rispetto
Ancona: gare di impennate in moto e scooter nel park del cimitero, in barba al Covid19

Il parcheggio del cimitero di Ancona scambiato per uno stunt park su cui esibirsi in evoluzioni di ogni tipo in sella a moto e scooter. E’ la segnalazione inviata alla Polizia Municipale di Ancona da alcuni residenti della zona, ma anche da semplici cittadini che raggiungono il cimitero per una visita ai loro defunti. Sono giorni, lamentano dalle pagine del Corriere Adriatico, che si verificano episodi analoghi e anche venerdì scorso un gruppo di ragazzi si è dato appuntamento lì, in barba alle regole per contenere il contagio, per sfidarsi tra traversi e impennate, disturbando anche alcuni lavori di manutenzione del verde. Quando, però, sul posto sono giunte le forze dell’ordine dei giovani non c’era già più traccia.

  • Carlo CdF, Beinasco (TO)

    I piazzali dei cimiteri esistono per imparare ad impennare e a fare i testacoda.
  • giuliano.carosi, Latina (LT)

    3 ragazzini che impennano con dei cinquantini in un parcheggio largo e desolato con il casco sarebbe un fatto grave? Ragazzi come siamo fuori strada...buonismo ed ipocrisia. C'è gente che da 13 mesi non può lavorare. Non capisco poi il titolo dall'articolo, il problema è la sicurezza, il cimitero o addirittura le norme covid? Ancora?
Inserisci il tuo commento