CIV 2023. GP di Misano. Le gare della Domenica: Pirro torna a primeggiare [RISULTATI e VIDEO]

CIV 2023. GP di Misano. Le gare della Domenica: Pirro torna a primeggiare [RISULTATI e VIDEO]
Angelo Acosta
Le Gare 2, i vincitori di tutte le categorie, le cronache, le interviste
30 aprile 2023

Misano - Michele PIRRO torna a vincere (vittoria n° 64 al CIV). Dopo la prestazione che nessuno si aspettava in gara 1, grandissima reazione in gara 2 con la sua Ducati V4R del Team Barni, davanti a Luca Vitali secondo (Honda Improve) e Lorenzo Zanetti terzo (Ducati Broncos Racing Team).

Domenica partita con la gara del CIV Femminile, in contemporanea con la classifica del WEC (Woman European Championship), doppietta di Roberta PONZIANI del team Roc'N'Dea.

Vittorie: Moto3 Vicente PEREZ SELFA, SSP300 Bruno IERACI, PreMoto3 Edoardo LIGUORI e SSP600NG la wild card Gleen Van Straalen

CIV Femminile

Gara 2 - Grande emozione nel secondo appuntamento dell'anno per il WEC e CIV Femminile, che vede la vittoria ancora una volta di Roberta Ponziani, inseguita fino all'ultimo respiro da Beatriz Neila Santos e Sara Cabrini.

Partenza lampo di Neila Santos che inizia la sua gara con l'obiettivo di battere la vincitrice di Gara 1, Roberta Ponziani. In grande forma si vede fin da subito Sara Cabrini, la quale insegue da vicinissimo la Neila Santos che non molla.

Sara Cabrini ha cercato di difendere la posizione fino alla fine, ma non ha avuto vita facile. Dalle retrovie Natalia Rivera è risalita al 4° posto dopo una gara incredibile, strappando al penultimo giro il best lap in gara: 1:54.48. 

L'ultimo giro è da brividi, con Sara Cabrini che non riesce a tenere la prima posizione, passano Ponziani e Santos che arrivano in quest'ordine al fotofinish! 4° Natalia Rivera, 5° Aurelia Cruciani, 6° carregno, 7° Barale, 8° Rusthen, 9°Yochay, 10° Kemmer.

- Ordine arrivo WEC: 1) Roberta PONZIANI - 2) Beatriz NEILA SANTOS - 3) Sara CABRINI

- Ordine arrivo CIV Femminile: 1) Roberta PONZIANI - 2) Sara CABRINI - 3) Aurelia CRUCIANI

 

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Superbike

Gara 2 - Vittoria per Michele Pirro, che si presenta la domenica agguerrito e carico più che mai, con l'obiettivo di rimettere la sua Ducati davanti a tutti, sul primo gradino del podio.

Ma veniamo alla cronaca della gara: dopo la pole position di Samuele Cavalieri (Aprilia NuovaM2 Racing) di ieri, oggi ci riprova con una condizione meteo migliore, visti il sole e l'asfalto asciutto.

Parte forte Michele Pirro e si porta subito al comando, con le due Aprilia di Luca Bernardi e Simone Cavalieri che fanno a spallate sin dalle prime battute. Ne approfitta Luca Vitali che si posiziona subito terzo.

Luca Bernardi è aggressivo e al "Curvone" sorpassa Pirro, ma Michele non demorde e torna al comando. Una partenza di fuoco, che vede anche la lotta tra il vincitore di gara 1, Lorenzo Zanetti e Alessandro Del Bianco per la 5° posizione: anche per loro un vero e proprio "corpo a corpo" ad ogni ingresso di curva.

Kevin Manfredi, secondo in gara 1 con la sua Suzuki, viene assorbito nel gruppo di metà classifica, tra la nona e la decima posizione.

Luca Bernardi regala spettacolo e vuole a tutti i costi la vittoria, cercando di scappare da Michele Pirro.

Cavalieri in lotta con Del Bianco, alla curva del "Tramonto" commette un errore e fa cadere l'incolpevole collega del team Keope Motor Team.

Colpo di scena: Luca Bernardi, perde il comando della gara, cade alle "Rio" dopo aver forzato ogni staccata: riesce a recuperare la moto ma finisce ultimo.

Pirro passa in prima posizione e inizia a scappare da Luca Vitali che si ritrova in seconda posizione, Zanetti terzo, Manfredi risale 4° e Russo 5°.

Nel frattempo Luca Bernardi cerca di risalire e inizia a strappare giri veloci per recuperare dalla decima posizione.

Da segnalare una rocambolesca caduta: la Yamaha del pilota Nicola Chiarini scivola da sola finendo sulla Honda di Sconza che, in quel preciso momento, stava rientrando dal suo long lap penalty, nessun problema per nessuno dei due piloti.

Luca Bernardi ha un ritmo infernale e inizia una rimonta epica, con continui sorpassi che non gli bastano per rimettere la sua Aprilia NuovaM2 Racing sul podio.

Michele mantiene un ritmo gara altissimo, con tempi sul giro intorno al 1:36 alto e questo gli garantisce una prima posizione in solitaria, con alle sue spalle (in lontananza) Luca Vitali (team Honda Improve) che non è riuscito a ricucire il gap, terzo Lorenzo Zanetti con il team Broncos Racing, 4° Luca Bernardi, 5° Manfredi, 6° Saltarelli, 7° Russo, 8° Santoro, 9° Ferroni, 10° Butti. (Del Bianco soltanto 13°.

Leader del campionato CIV SBK rimane Lorenzo ZANETTI (Broncos Racing Team) con 41 punti, Michele PIRRO secondo con 34 punti e terzo Luca VITALI con 33 punti.

Michele Pirro conferma ai nostri microfoni quanto il suo adattamento alle nuove sospensioni (YSS) e ad una mescola degli pneumatici Dunlop che lui non aveva mai provato, non sia stato facile ed immediato; nonostante queste modifiche, oggi con il team ha ritrovato l'assetto giusto (quello utilizzato ieri ha compromesso la sua gara) e ritorna alla vittoria.

 

Moto3

Gara 2 - Partenza decisa di Vicente Perez Selfa che, molto determinato, lascia subito alle sue spalle Luca Lunetta e Nicola Carraro. Questi tre, insieme a Cristian Lolli, formano subito un gap, dopo solo 3 giri, dal resto della griglia.

Purtroppo Cristian Lolli commette un piccolo errore alla curva "Misano1", andando sul cordolo e perdendo il posteriore: high side e caduta rovinosa. Il pilota si rialza con qualche contusione e amareggiato, visto il suo ritmo dietro ai primi tre.

Perez Selfa ha un passo gara importante e comanda per tutta la gara tagliando il traguardo in prima posizione. Ultima curva da urlo con Luca Lunetta che fa un sorpasso coraggioso e riesce a battere Nicola Carraro che arriva terzo.

La classifica del campionato Moto3 vede: Vicente PEREZ SELFA al comando con 50 punti, secondo Luca LUNETTA con 40 punti e al terzo posto troviamo appaiati Nicola CARRARO e Leonardo ABRUZZO con 26 punti.

Supersport 300

Gara 2 - In SSP300 Matteo Vannucci non riesce a vincere e, dopo essere rimasto in testa per tutta la gara, una battaglia feroce con il vincitore di Gara 1, Bruno Ieraci, gli costa la vittoria.

Gara come sempre combattuta, con i giovani piloti che si sfidano in sella a queste moto anno dopo anno sempre più veloci, vede grande bagarre soprattutto tra Vannucci e Ieraci, che tiene a bada Emanuele Cazzaniga.

Dopo diversi giri al comando, Vannucci non riesce a staccare i due contendenti. Prova a tenere duro, ma un sorpasso incredibile da parte di Bruno Ieraci, lo porta fuori linea e Cazzaniga ne approfitta per agguantare un'altra posizione. Vannucci si trova costretto a cercare la scia dei primi due per provare a vincere, ma non ci riesce e si deve accontentare del terzo gradino del podio.

Grandissima prestazione di Bruno Ieraci che vince Gara 2 e festeggia alla grande con il suo team Prodina Racing, secondo Cazzaniga.

Il campionato ora vede la seguente classifica: 1) Bruno IERACI con 50 punti - 2) Emanuele CAZZANIGA con 33 punti - 3) Matteo VANNUCCI con 32 punti.

Pre Moto3

Gara 2 - Edoardo Liguori rovina la domenica a Brian Uriarte: l'italiano batte il pilota spagnolo all'ultimo millimetro prima della linea del traguardo: vincendo con una strategia di attesa.

Combattutissima battaglia tra i più giovani piloti della griglia in PreMoto3, con una partenza di gruppo. Uriarte e Liguori prendono la testa della gara, inseguono Barbagallo e Tesini.

A metà gara, Liguori sorpassa Uriarte e si mette al comando, ma la leadership dura poco: c'è grande parità tra questi due piloti.

Un errore di Josephine "Joy" Bruno in quel momento in decima posizione, alle curve del "Carro", gli costa la bella gara che stava affrontando.

A pochi giri dalla fine, Liguori fa una mossa strana, sembra dar spazio a Uriarte alle "Rio", il quale lo sorpassa e inizia a prendere vantaggio spingendo più che può.

Ultimo giro: Uriarte non sbaglia nessua traiettoria, arriva all'ultima curva davanti a Liguori, ma attenzione, non è finita: la scia è dalla parte di Liguori il quale ne approfitta e vince, per pochissimi millesimi sul pilota spagnolo.

Il campionato ora vede la seguente classifica: a pari punti Edoardo LIGUORI e Brian URIARTE con 45 punti - 3)  Gionata BARBAGALLO con 29 puntI

Supersport 600 NG

Gara 2 - Si aggiudica l'ultima gara della domenica del CIV, la wild card Gleen Van Straalen. Tanti colpi di scena tipici della categoria con più partecipanti di questo campionato.

Matteo Ferrari - Roberto Mercandelli e Simone Corsi compongono la linea di partenza di gara2.

Parte molto male Mercandelli e viene risucchiato dal gruppone enorme di questa categoria. Matteo Ferrari prende la leadership e inizia una bagarre con Van Straalen, terzo Montella, vincitore di Gara1.

Corsi e Montella danno un grande spettacolo, tre sorpassi di fila in pochi metri per i due piloti al secondo giro.

Matteo Ferrari subisce il sorpasso di Yuri Montella e inizia a perdere posizioni a favore della wild card olandese Van Straalen e di Simone Corsi.

Van Straalen è in grande forma e, con Yari Montella, fa vedere tanti sorpassi. Questa battaglia favorisce inizialmente Simone Corsi che, vista la guida meno pulita dei primi due, si avvicina sempre di più, fino a quando Montella sbaglia alle curve del Carro perdendo tante posizioni, trovandosi in quarta posizione.

All'ultimo giro Van Straalen sceglie una guida più rotonda, per essere più veloce in uscita di curva, Corsi prova a raggiungerlo ma l'olandese è un osso durissimo e recuperare questo mezzo secondo diventa impossibile

Vince Gleen Van Straalen, secondo Simone Corsi e Matteo Ferrari sale sul terzo gradino del podio. 

La classifica del campionato SSP600NG vede: Gleen VAN STRAALEN al comando con 45 punti, secondo Yari MONTELLA con 38 punti e al terzo posto Simone CORSI con 36 punti.