Velocità

Womens European Cup: dal 2020 nel CIV

- Al via l'Europeo femminile dal 2020. Moto 300 SSP e pneumatici Dunlop, per sei gare volte a mettere in luce nuovi talenti fra le donne
Womens European Cup: dal 2020 nel CIV

Il mondo del motociclismo, una volta quasi esclusivamente riservato agli uomini, da anni si è aperto anche ad un pubblico femminile, e sono sempre di più le donne che non solo si appassionano per le moto, ma che le utilizzano sia su strada che in pista.

La conferma viene dalla Women’s European Cup, un campionato per sole donne che avrà titolazione europea e che si disputerà all’interno dell’ELF CIV 2020. Patrocinata dalla FMI, la Women’s European Cup sarà organizzata da EMG Eventi e da MotoX Racing, e rappresenta il naturale sbocco della “LetyXRacing” la prima scuola italiana femminile certificata FMI  e realizzata in collaborazione con Letizia Marchetti, indubbiamente la più forte pilota italiana degli ultimi anni, che in un recente passato ha gareggiato con ottimi risultati nei maggiori trofei nazionali. Una scuola che ha portato alla creazione dello Junior Team Motoxracing, con 5 ragazze impegnate in un trofeo monomarca 300, e alla realizzazione di camp estivi ed invernali sempre riservati alle motocicliste.

La categoria scelta per questo Europeo femminile è la 300, e si potranno utilizzare tutte le marche ammesse nel Regolamento CIV 300SSP, mentre le gomme saranno fornite da Dunlop.

 

Questo il calendario della Womens European Cup:

Round 1: 25-26 aprile – Misano World Circuit “Marco Simoncelli”

Round 2: 23-24 maggio – Autodromo Enzo e Dino Ferrari Imola

Round 3: 20 giugno – Mugello Circuit

Round 4: 21 giugno – Mugello Circuit

Round 5: 25-26 luglio – Misano World Circuit “Marco Simoncelli”

Round 6: 3-4 ottobre – Autodromo Vallelunga “Piero Taruffi”

 

Simone Folgori, Responsabile ELF CIV: “Siamo davvero orgogliosi di poter ospitare dal prossimo anno all’interno del nostro campionato una manifestazione dedicata alle donne. Quello femminile è un mondo al quale guardiamo da anni con grande attenzione, che sta crescendo e che meritava un Trofeo di riferimento. Siamo felici di essere riusciti a portarlo all’interno del CIV, grazie all’impegno di Sandro Carusi e Max De Simone. Ancor di più siamo felici di aver dato il nostro contributo per avere la titolazione di Europeo, che accresce il valore della competizione. Nella speranza di veder crescere nei prossimi anni sempre più talenti femminili”

  • Luiginogasss, Castelfranco di Sotto (PI)

    Io mi ricordo della Cazzola che andaba veramente forte e correva con una R1 2004 tra gli uomini anche e una certa De Nardis gran bella ragazza bionda anche lei su 1000 altro che 300'ssp comunque la cosa piu bella è sempre quando si toglievano la tut ;)
Inserisci il tuo commento