Tecnica moto

2° Convegno motoristico “Prestazioni e Tecnologia”: ecco com’è andato

- Anche il secondo appuntamento dedicato alle tecnologie delle moto di alte prestazioni ha radunato molti appassionati delle "due ruote", e non solo. Scoprite di cosa si è parlato
2° Convegno motoristico “Prestazioni e Tecnologia”: ecco com’è andato

Sabato 11 novembre, nel corso della settimana dedicata alle due ruote con il Salone di Milano, si è svolto il 2° convegno motoristico “Prestazioni e Tecnologia”, organizzato dall’associazione culturale CEMI (già nota per i suoi corsi di motorismo e di restauro delle moto storiche: chi è interessato a prendervi parte può contattare lo 02.6128900, o inviare una mail a info@fondazionepaganelli.it), con il supporto di Moto.it, del comitato regionale della FMI e della Fondazione Paganelli.

La Regione Lombardia ha messo a disposizione la sala e ha patrocinato l’evento, dove studenti, appassionati, addetti ai lavori, tecnici e preparatori di alto livello hanno potuto ascoltare i contributi dei relatori e intervenire con domande che, ancora una volta, hanno messo in evidenza l’importanza degli argomenti e l’interesse da parte del pubblico.

 

Il 2° Convegno motoristico “Prestazioni e Tecnologia” è stato aperto da Ivan Bidorini, presidente del Comitato Regionale Lombardia della FMI. Presente ancora una volta l’esperto di tecnica Massimo Clarke che, oltre ad aver rivestito il ruolo di moderatore, ha personalmente presentato uno dei quattro argomenti in programma.

 

Il primo relatore è stato l’ingegner Giovanni Tessadro della Elf che, insieme a Matteo Anzalone, ha parlato nel dettaglio di benzine e lubrificanti da corsa, soffermandosi anche sui composti chimici e sugli utilizzi specifici relativi ai moderni motori a due e quattro tempi, sovralimentati e non.

Ancora una volta presente all’appello l’azienda milanese produttrice di gomme, Pirelli: l’ingegnere Tommaso Totti, che lavora anche sui campi di gara del Mondiale Superbike, si è soffermato sull’analisi dei dati delle gomme nel corso di una gara prendendo come riferimento Jonathan Rea e Chaz Davies, i piloti di vertice del Campionato delle derivate di serie. Non è mancata un’attenta esposizione dell’utilizzo e della scelta delle mescole a seconda delle condizioni atmosferiche e della tipologia di asfalto. E non si sono fatte attendere domande “difficili” da parte degli appassionati presenti.

 

Successivamente ha preso la parola il mitico Massimo Clarke, che ha parlato del nuovissimo V4 Stradale “made in Borgo Panigale”. La presentazione non è stata "da cartella stampa": il nostro’esperto di tecnica ha esposto con passione i dettagli di questo propulsore derivato dalla MotoGP, senza perdere l’occasione di fare inediti riferimenti a motori storici che hanno contribuito a dargli vita.

Ultimo, ma non per importanza, l’intervento di Giovanna Guiso: l’argomento è stato la sicurezza per i motociclisti sulle nostre strade. La relatrice ha dato voce a tutti noi motociclisti: l’obiettivo è di migliorare le condizioni delle strade italiane, abolendo gli “ostacoli” pericolosi per chi guida su due ruote. Il messaggio di Giovanna Guiso è che "bisogna farsi sentire!".

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento