Attualità

Alex Zanardi. "Miglioramenti significativi" - IN AGGIORNAMENTO

- Lo rende noto un bollettino medico dell'Ospedale San Raffaele di Milano
Alex Zanardi. Miglioramenti significativi - IN AGGIORNAMENTO

Aggiornamento del 20 agosto

Alex Zanardi "ha risposto con miglioramenti clinici significativi". A darne notizia è l'Ospedale San Raffaele di Milano dove è in cura dal 24 luglio scorso. "Un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero. Per questa ragione attualmente è assistito e trattato con cure semi intensive presso l'Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta". L'aggiornamento sulle condizioni del campione paralimpico arrivano a due mesi (19 giugno) dall'incidente in handbike successo vicino a Siena. 

Venerdì 26

11.00 Gli investigatori stanno lavorando per fare maggiore chiarezza sui dettagli dell'incidente. In particolare si è iniziato ad analizzare la handbike di Zanardi per verificarne le caratteristiche tecniche. I parametri omologativi di questi veicoli infatti sono molto ampi anche sul fronte sicurezza.

Si è provveduto anche a requisire il computer di bordo della bici di Marcello Bartolozzi, il 66enne che al momento dell'impatto era al fianco di Zanardi. Grazie a quello si riuscirà a determinare con precisione la velocità alla quale stavano viaggiando. 

Mercoledì 24 giugno

11.00 - Rimangono stazionarie le condizioni di Alex Zanardi. Continua a crescere il coro di voci vicine al pilota e campione paraolimpico. Zanardi, oltre che come sportivo, ancora di più come uomo, è diventato un simbolo di tenacia e incarna la possibilità di successo anche nell'impossibile. Per questo sono sempre di più le persone che si stringono idealmente intorno a quel letto d'ospedale. 

Lì al suo fianco, fisicamente c'è anche il figlio Niccolò che su instagram ha scritto una frase che ha toccato i cuori di tutta Italia: "Io questa mano non la lascio. Dai papà, anche oggi un piccolo passo avanti".

Anche il Papa ha scritto una lettera a Zanardi. "Prego per lei. Grazie per aver dato forza a chi l'aveva perduta. La sua storia è un esempio".

Martedì 23

11.00 - Inizia una settimana importantissima per il futuro di Alex Zanardi. Sembra un paradosso, ma sarà una settimana in cui non succederà nulla, o almeno questo è quello che si augurano i medici. Tra 8-10 giorni infatti se la situazione rimarrà stabile, Alex potrebbe essere "risvegliato". L'interruzione del coma farmacologico permetterà ai medici di tracciare un quadro più preciso dei danni neurologici subiti da Zanardi.  Ieri la madre Anna, è tornata a fargli visita in ospedale a Siena.

 

Lunedì 22
8:30 - Situazione clinica invariata per Alex Zanardi che ha passato la notte scorsa senza alcuna evoluzione e per fortuna senza peggioramenti. Il campione è ancora in coma farmacologico e proprio questa settimana sarà decisiva per capire in quale direzione andare. Oggi si riunirà una equipe interdisciplinare di medici che valuterà se sospendere la sedazione per poter valutare con più precisione il quadro neurologico e gli eventuali danni riportati a seguito dell'incidente in handbike a Pienza il 19 giugno. Prima di poter procedere sarà indispensabile che le condizioni di Alex non si aggravino nei prossimi giorni. La prognosi è ancora riservata.


Chiarita anche la dinamica dell’incidente dopo che nelle scorse ore era emersa l’ipotesi che Zanardi stesse utilizzando il telefono al momento dell’impatto. Ipotesi esclusa dai testimoni e dal video dell’incidente. Anche la Procura ha rigettato la possibilità che stesse facendo un video - questa una delle ipotesi - al momento dello schianto. Il telefono è stato ovviamente sequestrato come anche la handbike, ma la dinamica sembra essere ormai chiara.

 

15.00 -  Il bollettino di metà giornata conferma un quadro clinico stabile: "Rimangono stabili le condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte. La terza notte di degenza in terapia intensiva è trascorsa senza variazioni. Le condizioni cliniche rimangono invariate nei parametri cardio-respiratori e metabolici mentre resta grave il quadro neurologico. Il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente, la prognosi è riservata. L'équipe multidisciplinare valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere".

Domenica 21 giugno

9:00 - Seconda notte in terapia intensiva per Alex Zanardi all'ospedale di Siena, dove è ricoverato dopo l'intervento neurochirurgico per le fratture al cranio e al volto riportate nell'incidente con l'handbike contro un camion a Pienza il 19 giugno. Le condizioni, che restano gravi, sono stazionarie e continua il coma farmacologico. Sedato, continua a essere ventilato meccanicamente e il monitoraggio dei parametri clinici è costante.

Nelle scorse ore era stata ventilata l'ipotesi che Zanardi stesse usando il cellulare al momento dell'incidente. Dinamica smentita dai testimoni e dai video dell'impatto. Al momento dell'incidente Alex "non era al telefonino, aveva le mani fisse sul manubrio della sua handbike", conferma anche il procuratore capo di Siena, Salvatore Vitello. 

20:00 - "Siamo fiduciosi come ieri - ha dichiarato Sabino Scolletta, direttore delle attività di emergenza-urgenza dell'ospedale di Siena -. Siamo a due giorni dal trauma, confidiamo che le condizioni cliniche rimangano stabili e questo ci può dare in settimana la possibilità di pensare di valutarlo neurologicamente".

Sabato 20 giugno 

20:15 - "Le condizioni" di Alex Zanardi "continuano a essere stabili da un punto di vista cardiorespiratorio, è sempre ventilato meccanicamente, e restano stabili anche i parametri metabolici che danno un quadro clinico generale buono; c'è da confermare la gravità del quadro neurologico che andrà valutato la prossima settimana quando le condizioni cliniche ce lo permetteranno. è un grande atleta e quindi da un punto di vista generale è in condizioni ottimali, quindi ben controllato, quindi per questo motivo probabilmente sta rispondendo molto bene alle terapie. Pensiamo positivamente, siamo fiduciosi che questo suo stato pre-trauma possa condizionare positivamente il decorso".

Per quanto riguarda, la dinamica dell'incidente, la corsa organizzata dalla società sportiva Obiettivo 3 di cui Zanardi è fondatore sarebbe stata organizzata con i regolari permessi e l'autista del camion con il quale Zanardi ha impattato sarebbe stato interrogato e iscritto nel registro degli indagati. Il suo difensore ha ricostruito così la dinamica: "Se lo è trovato quasi di fronte all'uscita della curva e meno male che è riuscito a dare una sterzata e a buttarsi verso il limitare della corsia. Così l'impatto è stato sul fianco altrimenti sarebbe stato un urto frontale con conseguenze ancora più deleterie"

17:45 - "Il quadro neurologico resta molto grave. Zanardi resta in coma farmacologico e tra lunedì e martedì sarà possibile effettuare le successive valutazioni", si legge nel secondo bollettino medico della giornata.

15:30 - Sulla condizione attuale di Alex Zanardi interviene anche Sabino Scolletta, direttore delle attività di emergenza-urgenza dell'ospedale di Siena: "Nei prossimi giorni potremmo valutare se sospendere la sedazione e svegliarlo. Pericolo di vita? Le condizioni stabili attualmente escludono questa ipotesi".

13:00 - Parla Giuseppe Oliveri, il medico che l'ha operato: "Le condizioni di Alex Zanardi restano gravi ma stabili, è arrivato da noi con questo trauma cranio-facciale importante, con un fracasso facciale. E' stato operato per toppare la situazione, adesso tutti i numeri sono buoni, compatibilmente con la situazione".

9:00 - Condizioni stabili nella notte, ma che rimangono ancora gravissime, per Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Siena dopo l'incidente di ieri con l'handbike.

Ad assistere il campione ci sono la moglie Daniela, che era al seguito della carovana, e il figlio Niccolò. 

Ieri al Policlinico Le Scotte Alex Zanardi è stato sottoposto a un intervento neurochirurgico e maxillo-facciale.

Venerdì 19 giugno

 Alex Zanardi, 53 anni, è rimasto coinvolto in un incidente nel Senese durante una delle tappe della staffetta di Obiettivo tricolore. Trasferito in codice 3 all'ospedale Le Scotte di Siena con un elisoccorso, l'atleta sarebbe in condizioni gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è stato sottoposto adun delicato intervento di neurochirurgia. 

Secondo le prime ricostruzioni, l'handbike del pilota stava procedendo in discesa quando si è scontrata con un camion che procedeva in direzione opposta. Ancora non è chiaro se sia stato Zanardi a sbandare oppure il mezzo pesante

  • Toscano34, Siena (SI)

    Quella strada non merita di essere definita asfaltata. Gli si fa un complimento che non si merita.
    solo in quella zona ci sono sterrati in condizioni migliori.
    Sono almeno 5 anni che ho smesso di girare in Valdorcia. Strade franate chiuse al traffico dal 2015, ponti (chiusi per fortuna) che crollano, viadotti crepati. c'è di tutto.

    Gli amministratori di tutti i comuni locali si dovrebbero VERGOGNARE delle strade che offre al mondo quella zona. O almeno il minimo della decenza sarebbe stare zitti in casi come questo.
    E niente, parlano pure.

    La cosa peggiore di questa storia è che prima hanno provato a dare la colpa al camionista, ora puntano il dito verso l'organizzazione (come se eventi del genere non si verificassero su strade aperte al traffico da sempre) .. Poi verrà fuori che Zanardi è un racer, e che in quel punto andava a 1 km in più del consentito..
    Tutto, pur di non ammettere che le strade di mezza italia stanno crollando.
  • Daniele1977, Modena (MO)

    Forza Alex! Vinci anche questa volta! Vogliamo rivederti presto! In bocca al lupo!
Inserisci il tuo commento