EICMA 2016

Talk show Eicma 2016: l'evoluzione tecnica delle moto 2017

- Dopo aver visto le novità di Eicma facciamo il punto dello sviluppo tecnico delle moto e guardiamo alla loro evoluzione. Ne parliamo con i nostri esperti Massimo Clarke (motori) e Giulio Bernardelle (ciclistica), assieme a Mauro Guerrini (Bosch) per allargare lo sguardo al sempre più complesso mondo dei controlli elettronici

La presentazione delle tante novità di Eicma, alle quali se ne sono aggiunte molte altre lanciate un mese fa a Intermot, ci offre lo spunto per parlare questa volta di evoluzione tecnica motociclistica. Se da una parte c'è la costante rincorsa alle prestazioni, dall'altra è stato necessario affrontare anche la normativa Euro4. E poi ci sono le sospensioni a controllo elettronico sempre più evolute e diffuse, materiali sofisticati per i telai – vedi Ducati Superleggera – e tanta elettronica che gestisce il funzionamento dei motori ma pure il controllo dell'erogazione della potenza a terra ricorrendo a sensori di vario genere sino ad arrivare alle piattaforme inerziali e al cornering Abs. Dai controlli elettronici, quelli più utili e quelli superflui, alle resistenze del pubblico e il grado di soddisfazione degli utilizzatori effettivi. E poi cockpit attuali e le difficoltà di dialogo da parte del motociclista.

A Eicma si sono fatti notare i motori della Suzuki GSX-R 1000 (a fasatura variabile) e Aprilia V4 con l'opzione delle valvole pneumatiche. Ma non finisce qui. Ne parliamo con i nostri esperti tecnici Massimo Clarke (per i motori) e Giulio Bernardelle, il nostro ingegnere di DopoGP che è molto competente in fatto di ciclistiche. E poi c'è Mauro Guerrini, press manager automotive di Bosch, per allargare il discorso al mondo dell'elettronica.
Modera come sempre Nico Cereghini.

 

  • rudiger

    Interessantissimo punto tecnico. Mi piacerebbe un approfondimento sui motori elettrici e sulle reali volontà delle case maggiori di svilupparli. Per ora se ne parla un gran bene ma poi di moto sul mercato se ne vedono poche, e solo di costruttori indipendenti.
  • enrico.64, Milano (MI)

    Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i miei 2 ingegneri preferiti, rispetto ad un prodotto presentato ad Eicma e di cui si è parlato anche su queste pagine: http://www.moto.it/fiere/impulse-drum-charger-la-sovralimentazione-senza-turbina.html
    Se davvero fa quanto dichiarato e riportato nell'articolo, andrebbe imposto per legge...
Inserisci il tuo commento