MotoGP

MotoGP. GP del Qatar/2. Per le Suzuki di Joan Mir e Alex Rins è l’ora del “pacchetto 2”

- Il team campione del mondo con Joan Mir è pronto alla nuova sfida sul circuito di Losail. L’obiettivo è il podio e, per riuscirci, sulle moto dei due piloti potrebbe esordire già un nuovo pacchetto di aggiornamenti
MotoGP. GP del Qatar/2. Per le Suzuki di Joan Mir e Alex Rins è l’ora del “pacchetto 2”

“Inizieremo con un pacchetto migliore di quello che avevamo lo scorso fine settimana” – Lo ha detto Joan Mir, alla vigilia del secondo round della MotoGP all’International Circuit di Losail, con la sua GSXR-RR del Team Ecstar e quella del suo compagno di squadra Alex Rins che potrebbe mettere in pista già da questo gran premio nuovi aggiornamenti per migliorare soprattutto la velocità di punta della moto. Una frase sibillina, quella di Mir, che potrebbe anche lasciar intendere qualcosa di molto più semplice e, cioè, che l’esperienza maturata nella gara che ha inaugurato il 2021 sull’asfalto di Losail potrebbe aver fornito un bagaglio di dati più completo. Sembra far propendere più per questa ipotesi il commento di Shinichi Sahara: “È un bene restare in Qatar per un altro weekend di gara perché possiamo prendere ciò che abbiamo imparato dalla scorsa settimana e puntare a migliorare per questa domenica".  Di sicuro il clima nel box dei campioni del mondo è rilassato, soprattutto dopo il “quasi podio” di domenica scorsa.

“Dopo le prove – aveva affermato proprio Joan Mir nei giorni scorsi – ero arrabbiatissimo e convinto che le cose stessero iniziando sotto una cattiva stella. La gara mi ha dimostrato che invece ci siamo e che stavo sbagliando”. Una impressione favorevole, quella del campione del mondo, confermata anche nel comunicato stampa diffuso in queste ore proprio da Suzuki Racing: “Non vedo l'ora – ha detto - di iniziare un nuovo fine settimana qui in Qatar, e penso che sia una cosa positiva per noi perché avremo un pacchetto migliore di quello che avevamo lo scorso fine settimana, quindi penso che questo ci aiuterà a migliorare la nostra velocità e ad essere più forti in generale questa volta. Darò il massimo e cercherò di essere lì a lottare per il podio. Sono entusiasta di iniziare perché penso che possa essere un grande weekend, vediamo cosa succede".

Animo caldo, quindi, e voglia di andarsi a riprendere ciò che il motore e la velocità di Ducati hanno portato via a Mir quando mancavano ormai pochissimi metri al traguardo. Il podio è l’obiettivo anche del suo compagno di squadra, Alex Rins, che domenica in gara ha faticato un po’ con la gestione degli pneumatici. “Mi sono sentito bene durante la prima gara in Qatar e ho trovato buone sensazioni – ha spiegato Rins - quindi non vedo l'ora di salire sulla mia moto e ricominciare questo fine settimana. Sono contento e davvero pronto per partire, soprattutto perché mi piace questo circuito e so di poter fare bene. È bello fare due gare di fila, perché sai con cosa hai a che fare, ma questa volta ho bisogno di una partenza migliore. La scorsa domenica è stata una gara dura con molti piloti veloci e questo fine settimana mi aspetto un livello di competizione ancora più alto, ma sono pronto per questo".

  • ERGAL67, Arluno (MI)

    Grande
  • NoMarty, Sorbolo (PR)

    Bravo Mir… campione del mondo non per caso..
Inserisci il tuo commento