Premier, Alpinestars e Forma per il viaggio con la Honda Crossrunner

Premier, Alpinestars e Forma per il viaggio con la Honda Crossrunner
Carlo Baldi
Dalla Maremma all’Aragona con la Honda Crossrunner. Chi viaggia in moto sa quanto sia importante utilizzare l’abbigliamento giusto. Ecco le nostre valutazioni
6 luglio 2011


Chi viaggia in moto sa quanto sia importante utilizzare l’abbigliamento giusto e come, al contrario, un casco o una giacca che non abbiano le giuste caratteristiche possano rovinare il piacere di guidare la propria moto.
Per un lungo viaggio poi l’abbigliamento assume un importanza quasi determinante e per questo, per la prova della Honda Crossrunner, ho valutato attentamente cosa indossare, scegliendo capi sicuri e confortevoli, che mi proteggessero dal caldo ma anche dall’eventuale pioggia. Ecco le mie scelte e le mie valutazioni.

Casco Premier modello Angel

Premier è conosciuta più per i suoi caschi racing che non per i prodotti dedicati al mototurista, ma nella collezione 2011 dell’azienda italiana oltre a un apribile (Dream Liner) troviamo anche questo Angel, un casco che sfrutta tutta l’esperienza di Premier nel settore delle fibre composite.
La calotta esterna infatti è stampata in tricomposito, (carbonio, fibre aramidiche e dyneema) ed ha una forma aerodinamica che contribuisce a fare dell’Angel un casco abbastanza silenzioso. La calzata è molto buona e l’interno estraibile e lavabile lascia il giusto spazio per le orecchie. La chiusura a sgancio rapido con regolazione micrometrica è utile e pratica ed è facile regolare il sistema di ritenzione. Le imbottiture laterali fasciano senza stringere e pur avendo utilizzato questo Premier per molte ore, non ho mai avvertito alcun fastidio anche perché è un casco leggero e ben bilanciato. Molto utile il visierino interno scuro, che mi ha riparato dai raggi del sole e che, grazie alla leva posizionata sul lato sinistro del casco, potevo facilmente alzare quando entravo in galleria o la sera, quando calava la luce diurna. Il campo visivo è buono e la visiera funziona egregiamente sia per quanto riguarda il trattamento antigraffio che per quello antifog.
Me ne sono accorto in Liguria, quando ho incontrato un temporale che però non è riuscito ad appannare l’interno della visiera anche grazie al sistema di ventilazione che, una volta aperto, fa sentire i suoi benefici effetti. Specialmente in Spagna, dove le temperature salivano oltre i 35 gradi, le due prese d’aria, superiore e sulla mentoniera, consentivano un gradevole flusso d’aria all’interno della calotta. Un buon prodotto che viene commercializzato al prezzo di Euro 289 nelle versioni con grafica, mentre il monocolore (come quello utilizzato nella mia prova) costa Euro 249.

Giacca Alpinestars T-Dyno WP

Questa giacca Alpinestars è un capo davvero ottimo che è riuscito a farmi sopportare il caldo torrido dell’Aragona, ma allo stesso tempo mi ha riparato dalla pioggia e dalle temperature decisamente fresche delle mattinate sulle Langhe. E’ una giacca attillata che fascia senza comprimere. E’ dotata di protezioni ai gomiti, alle spalle, alla parte anteriore e a quella posteriore, tutti dispositivi di protezione certificati CE PPE (Personal Protective Equipment). Leggera e resistente, grazie al tessuto esterno in poliestere con rivestimento in poliuretano, offre una grande resistenza alle abrasioni, mentre la membrana impermeabile e traspirante fa passare l’aria ma non l’acqua. La fodera interna è removibile (non l’ho usata nel mio viaggio) mentre esternamente troviamo anche profili rifrangenti ad alta visibilità. Le regolazioni ai polsi ed in vita consentono di personalizzare la vestibilità di questa giacca e le prime, una volta calzati i guanti, consentono una buona chiusura senza fastidiose infiltrazioni d’aria nelle maniche. All’interno troviamo molte tasche che permettono di ospitare non solo il cellulare o il portafogli, ma anche i documenti della moto (che è sempre meglio non lasciarli sotto la sella). La T-Dyno WP viene venduta ad un prezzo di 189,95, al pubblico iva inclusa.

Maglia Alpinestars CX Compression

Questa maglia Alpinestars svolge lo stesso lavoro di quelle magliette termiche che solitamente utilizziamo per correre o per fare attività fisica. Comprime delicatamente i nostri muscoli ed allevia l'indolenzimento muscolare. E’ in poly-spandex traspirante e termoregolante, unito ad un tessuto traforato che garantisce ottima traspirabilità. Inoltre è dotata di protezioni in schiuma antiurto sui gomiti, appositamente progettate per rimanere in posizione e non girarsi né sfilarsi in caso di impatto. Non l’avevo mai utilizzata, ma da ora in avanti non affronterò più un lungo viaggio senza indossarla sotto la giacca. Una maglia leggera, protettiva e traspirante che costa Euro 59,95.

Guanti Alpinestars Polar GTX

I guanti con la G maiuscola. Calzandoli ci si rende conto di quanti passi avanti abbia fatto la tecnologia dedicata alla protezione delle mani dei motociclisti. Sono in Goretex e quindi garantiscono un’ottima traspirazione e una grande resistenza all’acqua. L’interno è soffice e comodissimo, mentre l’esterno ha il copri nocche in carbonio ed imbottiture su ogni dito. La doppia regolazione con velcro permette di adattare alla mano questo eccezionale guanto, adatto a tutte le stagioni. Temevo fosse troppo imbottito e caldo per il mio viaggio ed invece la traspirabilità del Goretex consente un ottima aerazione anche alle basse velocità. Per produrre questi guanti Alpinestars utilizza pelle, poliuretano, pelle sintetica, poliammide, neoprene, gomma e carbonio. Possono bastare? Per me la sicurezza viene prima di ogni altra cosa, ma questi Polar GTX mi sono piaciuti molto anche per la loro grande comodità. Costano quasi come un casco jet, ma valgono tutti i 119,95 Euro richiesti per il loro acquisto (prezzo al pubblico iva inclusa).

Stivaletto WP Forma Downtown

In teoria i Downtown di Forma non sono indicati per un viaggio a lungo raggio, ma non essendo io abituato agli stivali, ho preferito utilizzare uno stivaletto tecnico anche perché questa calzatura è impermeabile e robusta, oltre che esteticamente piacevole.
I Downtown sono stati per me una vera rivelazione. Li ho calzati per tre giorni, dalla mattina alla sera (visto lo scarso bagaglio che potevo trasportare non mi sono portato un paio di scarpe in più) in moto, ma anche quando, sceso dalla moto, mi dovevo recare al ristorante. Comodi ma protettivi, hanno la tomaia in pelle pieno fiore. Al loro interno troviamo protezioni in TPU sagomate nella zona della caviglia, la membrana tubolare Drytex impermeabile e traspirante ed una suoletta antibatterica sostituibile. La suola è in gomma antiscivolo e resistente agli idrocarburi. Facile calzarli così come toglierli grazie alla chiusura laterale a zip e velcro, nonché ad una piccola fascia elastica posteriore che definisce la calzata. Uno stivaletto tecnico indicato per un uso cittadino con i maxi scooter, ma utilizzabile anche con moto di maggior cilindrata nei tragitti a medio e lungo raggio. Una calzatura estremamente versatile che ben si adatta ad una moto versatile come la Honda Crossrunner. Il suo prezzo al pubblico, iva inclusa è di Euro 179.
 

Ultime da Accessori